Provato Naruto Shippuden Ultimate Ninja Storm 4

Cyber Connect 2 vuole sviluppare il più grande videogame dedicato al Settimo Okage. Un sistema di combattimento rivisto e ribilanciato, ed uno Story Mode più articolato e vario. L'abbiamo provato a Tokyo.

provato Naruto Shippuden Ultimate Ninja Storm 4
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Ormai manca poco all'uscita europea di Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 4, prevista per l'inizio di febbraio 2016. Il titolo è largamente atteso dagli appassionati del manga di Masashi Kishimoto: non solo perché rappresenta l'esordio del brand su PlayStation 4 e Xbox One, ma anche perché promette di essere l'opera più completa dedicata al Ninja del Villaggio della Foglia. Questo capitolo, del resto, seguirà le vicende dell'anime dall'inizio alla fine, coprendo anche gli eventi che hanno chiuso una volta per tutte le peripezie di Naruto e compagni. Ultimate Ninja Storm 4 potrebbe insomma essere uno degli ultimi videogame dedicati a Settimo Hokage: 15 anni di serializzazione condensati in un picchiaduro dall'anima duplice, suddiviso tra uno story mode spettacolare e scontri serratissimi.
Invitati negli uffici di Namco-Bandai in quel di Tokyo, abbiamo avuto modo di provare una demo avanzata, per saggiare le novità del combat system e scoprire epici scontri che sembrano usciti da Asura's Wrath.

Il Risveglio di Cyber Connect 2

I miglioramenti che per primi saltano agli occhi del giocatore sono quelli di natura tecnica. Il passaggio alle console dell'attuale generazione ha fatto discretamente bene a Ultimate Ninja Storm 4: il team ha sfruttato tutta la potenza hardware delle ammiraglie Sony e Microsoft per compiere un ulteriore passo in avanti in direzione di una grafica che raggiunga un look sostanzialmente identico a quello della serie animata. Un nuovo sistema di espressioni facciali è stato implementato, donando ulteriore verosimiglianza agli oltre cento personaggi presenti nella release finale del titolo: rabbia, stupore, dolore saranno sensazioni testimoniate dai vari combattenti con una naturalezza e fedeltà mai raggiunte prima d'ora. Le novità tecniche non sono tuttavia limitate a questo: una particolare tipologia di motion blur, denominata dal team "ghost blur", è stata implementata nell'engine, così da rendere molto più dinamici gli scontri proposti dal titolo: grazie a questa tecnologia, durante i movimenti più repentini i contorni dei modelli si deformano leggermente, di fatto "mimando" le tecniche di disegno che spesso si apprezzano sulle tavole del manga.
Per aumentare ulteriormente l'immedesimazione del giocatore i programmatori hanno inoltre pensato di inserire un sistema di danni dedicato agli abiti dei vari personaggi: nel furore della battaglia i vestiti del nostro alter ego si consumeranno progressivamente, per un risultato finale che impreziosisce il già ottimo colpo d'occhio del prodotto Bandai-Namco.
L'incremento della potenza computazionale si fa sentire anche durante le boss fight dello Story Mode, alcune delle quali veramente incredibili per costruzione scenica e spettacolarità. Ne abbiamo giocata una contro il Ten-Tails evocato da Madara e Obito Uchiha, rimanendo piacevolmente sorpresi. A livello di gameplay lo scontro ci è apparso molto simile a certe travolgenti battaglie viste in Asura's Wrath (sviluppato per contro di Capcom, ma dagli stessi ragazzi di Cyber Connect 2): un misto, insomma, di azione e quick time event, pensato per vivacizzare la progressione della storia e rendere più vario e coinvolgente l'avanzamento. Ad oggi l'unico problema di questa sequenza riguarda l'instabilità del framerate, perché in tema di impatto scenico siamo veramente ad ottimi livelli. Speriamo quindi che il team riesca ad ottimizzare il codice per renderlo più stabile.

Grazie alla nostra prova abbiamo carpito qualche informazione in più sulla composizione dello Story Mode, che sarà suddiviso in episodi: ciascuno procederà attraverso varie battaglie lungo un percorso ramificato, che ci permetterà di seguire diversi protagonisti e dare un'occhiata anche alle attività di molti personaggi secondari. Dentro Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 4, insomma, troveremo una sorta di timeline integrale della saga. Una manna dal cielo per gli appassionati.
Numerose anche le modifiche effettuate al combat system ed alla struttura generale degli scontri. Anzitutto, nella schermata di selezione dei personaggi non è più possibile scegliere diversi stili di combattimento: dovremo invece selezionare due personaggi di supporto e i diversi tipi di Jutsu che vorremo utilizzare durante lo scontro.

Scesi in campo, il gameplay resta quello di sempre, basato sull'accumulo di chakra, sull'utilizzo della tecnica di sostituzione per evitare le combo dell'avversario, e sul corretto tempismo nel lancio delle mosse caricate. Grazie all'opzione "Leader Swap" potremo tuttavia cambiare in ogni momento il personaggio controllato, ricordando però che il terzetto condividerà una singola barra della vita.
Ad aumentare la profondità degli scontri si aggiungono in questa iterazione i danni elementali, capaci di variare la potenza degli attacchi, arrecando malus di diversa natura. Nello specifico sarà possibile incendiare gli abiti di un avversario per infliggere danni costanti, oppure utilizzare un colpo a base di elettricità quando il nemico si trova coi piedi a mollo (magari in una pozzanghera creata grazie all'utilizzo di un'altra tecnica elementale).
Da citare anche il ritorno dei combattimenti "in orizzontale", con i personaggi "inchiodati" sulle pareti: ma stavolta il gioco non costringerà entrambi i contendenti a combattere correndo sui muri, e ciascuno potrà scegliere se restare a terra. I ritocchi al gameplay culminano infine con l'introduzione dei "risvegli collegati", spettacolari sequenze in cui libereremo i poteri della nostra squadra all'unisono.

Naruto Shippuden Ultimate Ninja Storm 4 Il più grande videogioco di Naruto mai creato: questo vuol essere Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 4. Il traguardo è ambizioso ma alla portata del team di sviluppo, che oltre ad aver ribilanciato ed ampliato il combat system alla base del suo prodotto, sta approntando uno Story Mode traboccante, in cui scontri classici si alterano a sequenze molto meno tradizionali nell'impostazione e nei ritmi. Sperando di trovare sugli scaffali un prodotto ottimizzato al meglio, crediamo che il titolo abbia tutte le caratteristiche per chiudere in bellezza la stagione di Tie-in dedicati al Ninja del Villaggio della Foglia, facendoci rivivere gli eventi che hanno concluso la sua epopea.

Che voto dai a: Naruto Shippuden Ultimate Ninja Storm 4

Media Voto Utenti
Voti totali: 38
8.4
nd