Provato One Piece: Pirate Warriors 3

Abbiamo provato al Level Up 2015 il nuovo musou ambientato nell'universo di One Piece. Una trama ampia quanto il fumetto, numerosi personaggi inediti e qualche novità al gameplay sono gli elementi peculiari del nuovo episodio, in uscita ad Agosto.

provato One Piece: Pirate Warriors 3
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3
  • PSVita
  • Pc
  • PS4
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

E fanno 3! Il matrimonio tra One Piece e Dinasty Warriors giunge alla terza incarnazione, per la congiunta gioia di Hisaishi Koinuma di Koei Tecmo e Koji Nakajima di Bandai Namco. La coppia ha insieme presentato One Piece: Pirate Warriors 3 dal palco del Level Up 2015 a Milano, ripercorrendo tutti i leit motiv di questo colorato musou. Che nonostante sia ancora diretto alla scorsa generazione, privilegiando Playstation 3 e Playstation Vita, ha la seria intenzione di mettere uno zampino anche su Playstation 4, adattando il proprio middleware secondo le modalità descritte nel corso dell'articolo.
La storia si arricchisce di nuovi eroi, così come il gameplay ha un paio di barre in più che danno sicuro risalto al divertimento e quel tocco di strategia in più che non guasta mai.
In Europa One Piece: Pirate Warriors 3 si farà vedere nel mese di Agosto su Playstation 4, Playstation 3, Playstation Vita e Steam.

"Ace vivrà dentro di noi"

Dal villaggio natale di Rufy, Foosha, fino al regno di Dressrosa, governata dall'estroso Don Quijote Do Flamingo, che però tutti chiamano il Joker. Un arco narrativo ampio quanto il manga, che permetterà ai fan di rivivere in prima persona tutte ma proprio tutte le battaglie più memorabili solcando i 7 mari: giusto per fare qualche nome si combatterà a Marineford, sull'Isola degli uomini pesce e Punk Hazard, l'isola bi-clima del Nuovo Mondo.
Dressrosa sarà comunque l'approdo dove tutti i fan del fumetto vorranno attraccare, dato che è un'ambientazione mai esplorata nei precedenti videogiochi di One Piece. Lo dimostra anche l'action figure da 16 centimetri che sarà inclusa nella limited edition Doflamingo Edition, insieme ad un case metallico e 2 costumi (quello da Giant Fish per Rufy e da Lucy per Sabo).
Sul fronte personaggi giocabili segnaliamo in particolare l'introduzione dei due fratelli adottivi di Cappello di Paglia, ovvero il biondo Sabo ed Ace, entrambi pirati molto ambiziosi ed entrambi pervasi dai poteri derivanti dall'aver mangiato il Frutto Foco Foco.

Abbiamo proprio giocato la demo messa a disposizione durante il Level Up nei panni di Sabo, menando fendenti a destra e a manca con il suo caratteristico tubo di ferro. Il sistema di combattimento è praticamente la fotocopia del precedente titolo, sebbene il debutto su Playstation 4 abbia portato sensibili migliorie. Mentre provavamo la demo abbiamo notato poligoni molto più definiti che esaltavano lo stile in cel shading adottato, mentre parlando con Koinuma abbiamo appreso come il team di sviluppo abbia voluto assolutamente cogliere l'opportunità derivante dalla compatibilità tra il middleware adottato e l'hardware dell'attuale ammiraglia Sony, permettendo dopo un notevole lavoro di mostrare a schermo circa 200 persone, tra nemici e personaggi di supporto.
La maggiore novità passa sotto il nome di Kizuna Dash. Proprio come nei classici Dinasty Warriors il giocatore sul campo di battaglia è accompagnato dai propri luogotenenti, che in One Piece assumono le fattezze degli altri membri della ciurma. Ebbene in alto a sinistra è stata aggiunta una barra che si carica ad ogni colpo inferto ai nemici, mentre si svuota lentamente quando si richiama il supporto di un alleato premendo R2; nel caso in cui, però, si lasci riempire fino all'orlo la Kizuna Rush (appare la scritta Max), il giocatore entra in uno status durante il quale lo schermo vira verso il colore grigio, i colpi guadagnano potenza e sopratutto è possibile richiamare a volontà i propri luogotenenti, in un tripudio di tag combo e mosse speciali.

One Piece: Pirate Warriors 3 One Piece: Pirate Warriors 3 farà la gioia sopratutto dei fan del manga. Koei Tecmo pensa anche agli appassionati di Dinasty Warriors introducendo sopratutto la nuova meccanica Kizuna Rush attraverso cui richiamare tutti i propri alleati di supporto entro un certo periodo di tempo, ma saranno sopratutto gli avidi lettori del manga di One Piece a fare festa. La trama copre praticamente l'intera avventura di Rufy, dal suo villaggetto fino a Dressrosa, mentre la presenza dei fratelli Sabo e Ace giocabili è un plus decisamente intrigante. Il debutto su Playstation 4 non lascia certo il segno come in Naruto Shippuden Ultimate Ninja Storm 4, ma quantomeno abbellisce texture e poligoni, oltre che moltiplicare il numero di personaggi a schermo.

Che voto dai a: One Piece: Pirate Warriors 3

Media Voto Utenti
Voti totali: 11
7.5
nd