Electronic Entertaiment Expo 2015
Electronic Entertaiment Expo 2015 Dal 16/06/2015 al 18/06/2015

Tutte le notizie, gli articoli ed i video comodamente organizzati nella pagina evento

E3 2015

Provato Plants vs Zombies Garden Warfare 2

Torna lo sparatutto targato PopCap Games e ambientato nel mondo di Plants vs Zombies: tra le novità di questo sequel troviamo personaggi inediti, armi fuori di testa, nuove ambientazioni e un gameplay ancora più frenetico.

Plants vs Zombies Garden Warfare 2

Trailer
Plants vs Zombies Garden Warfare 2
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Andrea Dresseno Andrea Dresseno ha iniziato a giocare alle elementari, prima a scrocco, poi si è reso autonomo. Scrive di videogiochi da quasi vent'anni, ma nel mezzo ci sono state alcune pause di riflessione: durante una di queste ha dato vita all'Archivio Videoludico, per cui ora si dedica anche alla conservazione del medium. Si dice sia nintendaro, ma non esistono prove. Lo trovate su Facebook.

Nella vita tutto gira, un giorno ti puoi ritrovare a subire, il giorno dopo ad attaccare. Prendi Garden Warfare: le piante sono sempre state in difesa, perché loro sono buone. Nella lotta tra piante e zombie quelli cattivi sono i secondi: i non morti fanno paura, le piante sono rassicuranti. Dimenticate quanto detto: nella vita tutto gira. Prima stavi in difesa, poi parti all'offensiva. In Plants vs Zombies: Garden Warfare 2 gli sviluppatori hanno cambiato le carte in tavola e ora sta alle piante riprendersi il maltolto. È un cambio di prospettiva concettualmente interessante, perché difendersi nei panni degli zombie implica per forza di cose un approccio differente. In questo secondo episodio è il regno naturale che deve riprendersi Zomburbia (così hanno ribattezzato i non morti l'atavica terra di contesa). A giudicare dal filmato mostrato da Electronic Arts all'E3 2015, questi dolci vegetali antropomorfi sono ora più aggressivi che mai.


DA SUBURBIA A ZOMBURBIA

C'è dire che i ruoli si sono solo ribaltati, ma la formula che ha reso celebre la serie rimane sostanzialmente invariata. Tuttavia, è ovvio che le prospettive e gli equilibri sono mutati, che mettere gli zombie in posizione difensiva garantisce al gioco una freschezza inedita. Premessa: finalmente Garden Warfare 2 introduce il gioco singleplayer, grande assente del precedente capitolo, che annoverava solo il multiplayer online. Gli sviluppatori devono aver fatto tesoro delle critiche ricevute e per l'occasione hanno introdotto non solo la possibilità di giocare da soli contro la CPU, ma anche una comoda modalità split-screen locale.per due giocatori. Chi ha giocato al precedente episodio potrà inoltre importare i suoi personaggi, senza alcun costo aggiuntivo, e sono anche previsti contenuti aggiuntivi gratuiti che verranno resi disponibili dopo la pubblicazione, prevista per la primavera del 2016. Per giocare online non sarà necessario alcun abbonamento PS Plus o Xbox Gold.
Dopo le info generali, passiamo al gioco vero e proprio. Durante la presentazione abbiamo avuto l'opportunità di giocare alla modalità Graveyard Ops: quattro giocatori in co-op devono unire le forze per difendersi dall'imminente attacco delle piante.

NUOVE CLASSI, NUOVI PERSONAGGI

Gli sviluppatori ci hanno parlato di sei nuove classi che verranno introdotte in questo secondo capitolo e che andranno ad aggiungersi a quelle già preesistenti. Ci hanno anche mostrato alcuni nuovi personaggi, gli stessi con cui poi ci siamo gettati nella mischia. Sul fronte non morti spicca l'Imp, un piccolo figuro verde che diventa estremamente potente a bordo del suo Z-Mech. Il robottone può schiacciare i nemici, lanciare missili o attivare l'autodistruzione, se necessario. Captain Deadbeard è un pirata ormai in pensione, cecchino a tempo perso e amante dei barili esplosivi. Poi c'è Super Brainz, supereroe wannabe che ha dalla sua laser, fireball e un attacco speciale che lo fa girare come una trottola. È inoltre particolarmente abile nel corpo a corpo. Per gli amanti del verde, passiamo ora alla fazione nemica. Citron, arancia geneticamente modificata; Kernel Corn, un guerrafondaio tutto d'un pezzo e Rose, una maga venuta dal futuro che può trasformare gli zombi in capre (come si è visto nel trailer della conferenza EA). Sono 12 i nuovi scenari a disposizione del giocatore. Tra questi un'ambientazione lunare, un canonico paesaggio innevato, un parco a tema e infine la Zombie Factory. Proprio quest'ultimo scenario ha fatto da sfondo alla nostra prova nella modalità Graveyard Ops. C'è anche una modalità denominata Herbal Assault, nella quale 12 piante possono scontrarsi contro 12 zombie, per un totale di 24 giocatori impegnati a darsi battaglia.

LA FABBRICA DEGLI ZOMBIE

Graveyard Ops si affida alle meccaniche tradizionali: in attesa delle cinque ondate nemiche, gli zombie possono allestire torrette difensive e prepararsi all'invasione. Alla fine delle cinque ondate c'è il boss di turno e poi è la volta della fuga: prima che il conto alla rovescia finisca i quattro giocatori devono raggiungere la zona di salvataggio. L'impressione è che i nuovi personaggi introdotti riescano a valorizzare piuttosto bene le specifiche tendenze dei giocatori. Le abilità che offrono sono abbastanza variegate, per cui tutti hanno la possibilità di adottare lo stile di gioco più consono alle proprie preferenze. Garden Warfare 2 appare come la naturale evoluzione del precedente capitolo; sicuramente sembra un titolo più ricco, ma soprattutto più attento alle necessità dei giocatori (vedi l'introduzione del singleplayer e dello split-screen). Per il resto la formula è sempre la stessa, per cui non c'è motivo di temere: se avete amato il primo episodio, Garden Warfare 2 non dovrebbe riservare delusioni.

Plants vs Zombies Garden Warfare 2 Squadra che vince non si cambia. Plants vs Zombies: Garden Warfare 2 esalta il lato aggressivo delle piante, mettendo questa volta gli zombie sul fronte difensivo, ma rimane fondamentalmente una versione aggiornata, corretta e arricchita del precedente capitolo. Gli sviluppatori hanno fatto tesoro delle critiche ricevute, per cui finalmente si potrà giocare in singleplayer contro la CPU e anche in split-screen con un amico. Non solo multiplayer online, quindi. Una buona notizia per tutti coloro che temevano di trovarsi nuovamente di fronte a un gioco limitato all'esperienza online. Per il resto ci attendono nuove classi, nuovi personaggi e scenari inediti che faranno da sfondo ai surreali scontri del gioco. Da Suburbia a Zomburbia il passo è breve, la prospettiva viene ribaltata, ma sotto sotto Garden Warfare sembra andare sul sicuro confermando le meccaniche già testate e apprezzate nel primo capitolo. Attendiamo la primavera 2016 per scoprire chi avrà la meglio tra piante e non morti.

Che voto dai a: Plants vs Zombies Garden Warfare 2

Media Voto Utenti
Voti totali: 13
8.2
nd