Electronic Entertaiment Expo 2015
Electronic Entertaiment Expo 2015 Dal 16/06/2015 al 18/06/2015

Tutte le notizie, gli articoli ed i video comodamente organizzati nella pagina evento

E3 2015

Provato Ratchet & Clank

Ratchet & Clank si preparano a debuttare su PlayStation 4 in contemporanea con il lancio del film dedicato al dinamico duo, in uscita nelle sale cinematografiche durante la prossima primavera.

Ratchet and Clank

Videoanteprima
Ratchet and Clank
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PS4
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

La domanda che sorge spontanea, di fronte allo scintillante capitolo Ps4 di Ratchet & Clank, è se dopo tutti questi anni il dinamico duo di Insomniac non abbia perso lo smalto. Durante la scorsa generazione la carriera del Lombax e del suo robotico compagno è stata molto travagliata: che sia stata l'urgenza di sperimentare nuove formule di gioco, o la necessità di dedicarsi a progetti più modesti per aprire allo sviluppo multipiattaforma (con che risultato, poi: Fuse?!), su Ps3 la saga ha faticato a brillare. E proprio quando, sul finire del ciclo vitale della console, è arrivato un capitolo un po' più ispirato, la sua durata abbastanza ristretta ha spezzato sul nascere gli entusiasmi dei fan.
Adesso, archiviati i progetti paralleli, magari Ratchet & Clank Ps4 (per il momento niente sottotitolo) riceverà le attenzioni che merita?

Di certo il passo avanti a livello tecnico è rassicurante: provato con mano nella saletta privata di Sony, nel corso dell'E3 appena concluso, il nuovo episodio ha confermato di aver giovato dall'aumento di potenza legato al nuovo hardware. I risultati non sono ai livelli di quelli suggeriti dal trailer, soprattutto per via dell'aliasing che ancora sporca un po' la scena e di una serie abbastanza evidente di rallentamenti. Dovrà essere l'operazione di ottimizzazione portata avanti nei prossimi mesi a smussare questi spigoli, ma in quanto a texturizzazione e modellazione poligonale l'avventura del Lombax mostra i muscoli. I modelli di protagonisti e nemici sono traboccanti di dettagli, ma soprattutto animati ottimamente: le orecchie di Ratchet si piegano spostate dal vento, le smorfie dei mostri colpiti dalle nostre improbabili armi sono chiaramente percepibili sui loro volti, per una scena sicuramente più vivace e ottimamente composta. Sono però i nuovi shader, applicati con pochissime cautele su tutti gli elementi dello scenario, che rendono il colpo d'occhio scintillante, luminoso, traboccante di lustrini e riflessi e cromature.

Per quanto possibile, insomma, l'idea sembra essere quella di inseguire la qualità del film in computer grafica dedicato alle due mascotte di Sony, citato anche nel trailer ufficiale. Con quell'autoironia sempre molto diretta ("Il videogame ispirato al film che è ispirato al videogioco!"), un montaggio ben serrato ed un "catalogo" di location che sembra suggerire il ritorno alla varietà degli episodi migliori, è proprio sul trailer che sembra ricadere il compito di stimolare gli entusiasmi della community. Perché a dire la verità la demo giocata in quel di Los Angeles non ha mostrato nessuna novità sostanziale, ed ha voluto anzi confermare una stringente continuità con i vecchi capitoli.
Due erano le sequenze da provare: la prima, uno scontro piuttosto canonico con un mostro enorme e incattivito, in un'arena circolare in cui comparivano tonnellate di creature. L'altra, una scena a bordo di un treno in corsa, che alternava timidissimi momenti platform a ben più animose sparatorie. Fra ingranaggi da mettere in moto con la fidata Omnichiave, oscillazioni con lo Slingshot, la ruota di selezione delle armi ed il classico sistema di mira, tutto ci è sembrato molto familiare. A tratti fin troppo. Al di là del Pixelator, un'arma pensata per far "regredire" i nemici alle loro versioni 8-Bit, facilmente eliminabili con un altro colpo ben assestato, persino l'arsenale a disposizione era sostanzialmente lo stesso di sempre, fra Gravibombe ed una scorta nutrita del prezioso Mr. Zurkon.
Una ritrovata vis comica delle cinematiche d'intermezzo, insomma, è per il momento l'unico guizzo della produzione, oltre alle già citate prodezze tecniche. C'è, ad dire il vero, una scena poco prima della conclusione della demo che sembra far presagire alla presenza di ambientazioni più aperte, non voglio dire free-roaming ma almeno sulla strada per scacciare un po' di linearità.

Ecco, forse è questa prospettiva che un po' ci rassicura: la presenza di mondi da esplorare più liberamente, destreggiandosi fra missioni principali e secondarie, magari spronati dal backtracking moderato e ben calcolato che si registrava nei capitoli sviluppati "prima della caduta". Sperando che Insomniac voglia accontentarci, Ratchet & Clank ha comunque deciso di presentarsi come un titolo molto conservativo, e non ci aspetteremmo grosse novità, se non qualche arma stravagante e un paio di gadget. Speriamo quindi che il team riesca a bilanciare la presenza di fasi platform, enigmi e sparatorie, perché se le uniche attrattive di questo episodio next-gen dovessero essere il sistema di potenziamento delle armi ed un lifting grafico, forse si dovrebbero limitare gli entusiasmi.

Ratchet & Clank Abbiate pazienza se ci andiamo con i piedi di piombo, ma dopo gli ultimi capitoli della saga Insomniac Games deve dimostrarci tanto, e non sarà un trailer ben assemblato a cancellare del tutto lo scetticismo. I dubbi che riteniamo legittimi non ce li ha tolti neppure la demo allestita per l'E3, che al di là di un comparto tecnico potentemente rinvigorito (ma con qualche problema di framerate e aliasing), ha deciso di puntare sul sicuro. Non che da Ratchet & Clank ci aspettassimo chissà quale novità, ma sarebbe stato bello avere una conferma più decisa dell'estensione degli ambienti di gioco, o vedere una migliore integrazione della fisica negli enigmi e nelle sequenze d'azione. Siamo convinti che, se avrà una quantità di contenuti degna (e quindi superiore a quella del condensatissimo Nexus), il nuovo action/platform di Insomniac potrebbe comunque soddisfare gli irriducibili. Ma chi è un po' stanco dell'immobilismo di una saga nata ai tempi della Ps2, forse dovrebbe mettersi l'anima in pace.

Che voto dai a: Ratchet & Clank

Media Voto Utenti
Voti totali: 50
8.3
nd