Sniper Ghost Warrior 3: Provata la nuova mappa Slaughterhouse!

CI Games vuole portare la serie di Sniper Ghost Warrior alla ribalta e, per riuscire nell'intento, sceglie di sfruttare le meccaniche dei free roaming.

Sniper Ghost Warrior 3

Videoanteprima
Sniper Ghost Warrior 3
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One

Ad agosto, in occasione della Gamescom, vi avevamo già parlato di Sniper Ghost Warrior 3, proponendovi una ricca panoramica su ciò che il gioco potrebbe offrire una volta giunto sugli scaffali dei negozi. Ulteriori informazioni ci sono state rivelate durante una recente visita agli studi Koch Media in quel di Monaco, nella quale abbiamo potuto testare ancora una volta con mano la produzione, in modo tale da sperimentare una mappa inedita e saggiare così gli effettivi progressi dello sviluppo. A dire il vero, le novità emerse dalla nostra prova non sono tantissime: quanto mostrato dalla nuova demo messa a disposizione dai ragazzi di CI Games, tuttavia, lascia comunque ben sperare per la buona riuscita del titolo, che sembra aver imparato dagli errori commessi in passato e che, pertanto, potrebbe essere finalmente pronto ad abbracciare un pubblico sempre più vasto.

In Loving memories

Se avete giocato e apprezzato i vecchi capitoli della serie, sappiate che questa volta il sistema di gioco estremamente lineare, che caratterizzava le precedenti incarnazioni, è stato del tutto rimpiazzato da mappe molto più aperte, dove è concessa al giocatore grande libertà d'azione, e nelle quali il cecchinaggio non è l'unico metodo di approccio concesso. Sebbene il gioco si basi sullo sniping, una volta che avrete il pieno controllo di mouse e tastiera potrete anche ignorare completamente lo stealth o altre tattiche sopraffine, ed armarvi quindi di granate e AKA 47 con cui lanciarvi a testa bassa nelle missioni.

A Colonia avevamo avuto modo di dare uno sguardo a Mining City, una mappa di discrete dimensioni che proponeva un assalto ad un treno, compiti di infiltrazione e altri obiettivi di semplice ricognizione. Esplorando Slaughterhouse, una location completamente inedita, abbiamo compreso, del resto, che non mancherà una considerevole la varietà per quanto riguarda gli incarichi disponibili, e che il cambio di area ad ogni nuova assegnazione potrebbe garantire quel pizzico di diversificazione in più sul fronte del gameplay: un valore aggiunto che a volte, in giochi di questo genere, tende a mancare. La decisione di CI Games di non creare un vero e proprio open world ha permesso così di dar vita ad uno sparatutto dotato di diverse anime ludiche, in cui anche l'alternanza giorno/notte e il meteo dinamico influenzano la pianificazione della missione.

Può capitare quindi che mentre vi state avvicinando al vostro obiettivo, magari a bordo di un veicolo appena sequestrato, una pioggia improvvisa riduca inevitabilmente la visibilità della scena, costringendovi a modificare il piano in corso d'opera e ad operare in maniera differente: si tratta, com'è ovvio, di una scelta di game design molto particolare che, se sfruttata a dovere, potrebbe di certo garantire risultati decisamente interessanti. Il grado di difficoltà si attesta al momento su livelli molto buoni, proponendo una sfida più che discreta, nonostante permanga qualche dubbio nei riguardi dell'intelligenza artificiale, la quale, in alcune occasioni, non ci è sembrata particolarmente reattiva. Dopo avervi individuato, i soldati manterranno sì uno stato di continua allerta, ma per riuscire a stanarvi seguiranno sempre percorsi predefiniti: ciò significa che potrete compiere una strage indiscriminata sparando costantemente nella stessa direzione, senza che l'IA si accorga del massacro a pochi metri di distanza. Allo stesso modo, purtroppo, nonostante la buona varietà di nemici, non abbiamo notato grosse differenze nelle routine comportamentali delle diverse tipologie di soldati: CI Games ha deciso di introdurre cecchini con cui confrontarsi sulla distanza, assaltatori che si trincerano dietro le coperture, semplici vedette ed anche enormi colossi in armatura anti sommossa, in grado di assorbire un gran quantitativo di colpi prima di morire. Se vorrete sbarazzarvi in via definitiva di questi energumeni, allora, avrete bisogno di mirare con il vostro fucile di precisione alla base del collo, ossia l'unico punto debole della corazza: nulla vi vieterà, in ogni caso di affrontarli di petto e scaricargli addosso tutto il vostro arsenale, ma è una tattica con la quale difficilmente otterrete fruttuosi effetti, data l'enorme potenza di fuoco di cui dispongono questi fortissimi avversari.

Scegli la tua arma e compi un massacro

L'enorme libertà di approccio offerta da Sniper Ghost Warrior 3 si palesa appieno non appena analizziamo l'inventario: tra le armi a nostra disposizione troviamo infatti differenti fucili da cecchino (Stronskiy 98, Xm 2015 e il Dragoon ad esempio), numerose armi da assalto (Herstal, OFM 500 shotgun e il già citato Aka 47 tra le tante) con in aggiunta una vasta gamma di pistole.

Non manca ovviamente la possibilità di personalizzare il vostro armamentario con i gadget più disparati, dalle semplici ottiche passando dai caricatori aumentati fino ad arrivare ai silenziatori. Tra le feature più interessanti di questo Sniper Ghost Warrior 3 spicca la possibilità di creare le proprie munizioni attraverso la raccolta di materiali sparsi per la mappa, mutando sostanzialmente l'efficacia delle armi a seconda del proiettile in canna. Per quanto la trama sia ancora celata nella segretezza, dai pochi dettagli rivelatici risulta chiaro che in questa nuova avventura il giocatore sarà lasciato completamente da solo sul campo, senza alcun supporto da parte del'esercito regolare o di possibili alleati. In questo modo l'esperienza perde indubbiamente parte del suo realismo, ma si tratta di un compromesso necessario per lasciare che il giocatore si senta sempre al centro dell'azione. In solitaria, insomma, saremo costretti ad infiltrarci all'interno di avamposti pesantemente sorvegliati, controllare telecamere e rubare dati, per una serie di compiti mai realmente originali fino in fondo, ma comunque ben strutturati ed orchestrati. La scelta dello stile di gioco da utilizzare (se sniper, ghost o warrior) resterà quindi nelle mani del giocatore, che potrà sfruttare anche tutta una serie di gadget come fumogeni o esplosivi per portare a termine le missioni senza eccessivo impegno. Idealmente, per essere fruito al meglio, Sniper Ghost Warrior 3 ci chiede di studiare l'area di gioco, anche attraverso l'uso di un drone aereo, di eliminare le minacce più rilevanti da lontano, magari facendo fuori le sentinelle, e poi di avvicinarci silenziosamente al target allo scopo di completare l'incarico. Se non si procede in questo modo, al momento, le missioni tendono a mostrare molte problematiche, a causa di una l'IA che continua a richiamare assalti con i mortai sulla vostra posizione (spesso in maniera del tutto casuale), o che impazzisce ignorando integralmente la minaccia. Prima che Sniper Ghost Warrior 3 approdi sul mercato, allora, CI Games dovrà lavorare ancora duramente su molti aspetti del gameplay per permettere alla saga di compiere il salto qualitativo che meriterebbe.

Sniper Ghost Warrior 3 Sniper Ghost Warrior 3 abbandona i lunghi corridoi dei precedenti capitoli, amplifica le dimensioni delle mappe di gioco e favorisce in tal modo una libertà di approccio del tutto inedita per la serie. Possiamo dire di trovarci di fronte a una versione più credibile di Far Cry, in grado di sfruttare un setting originale e una realistica vicenda di guerra per regalare al proprio pubblico un'esperienza nuova, variegata ed intensa. Di buona fattura il comparto tecnico del titolo, nobilitato anche da un ciclo giorno/notte e da un meteo dinamico che influenzano persino il gameplay e l'approccio alle diverse missioni. Da verificare infine in sede di recensione la qualità dell'intelligenza artificiale che, durante questa nostra prova, ha mostrato il fianco in più situazioni ad alcune mancanze non da poco. Non ci resta quindi che restare in silenzio e trattenere il respiro, come dei bravi cecchini, in attesa della data d'uscita di Sniper Ghost Warrior 3, prevista per aprile del 2017.

Quanto attendi: Sniper Ghost Warrior 3

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 9
63%
nd