Provato Super Smash Bros 3DS

Provato il debutto portatile di Super Smash Bros

provato Super Smash Bros 3DS
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • 3DS
  • Wii U
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Per la prima volta nella serie Super Smash Bros si sdoppia, con un episodio casalingo per Wii U ed uno portatile per Nintendo 3DS. Ma piano con i giudizi affrettati: la versione portatile non è un gioco monco e semplificato rispetto a quella casalinga. Dopo aver trascorso un lungo pomeriggio al Nintendo Showcase in compagnia di entrambe le versioni, siamo in grado di raccontarvi le nostre prime impressioni per quanto riguarda il gameplay sul due schermi, che come è noto arriverà prima dell'edizione casalinga, più precisamente il 3 Ottobre.

Piccolo ma non veloce

Per Nintendo era cruciale che Super Smash Bros non apparisse come una versione ridotta o minore di quella da salotto. La preoccupazione che gli appassionati avrebbero acquistato solamente l'edizione casalinga e snobbato quella portatile deve aver condizionato l'intero sviluppo, spingendo gli sviluppatori ad una diversificazione sia nella struttura di gioco che nell'insieme delle missioni.
Dopo averla provata possiamo dire che Nintendo è riuscita nel suo intento. Partiamo dal gameplay. Laddove Super Smash Bros per Wii U è frenetico e velocissimo, quello per Nintendo 3DS ha ritmi meno scoppiettanti e riporta alla mente il gameplay blando di Super Smash Bros Brawl. Le ridotte dimensioni dello schermo e la difficoltà sopratutto sul Nintendo 3DS "base" di distinguere sempre e comunque lottatori, assistenti, Pokémon, eccetera ha indotto la casa di Kyoto verso un ritmo di gioco meno sostenuto: l'aspetto forse più negativo dell'edizione portatile è proprio la difficoltà in certi casi nel mettere a fuoco l'azione, scendere a compromessi con quei piccoli sprite che invece sono perfettamente interpretabili sul 32" del salotto.
Ciò ha comportato sopratutto adattare le arene (non troppo entusiasmanti nella versione portatile) e lo stile dei personaggi, i quali molte volte appaiono differenti dalla versione Wii U. Toon Link è uno dei lottatori che rende al meglio su Nintendo 3DS, mentre al contrario Little Mac è più efficace su Wii U nonostante condivida il medesimo parco mosse.
Non c'è bisogno di allarmarsi anche perchè le meccaniche di base sono state perfettamente replicate su Nintendo 3DS, incluse le soluzioni di bilanciamento introdotte in Super Smash Bros per Wii U come ad esempio gli Smash Finali. Lo schema dei comandi è cambiato giusto un attimo, con la presa assegnata ad L in mancanza del dorsale Z e lo Smash Finale che si esegue inclinando lo Slide verso sinistra e poi premendo A (ma forse nelle Opzioni è possibile ripristinare la singola pressione di B).
A testimonianza di quanto sia veloce l'adattamento vi basti sapere che il sottoscritto è riuscito a primeggiare nel multiplayer già alla prima partita, conclusasi con uno Smash Finale di Toon Link all'ultimo secondo che ha seminato il panico tra i giocatori neofiti coinvolti nel match!

Avventura Smash

Oltre agli scontri multiplayer la demo con cui ci siamo sollazzati prevedeva anche un test della modalità inedita ed esclusiva 3DS denominata Avventura Smash. Essa consente ad un massimo di 4 giocatori di cimentarsi prima in una sfida contro nemici guidati dalla CPU e poi contro avversari umani. Non c'è alcuna trama, ma un labirinto sempre diverso ogni volta, esplorabile in tutte le sue parti per 5 minuti. Al termine del tempo il giocatore scenderà nell'arena contro gli altri 3 avversari umani e potrà fare affidamento sui potenziamenti che avrà precedentemente raccolto all'interno del labirinto, i quali possono aumentare le statistiche di attacco o difesa, la potenza degli Attachi Smash, la frequenza d'apparizione degli strumenti e così via, mentre le battaglie finali proporranno diverse variazioni sul tema, sia a livello estetico (combattere indossando in testa dei copricapi floreali o le orecchie da coniglio), sia in termini di gameplay (combattere mentre ci si arrampica, con il lato inferiore dello schermo che inesorabilmente sale verso l'alto).
Avventura Smash è disponibile sia in single player, ma anche in multiplayer. La nostra prova non ci ha convinto pienamente: carina la possibilità di esplorare un labirinto generato casualmente e scontrarsi contemporaneamente con Lakitu e Waddle Dee o con un Goomba gigante e un insetto di Pikmin, eppure non è chiaro immediatamente quanto il singolo power-up rafforzi il lottatore e sopratutto ai fini della battaglia finale non vi è alcun incentivo ad esplorare totalmente l'intero labirinto.

Super Smash Bros Super Smash Bros per 3DS rappresenterà il primo banco di prova con il nuovo Super Smash Bros, anticipando di circa un mese la versione per Wii U. Il gameplay si contraddistingue rispetto alla controparte casalinga per un ritmo più lento, meno caotico e meglio leggibile. Se l'incarnazione per Wii U ricorda Melee, quella per 3DS a causa sopratutto dello schermo limitato e del ritmo più compassato si riavvicina a Brawl. Abbiamo avuto modo anche di provare l'Avventura Smash, un tentativo di unire l'esplorazione delle modalità single-player con una battaglia finale tra tutti i giocatori. L'idea è carina, ma la realizzazione al momento non appare troppo convincente.

Che voto dai a: Super Smash Bros

Media Voto Utenti
Voti totali: 36
8.7
nd