Provato SUPERHOT

Se ti muovi il tempo scorre, se stai fermo il tempo si blocca. Questa è un'arma e quelli rossi sono i nemici. Ah, e questo è SUPERHOT, non c'è davvero bisogno di aggiungere nient'altro.

provato SUPERHOT
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • Xbox One
Francesco Serino Francesco Serino ha videogiocato tanto e a tutto, posseduto due diversi Tamagotchi e abbandonato un Furby in autostrada. Mentre cresceva i pixel rimpicciolivano, mentre leggeva ha iniziato a scrivere. E ora eccolo qua, dopo un salto nello spaziotempo atterra su Everyeye, ma già da tempo è su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

SUPERHOT è un'altra storia a lieto fine partita da Steam Greenlight e successivamente approdata su Kickstarter, dove ha raggranellato oltre 250.000 Dollari in "donazioni". SUPERHOT è essenziale, geniale, intelligente e furbo. SUPERHOT è più semplicemente SUPERHOT, che in termini nazionali, al netto di tutte le varianti regionali, equivale a una figata assurda, o anche qualcosa di più.
Il gameplay è quanto di più elementare possa esistere: l'impostazione è quella di uno shooter in prima persona, dove il tempo però scorre solo quando il giocatore si muove, mira o semplicemente si guarda in giro. Questa particolare invenzione è incastonata non in lunghi livelli e cut-scene, come ci si aspetterebbe da un first person shooter, ma in piccoli stage da pochi minuti che piuttosto preferiscono esaltarne l'anima da puzzle game. Questi due aspetti di SUPERHOT, il suo essere essenzialmente un action con una grande enfasi al costante problem solving, lo rendono estremamente fresco, eccitante, e per la miseria, assolutamente divertente.

Mind Mischief

SUPERHOT rivela che si può rallentare, persino fermare l'azione di uno shooter, senza però intaccare minimamente il fattore adrenalina. La possibilità di controllare lo scorrere del tempo lo trasforma in una sorta di gioco a turni, ma anche in tempo reale, un ibrido già intravisto in passato che gli sviluppatori di SUPERHOT hanno saputo valorizzare ritagliandolo e spogliandolo di qualsiasi altra meccanica. Come accade in altri giochi indipendenti, SUPERHOT è composto solo ed esclusivamente dal suo gameplay, non ci sono sovrastrutture se non livelli creati per metterlo in pratica. Perché dico questo? Ma perché la meccanica da cui nasce SUPERHOT sarebbe l'invenzione ideale per tanti altri giochi, un'idea su cui costruire GDR, veri e propri strategici. L'innamoramento verso questo gioco nasce anche dal fatto che il super potere concesso al giocatore è assolutamente ambivalente, e sa trasformarsi da benedizione in maledizione in un istante. Gli effetti positivi sono i più semplici da immaginare: è facilissimo vedere i proiettili in aria ed evitarli di conseguenza, si possono anticipare le mosse dei nemici e poi stoppando lo scorrere del tempo si ha tutto il tempo per riflettere, no? Certamente, ma davanti alla morte certa c'è davvero poco da fare, meglio premere "R" e ripartire in un secondo daccapo. In SUPERHOT si muore con un colpo solo e non c'è giochetto temporale in grado di rimediare a un errore fatale, anzi, la possibilità di congelare il tempo a un passo dalla morte mette spesso davanti alla propria stupidità, e allo stesso tempo ci fa capire con estrema chiarezza dove e come abbiamo sbagliato. Non si tratta poi solo di sparare, è possibile colpire gli avversari con mosse e armi corpo a corpo, e nel farlo costringerli a mollare eventuali armi dalle loro mani, che poi il giocatore potrà prendere al volo e utilizzare sui nemici rimasti, a cui potremo tirare con gli stessi utili risultati anche tutti gli oggetti più leggeri che troveremo sparsi nei livelli, come bottiglie, palle da biliardo. Nell'azione a volte saremo anche obbligati a muoverci: molte delle armi presenti infatti, una volta sparato un colpo, hanno bisogno di qualche attimo per essere di nuovo operative, e gli attimi nel caso di SUPERHOT vanno inseguiti, altrimenti non passano mai, muovendoci e schivando i colpi nemici. Se poi la situazione si fa estremamente caotica e pericolosa potremo anche tirare in faccia all'avversario la nostra stessa arma, con la speranza di prenderne di nuovo possesso in un'unica spettacolare azione.

Super Hotline

Sebbene totalmente diverso, ci sono molte cose di SUPERHOT che mi hanno ricordato Hotline Miami. La prima è senza dubbio l'occhio furbo con cui è stato costruito lo stile grafico del gioco: SUPERHOT è un progetto che da subito mostra un'identità ben definita e molto personale. SUPERHOT non è soltanto un videogame, ma anche uno stilema che vuole imporsi a tutto tondo nell'industria. I suoi intermezzi in finto DOS, le scritte in sovrimpressione, la scritta e la voce SUPERHOT al termine di ogni livello, mentre in sottofondo scorre il replay, questa volta senza pause, delle nostro ultime peripezie, non fanno altro che rafforzare la peculiare personalità di questo gioco.

Anche il modo in cui si dipana la trama ricorda nei ritmi Hotline Miami, ma nel caso di SUPERHOT la casa dell'eroe è stata sostituita da alcuni sequenze in cui ci ritroveremo a parlare con l'amico che ci ha fornito il gioco e il relativo crack, un amico che si rivelerà ben presto una minaccia. Folle davvero, folle e accattivante, se lo vede Suda51 ci fa un nuovo Killer 7 (magari!).

SUPERHOT Non abbiamo dubbi: SUPERHOT ha tutte le potenzialità per diventare un altro fenomeno indie. Il gameplay è già tutto qua, all'appello mancano tutte le possibili invenzioni che i designer riusciranno a infilare nel gioco completo, alcuni miglioramenti grafici e chissà, magari anche una colonna sonora anche se effettivamente non se ne sente poi così tanto il bisogno, visto che a rendere il tutto così speciale basta e avanza la voce che ripete SUPERHOT ogni pochi minuti. Tecnicamente anche siamo nella più totale semplicità: lo stile minimale rende il look del gioco subito ben riconoscibile ed è anche utile per mantenere l'azione estremamente leggibile, senza troppi effetti che impedirebbero al giocatore di capire esattamente cosa sta accadendo. Se avete ancora dei dubbi sul funzionamento di SUPERHOT andate subito sul sito ufficiale, dove tra le altre cose potrete anche provare un prototipo del gioco completamente gratuito. A presto SUPERHOT, già sentiamo la tua mancanza...

Che voto dai a: SUPERHOT

Media Voto Utenti
Voti totali: 12
8.4
nd