Gwent The Witcher Card Game Oggi alle ore 16:00

Giochiamo con il gioco di carte di The Witcher!

Provato The Golf Club

Il gioco di golf più interessante della stagione arriva su Steam in accesso anticipato

provato The Golf Club
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Francesco Serino Francesco Serino ha videogiocato tanto e a tutto, posseduto due diversi Tamagotchi e abbandonato un Furby in autostrada. Mentre cresceva i pixel rimpicciolivano, mentre leggeva ha iniziato a scrivere. E ora eccolo qua, dopo un salto nello spaziotempo atterra su Everyeye, ma già da tempo è su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Gli HB Studios sono dei veri artigiani del software, gente che non disdegna sporcarsi le mani lavorando quasi esclusivamente su porting di ogni genere. Dal 2000, anno della sua fondazione, ad oggi, questa software house canadese ha lavorato dietro le quinte per portare i giochi EA Sports sulle piattaforme meno in voga, anche con ottimi risultati. È grazie agli HB Studios se lo scorso anno Madden è arrivato anche su PsVita e Wii, è grazie a loro se Fifa 11 esiste anche su console Nintendo, è anche grazie a loro insomma che Electronic Arts riesce a sviluppare i suoi titoli sportivi su un grande numero di piattaforme diverse. Tra una conversione e l'altra, a volte c'è stato anche il tempo e il coraggio di sviluppare giochi in completa autonomia, ma sempre e solo su Pc. Il primo gioco costruito da zero dagli HB Studios ad arrivare anche su console (e quindi con un investimento alle spalle ben più cospicuo) è stato Rugby World Cup 2011: titolo carino ma troppo povero; questo però non gli ha impedito di vendere piuttosto bene, arrivando ad occupare persino la terza posizione dei giochi più venduti in Inghilterra. The Golf Club (in sviluppo su Pc, PlayStation4 e Xbox One, e da qualche settimana disponibile in “accesso anticipato” su Steam) è il secondo tentativo di mollare un colpaccio all'industria dei videogiochi, e questa volta dando il tutto per tutto, con una simulazione senza mezze misure, ma nemmeno circuiti su licenza, marchi Nike in ogni dove e le faccione dei golfisti più popolari del momento sulla confezione.

PRETENDO DEL GOLF INDIPENDENTE

Il golf indipendente è così, profuma di nobiltà, sigari e divani in pelle croccante, ma non disdegna l'arte dell'arrangiarsi. E The Golf Club rientra perfettamente nella parte, visto e considerando che include un potente editor di campi da golf, costruito per dare ai giocatori abbastanza tool per ricreare con estrema precisione non solo le loro fantasie più perverse, ma anche e soprattutto i campi da gioco più famosi del mondo. Tramite l'editor è possibile scegliere tra diversi temi base (tra cui foresta, montagna, deserto...) per poi personalizzarli plasmandone il terreno, innalzando colline o scavando depressioni, aggiungendo bunker scolpendone forma e profondità. Quando sarete soddisfatti del risultato, potrete aggiungere i dettagli: animali (alquanto statici a dire il vero), cascine, pontili e quel poco che ancora c'è a disposizione e che naturalmente è destinato ad aumentare.

In un click si possono caricare le proprie creazioni sui server di gioco, rendendole immediatamente disponibili anche agli altri giocatori, che potranno provarle e infine valutarle. Al momento, l'editor è già molto potente e versatile, facile e divertente da utilizzare, pecca ancora di varietà ma il gioco non è nemmeno alla versione 1.0, e le migliorie promesse riguardano anche questa importante parte di The Golf Club.

#GOLFCLUB

Non è una battuta scema: l'idea alla base di The Golf Club ricorda moltissimo quella che gli Evolution Studios stanno utilizzando per costruire il loro #Driveclub. L'aspetto social infatti è l'ossatura stessa di questo gioco di golf, e anche se la struttura di tornei ed eventi speciali è ancora avvolta dalla nebbia, il multiplayer di The Golf Club va ben oltre lo scambio di percorsi “fatti in casa”. Su ogni circuito in cui deciderete di testare le vostre abilità, potrete scegliere i vostri avversari proprio tra i giocatori che lo hanno già provato, e i cui colpi sono stati registrati in tempo reale dai server di The Golf Club. In pratica è come quando nei giochi di corse si scarica una “ghost car” altrui, solo che qui ad essere registrati e mostrati, sono i singoli colpi che portano a ciascun buca (ad essere visualizzata è solo la posizione e il movimento della palla, non il personaggio che rimarrà sempre e comunque invisibile). E se vi piace la diretta e odiate sentirvi soli, potrete anche decidere di mostrare sul percorso i colpi dei giocatori che stanno giocando attualmente sul vostro stesso circuito (peccato che nella versione ad accesso anticipato di Steam questa funzione ancora non sia stata abilitata).

LET'S SWING AGAIN

Sul campo da gioco The Golf Club non usa il classico sistema a “tre colpi” che spesso ha caratterizzato le simulazioni di golf, ma si basa sul sistema analogico che ha lentamente preso piedi grazie ai più recenti Tiger Woods PGA Tour di EA. In pratica la leva analogica del pad andrà a simulare lo swing della mazza, e più il movimento sarà netto e preciso, più il colpo sarà vicino alle intenzioni del giocatore (che non è detto che siano buone, eh...). Il sistema funziona molto bene, sia che utilizziate un pad Xbox (che su Pc è caldamente consigliato), sia che vogliate appoggiarvi al più classico mouse, la cui implementazione ci ha fatto tornare in mente lo sperimentale True Swing Golf per Nintendo DS, dove per colpire la pallina era necessario disegnare il colpo direttamente sul touch screen.

Non fatevi ingannare, anche se all'apparenza intuitivo, The Golf Club per essere “addomesticato” necessita da parte del giocatore una precisione ben più concreta che un Tiger Woods qualunque. Se lungo il percorso ve la potrete cavare anche grazie alla fortuna, sul green sarà difficile mentire sulle vostre reali capacità.

The Golf Club The Golf Club è un titolo molto interessante. Graficamente è ancora incerto e certamente non ottimizzato, ma il gameplay, come le sue funzioni super social, lo rendono un prodotto decisamente innovativo. L'editor promette percorsi infiniti, e la rete penserà a popolarsi di un numero altrettanto smisurato di avversari, per un simulatore che potrebbe davvero irrompere sul mercato come una tempesta, almeno per gli amanti di questo sport. Poi chi pratica davvero, potrà ricreare in pochi minuti una rappresentazione virtuale del suo club, per studiare meglio strategie e vie d'uscita e stupire il giorno dopo gli altri iscritti con i suoi colpi speciali. Forte no? C'è solo un grande difetto che al momento impedisce di consigliarvi di saltare a piè pari sul download di The Golf Club: costa 31,99 Euro in accesso anticipato... quasi come un gioco completo, e The Golf Club completo non lo è di certo. La versione finale era attesa per primavera, ma visto che con la versione pc siamo ancora in alto mare, è oramai scontato che dovremo attendere ancora qualche mese, specialmente per vedere le versioni console. Ma voi continuate a tenerlo sott'occhio, The Golf Club ha davvero i numeri per fare centro... anzi eagle, così rimaniamo in tema.

Che voto dai a: The Golf Club

Media Voto Utenti
Voti totali: 8
6.9
nd