Recensione 3D Space Tank

Sparatutto in 3D sviluppato da Q-games per Nintendo DSi

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Q-Games ritorna a pubblicare, dopo i piacevoli Reflective Missile e Space Tank, un nuovo software per Nintendo DSì, questa volta pescando nel passato del patrimonio dei titoli Nintendo. Dall'archivio della compagnia, la promettente software house ha recuperato niente di meno che X, uno sparatutto creato per Gameboy del 1992, che in un primordiale ambiente in 3D ci metteva nei panni del pilota di una piccola navicella spaziale corazzata, la VIXIV, nella lotta contro una minaccia aliena. Q-Games propone un seguito di questo gioco, 3D Space Tank, disponibile ora su Nintendo DSiWare al prezzo di 800 Nintendo Points.

The Story So Far

X era ambientato nell'anno XXXX: l'umanità sulla Terra rischia l'estinzione a causa di una profonda crisi energetica. Un gruppo di esploratori del cosmo viene mandato alla ricerca di una fonte di energia alternativa che possa risolvere l'emergenza. Si scopre che il pianeta Telenus 2 è ricco di Cristalli Energetici, una fonte d'energia molto potente. Ma il pianeta viene attaccato da forze aliene, e in sella alla nostra astronave abbiamo combattuto per ripristinare la pace ed offrire la salvezza alla terra.

Un impero galattico da debellare

3D Space Tank è il seguito diretto di X: avendo ristabilito la pace sul pianeta Telenus 2, il nostro eroe è partito per un viaggio che lo ha portato ad esplorare altri pianeti lontani. Dopo 20 anni, decide di ritornare dal suo Generale su Telenus, ma al suo ritorno scopre che molte cose sono cambiate: il Generale è diventato un perfido Imperatore, ed ora minaccia tutti i pianeti nelle vicinanze nella suo piano di conquista galattica. Solo con il nostro fidato mezzo di trasporto, l'astronave VIXIV ed il suo computer di bordo, potremo mettere fine ai malvagi piani dell'imperatore, partendo per un viaggio che ci porterà ad esplorare numerosi pianeti in cerca dei Cristalli D'energia, unica risorsa capace di dare speranza al futuro dell'universo.

Viaggio interplanetario

Il gameplay di 3D Space Tank si divide fondamentalmente in 2 parti: l'esplorazione dei diversi pianeti, ed il viaggio per raggiungerli. Una volta arrivati a destinazione potremo esplorare la superficie del pianeta con la nostra astronave. Per muoverci all'interno dell'ambiente tridimensionale dovremo utilizzare il touch screen della console: per accelerare e spostarci in avanti, dovremo trascinare il pennino verso l'alto, mentre per girare e tornare indietro basterà effettuare lo stesso movimento nella giusta direzione. Ogni tasto della console è adibito al fuoco, cosa che ci permette di comandare agilmente il gioco sia impugnando la console con la mano destra che con la sinistra. Durante la navigazione, incontreremo diversi nemici, da eliminare utilizzando i colpi dell'arma base, o utilizzando le armi secondarie (missili e bombe) che potremo fornire alla nostra astronave durante l'avventura. VIXIV è dotato di un sistema di scudi che ci proteggerà dai colpi del nemico: ogni volta che verremo colpiti, ci verrà sottratta parte dell'energia. Per non terminare la partita con la distruzione della nostra navicella potremo attendere che gli scudi si rigenerino automaticameente, o raccogliere particelle d'energia rilasciate dagli avversari distrutti. Oltre a muoversi sul terreno, VIXIV potrà anche spiccare il volo, per colpire così i nemici volanti e raggiungere oggetti posti in alto sulla mappa. Nell'avventura principale il computer di bordo ci assegnerà gli obiettivi da raggiungere, sparsi in diversi pianeti della galassia. Per raggiungere i target dovremo trovare il numero necessario di Cristalli D'Energia per aprire i portali che di ogni corpo celeste.
La seconda parte del gameplay riguarda lo spostamento tra un luogo e l'altro dell'universo: una volta attraversato un portale, inizierà una corsa contro il tempo all'interno di un tunnel. Per sopravvivere dovremo raggiungere la fine del percorso, ricco di ostacoli e nemici, entro lo scadere dei secondi. Lungo il viaggio dovremo sparare ai nemici e ai pannelli per raccogliere tempo extra e aprirci la strada verso il traguardo.
L'avventura è abbastanza longeva, tra le 5 e le 7 ore, visti i numerosi pianeti da esplorare, anche se dopo le prime ore di gioco, l'esperienza inizia a diventare leggermente ripetitiva: le missioni principali non sono poi così varie (elimina tutti i nemici, difendi un obiettivo, distruggi un boss), ed il backtraking tra in vari pianeti, senza possibilità di saltare ogni volta il viaggio nei tunnel, aumenta, oltre al tempo necessario per completare il gioco, anche il senso di noia. A diversificare i momenti di gameplay ci pensano però alcune missioni secondarie, che ci permetteranno di variare leggermente l'azione di gioco, e ci regaleranno punti preziosi, utili ad aumentare il nostro livello (da F a A) e potenziare così la nostra astronave.

3D Vintage

Il titolo originario da cui prende spunto 3D Space Battle era stato creato dallo stesso team responsabile di Star Fox per Super Nintendo, uno dei primi titoli che utilizzavano il chip grafico Super FX per ricreare un ambiente in tre dimensioni. Q-Games ha deciso di omaggiare questo stile riproponendo una visuale grafica molto simile ai due titoli. Gli oggetti presenti sullo schermo presentano uno stile molto minimalista: non è presente nessuna texture applicata ai modelli, e tutti gli ambienti saranno caratterizzati dall'utilizzo di due colori principali, usati per il suolo, il cielo, le strutture architettoniche ed i nemici. Anche se alcune scelte non risultano propriamente felici, dal momento che non riescono a differenziare sufficientemente gli elementi tra di loro, l'effetto finale risulta di grande stile. Da notare la presenza di diversi effetti grafici applicati al nostro visore.
La colonna sonora è un altro punto a favore del DSiWare: la software house ha già dimostrato di saper creare soundtrack molto orecchiabili e perfettamente adattabili ai diversi momenti di gioco. Anche in 3D Space Tank le tracce saranno caratterizzate da uno stile cyber punk che si esprime in motivi coinvolgenti e di grande effetto.
I comandi di gioco, benché abbastanza semplici richiedono un oretta prima di riuscire ad essere padroneggiati, e se proprio vi troverete in difficoltà nell'utilizzare il touch screen, il titolo offre un sistema di controllo più tradizionale, che farà affidamento ai soli tasti del Nintendo DSi.

3D Space Tank 3D Space Tank conferma la grande cura dei particolari che Q-Games ripone nei suoi prodotti: in questo piccolo software per DSiWare viene perfettamente riprodotto lo stile e gli ambienti del titolo originale da cui trae ispirazione. L'azione di gioco si dipana abilmente tra fasi sparatutto in ambienti 3D, e frenetiche sessioni dal gusto arcade (le corse contro il tempo dei viaggi interplanetari). Peccato per un backtracking che fa sentire il peso di una ripetitività eccessiva, insieme ad una scarsavarietà delle missioni di gioco. Tuttavia il titolo rimane perfettamente godibile, capace di regalare diverse ore di divertimento senza mai annoiare troppo.

8

Che voto dai a: 3D Space Tank

Media Voto Utenti
Voti totali: 26
6.7
nd

Altri contenuti per 3D Space Tank