Recensione Affonda la Flotta

Ubisoft, dopo essersi dedicata al videogame ufficiale di UNO, digitalizza anche la Battaglia Navale, ora disponibile con il titolo Affonda la Flotta.

Versione analizzata: Playstation 4
recensione Affonda la Flotta
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PS4
  • Xbox One
Giovanni Calgaro Giovanni Calgaro è avvocato per sbaglio, ma tuttologo per passione, cresciuto a pane e videogiochi sin dalla più tenera età. Allevato da un commodore 64 non ha mai smesso di stupirsi per l'immensità della forma d'arte videoludica, tanto da sentire molto presto il bisogno di sfruttare l'amore per la scrittura per raccontare, far conoscere ai più e condividere questa meravigliosa passione. Potete sempre trovarlo su Facebook e Twitter, sempre che non sia in qualche aula di tribunale.

Battaglia Navale è un gioco senza tempo. Oggi vengono commercializzate le versioni da tavolo, con le loro regole ratificate, ma vi ricordate quando bastavano un foglio di carta e una penna, magari durante le noiosissime ore di lezione? Coordinate bisbigliate compulsivamente da un banco all'altro costituivano il classico sottofondo di un giorno di scuola qualunque. Ubisoft, dopo essersi dedicata al videogame ufficiale di UNO, vuole "digitalizzare" anche questa esperienza, grazie ad una partnership con l'indiscusso colosso dei giocattoli Hasbro, che detiene molti dei marchi leggendari come Monopoly, Risiko! e Trivial Pursuit. Con l'avvento del servizio digitale Hasbro Game Channel i titoli sopracitati hanno, per così dire, fatto il salto di qualità, approdando nei marketplace digitali dei maggiori competitor sul fronte console. Mancava solo Battaglia Navale. Anzi, Affonda la Flotta. Prese armi e bagagli, siamo salpati alla ricerca del nemico con una enorme quantità di segnalini bianchi e rossi in stiva.

B-7. Colpito? Mah, non mi fido

Con Affonda la Flotta, il team di sviluppo non ha voluto strafare o proporre qualcosa che uscisse troppo dalla tradizione. L'idea, di fondo, resta sempre la stessa: scovare e affondare la flotta di navi nemiche prima che lo faccia l'avversario. A farla da padrone sono, ovviamente, le due scacchiere composte da cento caselle (10 per 10) in cui voi e il vostro avversario schiererete la flotta. Quest'ultima, secondo quanto previsto da questa edizione curata da Frima Studios, si compone di una portaerei, una corazzata, un cacciatorpediniere, un sommergibile e un guardacoste. Ogni nave occupa un ben determinato numero di caselle; ad esempio la portaerei è quella più ingombrante, con ben cinque spazi occupati, mentre la più piccola è la guardacoste con due. Proprio come si faceva un tempo, studiare attentamente il posizionamento delle vostre forze potrà permettervi di sopravvivere più a lungo, mentre tenterete di scovare la flotta nemica a colpi di bordate. La classica struttura viene mantenuta invariata anche se, per ravvivare un'esperienza di gioco che dopo le prime partite avrebbe potuto soffrire di una certa monotonia, sono state introdotte delle varianti che modificano quanto basta il titolo per donargli quel pizzico di strategia in più e dare un senso anche al singleplayer. Affonda la Flotta infatti si presenta con due modalità distinte: la modalità Classica, in cui i due contendenti si affronteranno secondo le regole canoniche con un'azione a testa per turno, e la modalità Clash at Sea. Proprio questa rappresenta il bocconcino più succulento della produzione targata Ubisoft e ne arricchisce la struttura portante. In sostanza, in Clash at Sea ogni giocatore possiede due tipi di risorse che si ricaricano automaticamente: "localizzazione" (caratterizzata dal colore bianco) e "attacco" (nel classico rosso). Ad ogni nuovo turno i giocatori guadagnano sei unità ciascuno; le risorse non spese in quello precedente vengono sommate alle nuove, consentendo così un ventaglio più ampio di possibilità tattiche oltre alla mossa "normale". Ogni nave possiede due abilità speciali il cui costo varierà a seconda della potenza dell'imbarcazione. Utilizzando, ad esempio, cinque punti "localizzazione" la portaerei vi permetterà di svelare in un sol colpo una porzione di mappa, mentre con sei punti "attacco" è possibile ordinare al sommergibile di lanciare due siluri che percorreranno in linea retta quattro caselle per turno. Nel caso, però, che una vostra nave venga affondata, le abilità ad essa associate non potranno più essere utilizzate; per questo diviene fondamentale non solo il furbo posizionamento della flotta, ma anche l'oculata gestione delle risorse a vostra disposizione. Il titolo, inoltre, prevede quattro flotte giocabili, diverse non solo sotto il profilo estetico (personalizzabile sbloccando le skin tramite le ricompense di Ubisoft Club), ma anche per ciò che concerne lo stile di gioco.

A seconda della fazione prescelta variano infatti i costi per utilizzare le diverse abilità: gli orchi e i pirati possono contare su costi più contenuti e permettono di lanciare abilità con maggior frequenza, mentre i Tech sono potenzialmente devastanti ma lenti nel raggiungere la quantità di risorse necessaria per l'artiglieria pesante. Provando a lungo il titolo, possiamo dire che l'impianto regge abbastanza bene anche se il bilanciamento ogni tanto risente della sproporzione tattica di alcune abilità.

Aye aye, Sir!

Affonda la Flotta, per sua stessa natura, è un prodotto da giocare in compagnia. Il titolo Ubisoft prevede, in effetti, il multiplayer online e locale. Fa un po' ridere giocare sullo stesso schermo, dato si fatica a raggiungere l'agognata segretezza e i giocatori dovrebbero (usiamo il condizionale, sappiamo tutti come vanno le cose) distogliere lo sguardo durante il turno avversario. Ad ogni modo, online il titolo riesce a divertire anche se, purtroppo, la community latita e i server sono quasi sempre deserti. Di fronte alla penuria di avversari umani, vi potete comunque gettare anima e corpo sulla Campagna, che conta trenta stage con condizioni di vittoria sempre diverse di difficoltà crescente, in grado di impegnarvi per qualche ora e aggiungere un po' di carne al piatto.

Come dicevamo poco fa, Affonda la Flotta consente di personalizzare l'aspetto delle proprie imbarcazioni; ciò rappresenta l'unica "frivolezza" di un'opera davvero minimalista. La necessità di mantenere l'attenzione dei giocatori sulle due griglie poste nella parte bassa dello schermo ha forse limitato la fantasia del team di sviluppo, che si è concentrato sulla realizzazione delle due tabelle "d'acqua". Ad ogni modo, l'obiettivo di creare una mappatura dei comandi intuitiva e una schermata di gioco estremamente semplice è stato - possiamo dirlo - centrato il pieno. Tutto questo, comunque, a scapito dell'estetica. Il titolo dello studio canadese non sarà ricordato per la sua bellezza ma, tutto sommato, svolge senza particolari problemi il proprio dovere. Le animazioni si attestano su un livello elementare e, dopo un po', annoiano per la loro ripetitiva. Tra l'altro non solo non è possibile saltarle, ma fanno perdere secondi preziosi al giocatore in quanto il timer (un minuto e mezzo per ogni turno) continua a scorrere imperterrito anche durante gli intermezzi. Anonima, infine, la colonna sonora che molto probabilmente vi farà abbassare il volume del televisore dopo poche partite.

Affonda la Flotta Frima Studios e Ubisoft tentano di reinventare un classico senza tempo riuscendoci solo a metà. La modalità Clash at Sea è sicuramente la più riuscita dell'intera offerta ludica proposta da Affonda la Flotta, e riesce a donare un'insperata vivacità e longevità a una formula di gioco per sua stessa natura estremamente limitata. Purtroppo la stessa sopravvivenza di un titolo di questo genere si fonda sulla presenza attiva della community che, nel momento attuale, latita, lasciando i server desolatamente deserti per la maggior parte del tempo. Inoltre, sotto il profilo dei contenuti e del design generale, la produzione targata Ubisoft si adagia sul classico "minimo indispensabile". Tralasciando la particolarità del titolo, di certo si poteva fare di più.

6.8

Che voto dai a: Affonda la Flotta

Media Voto Utenti
Voti totali: 3
6.7
nd

Altri contenuti per Affonda la Flotta