Recensione Affordable Space Adventures

Dalla collaborazione tra KnapNok Games e gli sviluppatori di Knytt Underground e NightSky, nasce un ispirato action/puzzle bidimensionale, che sfrutta in maniera finalmente originale il GamePad del Wii U.

Versione analizzata: Wii U
recensione Affordable Space Adventures
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Wii U
Andrea Dresseno Andrea Dresseno ha iniziato a giocare alle elementari, prima a scrocco, poi si è reso autonomo. Scrive di videogiochi da quasi vent'anni, ma nel mezzo ci sono state alcune pause di riflessione: durante una di queste ha dato vita all'Archivio Videoludico, per cui ora si dedica anche alla conservazione del medium. Si dice sia nintendaro, ma non esistono prove. Lo trovate su Facebook.

Il 20 luglio 1969, alle ore 20:18, l’Apollo 11 toccava la superficie lunare. Sei ore più tardi, Neil Armstrong sarebbe stato il primo uomo a passeggiare sulla Luna, per quanto ancora oggi qualcuno sostenga sia stato tutto un bluff, ma questa è un’altra storia. Quell’evento fu seguito in diretta da milioni di telespettatori: si concretizzava un sogno: toccare con mano la Luna. Erano gli anni della rincorsa allo spazio, della competizione tra Stati Uniti e URSS. La cosiddetta era spaziale era già iniziata da più di una decina d’anni e lo stile Space Age influenzava cultura e design. Il pianeta Terra stava forse diventando troppo piccolo e banale per gli umani? Il fascino dell’ignoto vinceva sulla noiosa routine quotidiana? O era solo una gara a chi arrivava più lontano?
Grazie a Uexplore anche tu puoi diventare un esploratore spaziale. Uexplore offre comodi pacchetti viaggio e moderne navicelle spaziali per consentire ai comuni cittadini di fare a gara con Armstrong. Lui è arrivato sulla Luna, ma tu puoi arrivare ben più lontano, su Spectaculon. Chiama il numero verde e approfitta di ogni comodità: Spectaculon è un pianeta sicuro che aspetta solo di essere esplorato.

MAI FIDARSI DELLA BROCHURE

Viaggiare con Uexplore è conveniente, lo dice la pubblicità e persino il titolo, Affordable Space Adventures. Ma all’arrivo su Spectaculon qualcosa va storto: sul GamePad appaiono messaggi d’errore, il programma si riavvia, l’interfaccia stile Windows si resetta. Guardando fuori dal finestrino, attraverso il televisore, Spectaculon sembra tutto tranne che un pianeta ospitale. Volevi fare l’esploratore? Dovevi mettere in conto qualche imprevisto.
Affordable Space Adventures nasce dalla collaborazione tra KnapNok Games - autori dell’originale Spin the Bottle - e gli sviluppatori di Knytt Underground e NightSky, i ragazzi di Nifflas’ Games. Ed è un titolo curioso, non solo per l’ironia con cui vi lancia nelle profondità spaziali, alla scoperta di un pianeta misterioso, ma soprattutto perché sfrutta il GamePad di Wii U in maniera intelligente. Anzi, diciamo proprio che lo sfrutta e basta, cosa che il 90% dei giochi non si degna di fare su Wii U, non con questa portata quantomeno. Un titolo third party che sfrutta il GamePad, più unico che raro.


PILOTI ALLA DERIVA

La vostra navicella si ritrova su un pianeta oscuro e in apparenza minaccioso. Per prima cosa accendete il motore pigiando l’apposito tasto sul touchscreen. Sembra di avviare un’utilitaria; se poi suonate il clacson, l’impressione di aver tra le mani un catorcio si rafforza. Non abbiate timore, la navicella Uexplore è sicura e all’avanguardia. Accendete anche lo scanner, per guardarvi intorno. Ora potete decollare. Nei primi livelli la scoperta del pianeta va di pari passo con quella del vostro velivolo. Progressivamente si sbloccano sullo schermo del GamePad nuove caratteristiche: il sistema a propulsione, che consente di regolare la velocità del velivolo; il creatore di massa, che ne modifica il peso e si rivela utile nelle situazioni acquatiche; lo stabilizzatore, che rende più precise le manovre. Nel giro di pochi livelli lo schermo del GamePad si riempie di interruttori, in particolare quando al motore a carburante si aggiunge quello elettrico, o ancora quando entrano in scena i diversi tipi di atterraggio. Alcune spie indicano la quantità di calore, elettricità e suoni emessi: sembra un vezzo, ma su Spectaculon è di vitale importanza. Giocando ad Affordable Space Adventures si finisce a fantasticare: quanto sarebbe figo un gioco di robottoni che sfruttasse il GamePad nella stessa maniera, riempiendo lo schermo di pulsanti e interruttori? Anche perché nel gioco ogni caratteristica è regolabile e muoversi sul pianeta richiede una gestione continua dei parametri. Risolvere i puzzle ambientali implica insomma una certa dose di strategia. Come non bastasse, su Spectaculon non siamo esattamente soli.


NON SIAMO SOLI NELL'UNIVERSO

Sparsi tra la superficie e le gallerie del pianeta ci sono numerosi artefatti meccanici pronti ad attivarsi al nostro passaggio. La progressione è scandita quindi non solo dai soliti puzzle che richiedono di attivare interruttori, ma anche dall’interazione con questi artefatti, naturalmente pericolosi e pronti a distruggere la navicella. Una volta scansionati è possibile vedere su schermo la loro area d’azione, per evitarla nel caso, oppure per trovare il modo migliore per attraversarla incolumi. Gli artefatti sono sensibili a calore, suono ed elettricità. Ognuno di questi parametri viene alimentato dai dispositivi in dotazione nella navicella. Abbassare la velocità, col motore a carburante, diminuisce suono e calore emessi. Lo stabilizzatore ha un impatto sull’elettricità utilizzata, così come lo scanner. Ogni nemico richiede quindi di agire con astuzia sui parametri: l’esplorazione cede il passo alla strategia e l’impressione è davvero quella di essere piloti alle prese con le avversità spaziali. Affordable Space Adventures non poteva che essere concepito su Wii U e dal punto di vista dell’interfaccia il risultato è affascinante.

IL PESO DELL'INTERFACCIA

GamePad alla mano, l’atmosfera che si respira è diversa dal solito action-puzzle. Il titolo ha un ritmo più lento, quasi pacato: l’esperienza si gioca tra lo schermo del pad e quello del televisore, l’attenzione viene costantemente rivolta ai due schermi e la concentrazione è necessaria per proseguire. La componente gestionale del velivolo rende la progressione originale: si ha realmente l’impressione di essere esploratori al comando di una navicella. Senza GamePad, il fascino dell’avventura sarebbe venuto meno e il gioco avrebbe rischiato di finire nel dimenticatoio.

A dimostrazione che un’interfaccia sfruttata a dovere può fare la differenza, che un’interfaccia azzeccata può contribuire a rendere credibile e intrigante il contesto di gioco. Essere esploratori non sarà sempre facile. In alcuni frangenti comprendere come agire sulle proprie statistiche per superare determinati artefatti non si rivelerà un gioco da ragazzi, anzi. Fortunatamente i checkpoint sono frequenti, per cui si tratta solo di riprovare ad oltranza. Può essere frustrante, ma la soluzione è (quasi) sempre dietro l’angolo. In ogni caso, per ovviare alla frustrazione, è possibile in qualsiasi momento abbassare il livello di difficoltà: questo significa, per esempio, meno artefatti con cui avere a che fare. Qualche picco di difficoltà diventa forse necessario, anche perché l’avventura non è troppo longeva. Accorre però in aiuto la modalità co-op in locale: un giocatore pilota la navicella, uno governa lo scanner, l’altro armeggia con motore, stabilizzatori e quant’altro. In questo caso comunicare non è solo importante, ma vitale. Uexplore vi augura buon viaggio!

Affordable Space Adventures Affordable Space Adventures rende inizialmente un po’ tristi. Il GamePad avrebbe un potenziale immenso, perché è stato finora sfruttato così poco? Fortunatamente ci hanno pensato i ragazzi di KnapNok e Nifflas’ Games: il loro titolo non poteva che essere concepito su Wii U e il risultato è affascinante e accattivante. Esplorare pianeti misteriosi non è certo una novità in ambito videoludico; grazie al GamePad, tuttavia, l’atmosfera che si respira in Affordable Space Adventures è diversa dal solito action-puzzle. Sullo schermo del pad compaiono interruttori, pulsanti e statistiche. La componente gestionale del velivolo rende la progressione originale: si ha realmente l’impressione di essere esploratori al comando di una navicella. La gestione del velivolo incide non solo sul ritmo, più pacato e appunto esplorativo, ma anche sulle meccaniche di gioco: risulta infatti necessario armeggiare col motore e con le caratteristiche del velivolo per evitare i nemici. La componente esplorativa lascia spazio a una discreta dose di strategia, la stessa che sarebbe richiesta a un vero e proprio comandante. Affordable Space Adventures è la dimostrazione che Wii U avrebbe ancora molto da dire, se solo gli sviluppatori si prendessero la briga di sfruttare il GamePad a dovere.

8

Che voto dai a: Affordable Space Adventures

Media Voto Utenti
Voti totali: 5
7.6
nd