Recensione ArmA 2: Army of the Czech Republic

Il canto del cigno di Bohemia Interactive

Arma 2

Videorecensione
Arma 2
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc

Uscito in sordina lo scorso 13 settembre su Steam, il DLC "Army of the Czech Republic" del celebre ed ostico ArmA 2 rappresenta il cosiddetto canto del cigno o, ancor meglio, congedo con onore, di un prodotto sì criticato per bug e curva d'apprendimento ripidissima, ma anche amato alla follia dagli appassionati di simulazioni belliche (con la S maiuscola), tanto da esser adottato in reali corsi d'addestramento militare attraverso versioni ad hoc. Sviluppato da Bohemia Interactive durante la produzione dell'attesissimo ArmA 3, quest'ultimo addon per ArmA 2 - attualmente disponibile nello store di Valve per 8,99 Euro - è, inoltre, una sorta di tributo alla patria degli sviluppatori (la Repubblica Ceca) ed un ultimo regalo, si fa per dire, ai fan dei creatori dell'originale Operation Flashpoint, comunque coccolati sin dall'uscita del gioco (2009) grazie ad espansioni corpose come Operation Arrowhead ed all'ottimo supporto per editor e mod. Prima di addentrarci nell'analisi del DLC, in verità un poco avaro di contenuti, è doveroso sottolineare che esso non aggiunge nulla dal punto di vista prettamente qualitativo all'esperienza ludica, ma ha un solo scopo quantitativo. Il gameplay, il comparto tecnico e la struttura di gioco sono esattamente i medesimi che potete trovare accuratamente analizzati nelle nostre recensioni di ArmA 2 ed ArmA 2: Operation Arrowhead.

L'orgoglio della Repubblica Ceca

E' indubbio che al di fuori dei patri confini il fascino intrinseco dell'esercito della Repubblica Ceca sia, diciamolo candidamente, un poco "flebile"; tuttavia ciò che più sta a cuore ai fan del gioco è potersi gettare a capofitto in una nuova campagna ed avere a disposizione contenuti freschi da sfruttare online. Army of the Czech Republic, per quanto concerne il single player, offre una campagna di 15 missioni - denominata Silver Lion - che ci mette nei panni di alcuni soldati della Repubblica Ceca (forze regolari e forze speciali) con lo scopo di riportare l'ordine nelle fittizie nazioni di Bystrica, Bucovina e in una porzione del Takistan, regioni sconvolte dalla guerra civile appena conclusa ma ancora terrorizzate dal colonnello Mijovic, un criminale di guerra assetato di sangue. Sebbene le due mappe Bystrica e Bucotina vengano proposte come nuove, si tratta in realtà di riadattamenti della vecchia Chernarus, con la prima - di circa 100 km quadrati - caratterizzata da un lungo fiume e la seconda da un'area occupata principalmente da un campo d'aviazione, con un estensione di poco più di 10 km quadrati. Come sottolineato si tratta di mappe estrapolate da Chernarus il cui territorio è chiaramente ispirato ai paesaggi boschivi della Repubblica Ceca, mentre del desertico Takistan in questo DLC viene proposto un ritaglio dell'area sud occidentale, con un'ampiezza del 25% rispetto all'originale. Le 15 missioni della campagna, realizzate con l'editor del gioco, si sviluppano in modo analogo a quelle più semplici presenti nel prodotto di base e non presentano particolare profondità, sebbene alcune siano originali come quella in cui si deve seguire un cane per rintracciare i nemici.

L'aspetto narrativo, come da tradizione, è ancora una volta marginale e relegato alle comunicazioni via radio, riuscendo solo ad abbozzare una parvenza di storia. Tutto è studiato per lasciare la massima libertà di azione al giocatore, con obiettivi semplici ma infinite possibilità di portarli a compimento, grazie alla caratteristica anima sandbox del titolo dei Bohemia Interactive. Le principali novità di questa espansione risiedono nelle unità, nell'equipaggiamento e nei mezzi messi a disposizione del giocatore, alcuni dei quali inediti e realmente in dotazione all'esercito della Repubblica Ceca, mentre altri sono ripresi dal gioco originale e "griffati" dal tricolore bianco, blu e rosso della Cechia. Tra le armi citiamo l'ottimo fucile d'assalto CZ 805 BREN (con le sue varianti), la sub-machinegun CZ Scorpion EVO III e la pistola CZ 75 PHANTOM, mentre i nuovi veicoli sono addirittura 26, tutti pilotabili in prova nel campo di aviazione di Bucotina dove vengono fornite anche alcune informazioni su di essi. Tra i più interessanti vanno segnalati il furgone blindato Dingo (proposto nelle varianti con lanciagranate o mitragliatrice sul tetto), il jet L-159 ALCA prodotto dall'azienda ceca Aero Vodochody e l'APC Pandur II, ma vi sono anche carri armati, veicoli terrestri ed elicotteri sia da trasporto che da combattimento in grado di solleticare l'interesse dei giocatori più appassionati. I nuovi mezzi e gli equipaggiamenti sono realizzati con cura certosina ed incredibile fotorealismo, ma per poterne godere al massimo del dettaglio è necessario disporre di una macchina molto potente. Per quanto concerne il multiplayer non vi sono modalità o missioni specifiche legate a questo DLC, tuttavia grazie alla presenza dell'editor e del nuovo materiale sono già diverse quelle approntate e realizzate ad hoc dai giocatori più esperti di ArmA 2.

Arma 2 In attesa che vengano conclusi i lavori su ArmA 3 i Bohemia Interactive, con la pubblicazione del DLC Army of the Czech Republic, hanno voluto elargire un tributo alla propria nazione ed un ultimo sussulto alla nutrita fanbase di ArmA 2. Nonostante si tratti di un semplice aggiornamento quantitativo, il discreto numero di nuove armi e veicoli e la campagna estiva Silver Lion sono sufficienti per intrattenere i giocatori più appassionati della serie, che già ne stanno sfruttando gli elementi per creare nuove missioni da condividere in rete. Per circa 9 euro resta tuttavia un acquisto consigliato ai soli fan irriducibili della serie, vista l'enormità di contenuti e mod già disponibili gratuitamente.

7

Che voto dai a: Arma 2

Media Voto Utenti
Voti totali: 72
7.3
nd