Recensione Art Academy

Impariamo a disegnare grazie a questo software interattivo

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS

La grande famiglia della Touch! Generations, titoli per Nintendo DS e Wii dai connotati educativi o comunque indirizzati ad un pubblico diverso da quello dei videogiocatori incalliti, si arricchisce di un nuovo membro: Art Academy.
In realtà i più assidui frequentatori del DSi Shop avranno avuto modo di notare i due titoli della serie Art Academy, ognuno relativo ad un ipotetico semestre di un corso d'arte, ma ora anche chi non è dotato di un DSi o di un DSi XL potrà godersi i due giochi confezionati in un unico pacchetto e così imparare i rudimenti di varie tecniche pittoriche.

In classe!

Art Academy non è altro che uno strumento interattivo utile ad apprendere le nozioni fondamentali del disegno a matita e della pittura, completo di un'interfaccia che trasforma lo schermo tattile della console in una tela su cui mettere in pratica i consigli appena ricevuti.
A farci da insegnante troviamo Leo, un simpatico pittore che durante le varie lezioni ci dirà passo dopo passo quali strumenti scegliere e cosa disegnare, mostrandoci per primo ciò che poi dovremo fare in prima persona. Le lezioni sono strutturate dunque come una serie di informazioni, suggerimenti e indicazioni forniteci da Leo, inframmezzate dai momenti in cui mettere mano agli strumenti da disegno; il nostro insegnante si dilunga talvolta in spiegazioni piuttosto dettagliate su tecniche pittoriche, teoria della luce, vite di pittori famosi e altri argomenti, ma in questi casi il giocatore più impaziente può passare direttamente alla sezione successiva della lezione. Dal momento che man mano che si raggiungono lezioni più avanzate il tempo necessario per terminare un quadro si allunga, ogni lezione è suddivisa in diverse sessioni, con la possibilità di salvare i propri progressi fra una e l'altra.
Essendo un titolo educativo, Art Academy non valuta in nessun modo il nostro lavoro. Durante le lezioni è possibile andare avanti anche senza appoggiare la matita sulla tela, ed il gioco non tornerà indietro ad intimarci di eseguire quanto appena spiegato; è invece interesse e piacere del giocatore mettere in pratica man mano le lezioni di Leo e imparare facendo pratica. Le diverse sessioni sono ben strutturate, disposte in modo che la difficoltà sia crescente e che non sia richiesta mai una vera e propria vena artistica: basta avere voglia di seguire con pazienza le lezioni di Leo per rendersi conto che creare dei quadri piacevoli non è poi così difficile.

Matita alla mano

Oltre all'azzeccata struttura delle lezioni, ciò che rende Art Academy un titolo imperdibile per gli aspiranti pittori è l'ottimo risultato raggiunto dagli sviluppatori nel ricreare la sensazione data dal disegnare pur avendo a disposizione un touch screen che non è in grado di rilevare la pressione esercitata dal pennino. Grazie a degli ottimi accorgimenti basati sostanzialmente sulla rapidità con cui andiamo a disegnare, il titolo è in grado di interpretare il livello di pressione che sarebbe stato esercitato nella realtà, traducendolo nel giusto spessore del tratto a matita o della pennellata. Utilizzare le matite restituisce un feeling molto simile a quello percepito nella realtà. Seppur non potendo contare su di una precisione assoluta, tratteggiando i contorni proprio come insegnatoci da Leo potremo ottenere facilmente delle forme molto simili a quelle del soggetto del quadro.
Le mattite presenti sono tre, ognuna contraddistinta da una diversa durezza e quindi adatta a diversi momenti della creazione del disegno; inoltre di ogni matita può essere usata la punta per avere un tratto deciso oppure il dorso per avere un tratto più largo e morbido, adatto ad esempio alle ombreggiature. Anche la gomma viene usata per arricchire l'opera (non solo per cancellare eventuale errori), e se ne può usare il bordo o il dorso. Da notare che non è presente nessun tasto Undo, dunque ogni tratto entra a far parte per sempre dell'opera; per porre rimedio agli errori vanno usati gli stratagemmi usati dai veri pittori.
Quando si passa dal disegno alla pittura le opzioni sono ancora di più. I pennelli a disposizione di differenziano per il titpo di punta, rotonda o piatta, ed ogni tipo ha tre dimensioni diverse. Oltre a scegliere il pennello dovremo ovviamente selezionare il colore, ottenendo la gradazione desiderata mischiando i colori base dei tubetti a disposizione, proprio come faremmo nella realtà. Ad aggiungere spiragli creativi troviamo poi la possibilità di scegliere con quanto colore intingere il nostro pennello e la quantità di acqua in cui diluirlo. Tutte queste opzioni hanno senso dal momento che la pittura viene gestita in maniera molto realistica dal titolo. Passando col pennello su di un'area già dipinta, il nuovo colore andrà a mescolarsi con quello vecchio, in una maniera peraltro influenzata dalla direzione e dalla velocità della pennellata; usare molta pittura dunque ci permette di coprire più efficacemente zone già colorate, mentre abbondare con l'acqua è utile per ottenere un effetto acquerello. È davvero incredibile la sensazione restituita dal titolo, davvero molto vicina a quella che si avrebbe disegnando o dipingendo davvero, nonostante le pesanti limitazioni tecniche imposte dal touch screen della console.
Una serie di strumenti ci aiutano poi a riprodurre al meglio il soggetto del quadro. La griglia ci permette di riprodurre le forme base mantenendo inalterate le proporzioni del soggetto, mentre lo zoom (presente solo in un livello di ingrandimento) ci permette di essere più precisi nella riproduzione dei dettagli; è poi possibile decidere cosa visualizzare nello schermo superiore, ovvero il modello a cui ci stiamo ispirando, il quadro realizzato da Leo o quello che stiamo creando noi. I possessori di DSi o DSi XL possono usare come soggetto una foto scattata con la fotocamera della console e su cui possono essere applicati alcuni filtri.

Art Academy Art Academy uno dei titoli più lontani dal concetto di videogioco fra quelli della serie Touch! Generations, ma probabilmente è anche uno di quelli più si sono avvicinati all'obiettivo prefissato. Il titolo infatti si propone di insegnarci le tecniche base del disegno e della pittura, riuscendoci grazie ad una serie di lezioni interessanti e ben strutturate, ma soprattutto grazie ad un'interfaccia di disegno che è semplicemente la migliore possibile sull'hardware a disposizione. Insomma un titolo consigliatissimo a chi vuole imparare a disegnare o a chi ha interesse a comporre delle piccole opere d'arte sulla console Nintendo, sempre con la consapevolezza che non si tratta di un gioco quanto di un software educativo interattivo.

Che voto dai a: Art Academy

Media Voto Utenti
Voti totali: 30
6.4
nd