Recensione Asphalt 5

Da Gameloft, un eccezionale racing sulla scia di Burnout

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone

Le strade dei circuiti mondiali protagonisti della serie Asphalt stanno per essere percorse nuovamente grazie al quinto episodio disponibile su iPhone. Un nuovo design, tracciati completamente rivisti e un parco auto davvero folto sono le caratteristiche principali del quinto capitolo del gioco di Gameloft, caratterizzato da un gameplay immediato dal taglio prettamente arcade.  

Parola d'Ordine: Semplicità

Già lo scorso anno Asphalt 4 ha incollato agli schermi del melafonino migliaia di utenti, affascinati dalla maneggevolezza di gioco, garantita da un'interfaccia comandi tanto semplice quanto immediata e soprattutto che sfrutta al massimo la precisione intrinseca all’accelerometro di iPhone.
Peculiarità ancor più  esaltate da quest'ultima release, dal momento in cui prendere confidenza con il sistema di guida risulta sempre più alla portata di tutti, anche dei meno avvezzi del genere. Intatti quindi i comandi: il giocatore può scegliere se sfruttare totalmente i movimenti di iPhone e un tasto virtuale come freno, o utilizzare un volante virtuale con relativi pedali.
Tre le modalità di gioco presenti in Asphalt 5: corsa libera, carriera e multigiocatore.  
Il vero cuore del gioco è  posizionato nella modalità Carriera, sezione in cui il pilota è chiamato ad affrontare un buonissimo numero di eventi in ogni circuito, i quali rientrano nelle placide categorie della Corsa Normale, Corsa a Tempo, Duello e Inseguimento. Se le modalità Corsa non hanno bisogno di presentazioni, le restanti due meritano di essere approfondite: in Duello la sfida si consuma in un testa a testa contro un singolo pilota, mentre in Inseguimento si vestono i panni delle Forze dell’Ordine allo scopo di eliminare un determinato numero di avversari.
Oltre alle mere gare, il giocatore può spendere il suo tempo nel Garage personale, luogo in cui è possibile elaborare le auto sbloccate e comprate. La sessione di tuning si basa su tre macro aree modificabili: motore, controllo e nitro, ramificate poi in un nutrito numero di opzioni: si va dal potenziare il sistema di aspirazione, alla marmitta, passando poi per una sistemata ai freni o un power-up al Nitro, il tutto per un totale di dieci voci.
Sempre all’interno del Garage l’utente si trasforma in artista grazie all’utilizzo di vernice e decalcomanie da applicare all’auto, in modo da rendere inconfondibile l’amata quattro ruote.  
 
Il connubio donne e motori è ormai di casa in Asphalt, e come di norma alcune modelle in carne e ossa vengono affiancate ai bolidi digitali: ogni ragazza regala un bonus diverso al pilota, garantendo quindi una piccola componente strategica associandola a filmanti e immagini ritraenti le davvero stupende pulzelle.  
Il gioco in rete non può  certo mancare in Asphalt 5 e il titolo sfrutta pienamente sia il collegamento bluethoot che il servizio Gameloft Live nel net, garantendo così sfide davvero accattivanti. Accademia Asphalt mette a disposizione degli utenti una sfida settimanale, in cui lo scopo è completare il circuito preso in esame in meno tempo possibile e utilizzando un'auto predefinita. Ogni tempo viene memorizzato sul server, in modo da avere sempre a disposizione la classifica mondiale e la propria posizione.
Corsa Online porta il proprio garage su Internet e le sfide sono basate sul proprio avanzamento nella modalità Carriera, sia a livello di circuiti disponibili che automezzi. Sfidare un amico o un giocatore di qualsiasi parte del mondo con la propria creazione regala sempre ottimi momenti di esaltazione.
Ogni gara prevede un numero di punti in palio, i quali fungono da variabile per organizzare poi la classifica mondiale.  

Prova su Strada

Senza troppi indugi entriamo in una partita veloce, scegliamo un'auto modesta (tale Bugatti Vetron 16.4) e optiamo la pista localizzata a Roma, una delle dodici disponibili; conto alla rovescia e la gara ha inizio. Essendo un gioco Arcade, Asphalt 5 regala al giocatore una dose di goliardia pura grazie alla sensazione di velocità ricreata in maniera davvero convincente. Le curve sono zeppe di icone da raccogliere, mutate poi nella possibilità di attivare il classico Turbo, costante in tutti i giochi arcade che esplorano il mondo delle quattro ruote.



Le strade romane sfrecciano alternando curve limitrofe al Colosseo e all’Arco di Costantino, ma il tempo di ammirare i dettagli grafici è poco, e concentrarsi sulla gara è doveroso, dato che Asphalt 5 si consuma in gare clandestine e oltre agli avversari bisogna guardarsi anche dalla polizia. Sul display infatti è sempre visibile una barra con icone a forma di stelline, ognuna delle quali indica una volante alle nostre costole. Scegliere tra il fare a sportellate o darsi alla fuga è sempre un amletico dilemma, ma stringere la madama al muro e farla schizzare in aria in perfetto stile Burnout, commento a caratteri cubitali su schermo incluso, lascia al pilota quel pizzico di soddisfazione impagabile. Lo stesso trattamento è possibile riservarlo ai corridori avversari, guadagnando così posizioni preziose anche con metodi non troppo eleganti. Ma, notoriamente, il fine giustifica i mezzi.  

Tra carrozzeria e vernice

Il comparto tecnico di Asphalt 5 riesce a superare la beltà grafica e sonora del suo predecessore, vera e propria impresa dato che già nel quarto episodio i poligoni e le texture hanno sempre dato la parvenza di sfruttare al massimo le caratteristiche hardware di iPhone. I tracciati alternano locazioni cittadine con zone meno frequentate ma mantenendo la costante attenzione ai dettagli che accompagna tutta l’esperienza di Asphalt. Auto comprese, dato che i modelli digitali si avvicinano paurosamente alle controparti reali. La vera chicca risiede nella sensazione di velocità data durante una gara, davvero convincente in ogni frangente.
I soundtrack presenti in Asphalt5 si amalgamano perfettamente all’aria che si respira nel gioco e i suoni ambientali risultano sempre ispirati; è comunque possibile accedere alla propria libreria audio e ascoltare i brani preferiti.  

Asphalt 5 Gameloft sforna ancora una volta una pietra miliare, da possedere assolutamente nella libreria software di ogni iPhone. Esperienza sempre gratificante e mai banale, grazie al buonissimo numero di modalità inserite e ad una longevità particolarmente duratura una volta connessi al servizio Gameloft Live.  

8.5

Che voto dai a: Asphalt 5

Media Voto Utenti
Voti totali: 59
7.4
nd