Nioh (Patch 1.06) Oggi alle ore 17:00

Vi mostriamo le nuove missioni di Nioh!

Recensione Assetto Corsa - Versione Console

A quasi due anni dall'esordio su PC, Assetto Corsa di Kunos Simulazioni arriva finalmente su console: abbiamo provato la versione PlayStation 4.

Assetto Corsa

Videorecensione
Assetto Corsa
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One

Non è certo il coraggio a mancare a Kunos Simulazioni: dagli esordi di un decennio fa con netKar Pro, titolo-culto per tutti gli appassionati di simulatori di guida, fino all'arrivo di Assetto Corsa per PC, prima in early access su Steam, poi con la versione definitiva a partire dal dicembre 2014, la software house italiana è riuscita a resistere in un segmento sempre più avaro di titoli degni di nota. L'ormai abusato adagio, purtroppo non lontano dalla realtà, recita da anni il de profundis per i simulatori duri e puri, prodotti di nicchia, certo, ma un tempo in grado di scaldare anche le platee medio-grandi, dai capolavori firmati Papyrus (la serie NASCAR Racing e Grand Prix Legends su tutti), passando per il mitico Geoff Crammond e i suoi Grand Prix, fino a Richard Burns Rally. Oggi il panorama è infinitamente meno ricco, tenuto in vita da poche realtà ben circoscritte. Escludendo l'irriducibile artigianato dei modder, ancora attivi su titoli in alcuni casi vecchi di quasi vent'anni, i grandi nomi si sono via via sganciati dal settore, preferendo prodotti nella migliore delle ipotesi a metà strada tra arcade solido e blanda simulazione. Fanno parzialmente eccezione Project CARS e il recente Dirt Rally, col quale Codemasters è tornata a strizzare l'occhio a tutti quegli appassionati di realismo che col passare del tempo avevano ormai perso le speranze. E poi c'è Kunos... Si parlava in apertura di coraggio, e del resto, pubblicare un simulatore su console, dopo l'applauditissimo esordio su PC, denota sicuramente un certo grado di temerarietà. C'è voluto un po', con qualche slittamento nella data di pubblicazione, ma alla fine Assetto Corsa, in una versione quanto più fedele alla sua prima incarnazione, è oggi qui di fronte a noi, pronto a rombare e sgommare dall'hard disk di una PS4.
Chi è cresciuto a pane, Gran Turismo e Forza Motorsport resterà forse deluso dal numero di vetture e piste disponibili in Assetto Corsa: pur presentando in un unico pacchetto quasi tutti i DLC usciti per PC (esclusi per il momento Japanese Pack e Red Pack), la versione console del titolo italiano non può certo competere coi supermercati automobilistici di cui sopra. I numeri sono comunque di tutto rispetto e comprendono 20 marchi ufficiali, per circa un centinaio di modelli, e 26 tracciati, varianti incluse. Tra gloriose Formula 1 degli anni '60 e '70, moderne supercar, circuiti storici quali il vecchio Nurburgring e la sopraelevata di Monza, la sempre spettacolare Brands Hatch e molti altri, l'offerta non può che solleticare il palato di qualsiasi amante del motorsport. Le modalità di gioco sono le ormai classiche gare veloci, weekend completi, time attack e hotlap. Se la carriera, aggiunta forse più per motivi di appetibilità commerciale che per effettive ragioni contenutistiche, non impressiona per la sua struttura (27 livelli complessivi, dalle piccole Abarth alle Formula 1), il resto del pacchetto soddisfa tutte le principali richieste degli utenti. Ricompaiono gli eventi speciali, dove, su vetture e tracciati predefiniti, dovremo affrontare sfide di vario genere. Peccato per l'esclusione su console delle drag race e dell'hillclimb, due interessanti modalità viste su PC ma non confermate nel salto di piattaforma. Torna invece il drifting, in tutta la sua cafona spettacolarità. Completa l'offerta l'immancabile multiplayer online, che tuttavia mentre scriviamo non è ancora accessibile. Previste corse fino a 16 giocatori con weekend completi di gara.

Simulazione di razza

Tutto molto bello, dirà con una certa impazienza il pilota virtuale abituato a pochi fronzoli e tanta sostanza, ma quando si corre? Al di là degli aspetti di contorno, comunque necessari per trasformare un programma professionale in un'esperienza ludica a tutto tondo, è al volante che un titolo quale Assetto Corsa cala il poker, ponendo un abisso tra sé e gli altri racing presenti sulla piazza. Si parlava in precedenza del passaggio tutto sommato indolore tra PC e console: se altrove, e lo vedremo, il porting non è riuscito a nascondere qualche evidente smagliatura, nella riproposizione del modello fisico l'Assetto Corsa per console non ha nulla da invidiare alla sua controparte. La sensazione di avere tra le mani una vera automobile, con tutti i suoi cavalli, è impagabile. L'inerzia, il comportamento delle sospensioni, il grip, il bilanciamento dei pesi in frenata e accelerazione, tutto è ricreato con un livello di realismo senza pari. Banalmente, basterebbe osservare un replay dalla visuale televisiva e paragonarlo a quanto offerto, per esempio, dal recentissimo F1 2016, per rendersi conto di quanto il comportamento delle vetture sia fisicamente realistico. Un lavoro coi fiocchi, ancor più apprezzabile quando si apre il menu di configurazione dell'assetto, un vero luna park per chi ama la regolazione fine: pressione delle gomme, campanatura, escursione delle sospensioni, lunghezza dei rapporti del cambio, incidenza degli alettoni e chi più ne ha più ne metta. Ovviamente, ogni singola regolazione andrà a influire sulle nostre prestazioni in pista, e solo lunghe sessioni di test daranno il verdetto definitivo sul setup ideale. Per apprezzare al meglio il lavoro di Kunos, quasi scontato dirlo, sarà necessario togliere tutti gli aiuti alla guida e magari farsi un giro di pista con volante e pedaliera. L'adattamento al pad è comunque sorprendentemente naturale, una buona notizia per chi temeva un approccio frustrante senza le adeguate periferiche di gioco.
L'AI, per quanto meno determinante rispetto ad altri titoli (qui contano sicuramente di più i confronti online e gli hotlap), si mantiene quasi sempre su ottimi livelli, arcigna e cattiva al punto giusto, talvolta forse troppo.

Grafica: bene ma non benissimo

Si faceva in precedenza riferimento alla conversione, pressoché indistinguibile dalla versione PC per quanto riguarda la fisica. Purtroppo, sul versante grafico Assetto Corsa è dovuto scendere a compromessi con l'hardware, andando a castrare una resa visiva non esente da critiche già nella sua prima incarnazione. Se i modelli delle vetture appaiono perfetti, sia nelle visuali esterne che in quelle interne, così come i layout dei circuiti, tutti sottoposti all'accuratissima mappatura in laserscan, sono gli elementi di contorno a lasciare un po' di amaro in bocca, vegetazione in primis. L'obiettivo dei 60 fps costanti, peraltro, non viene raggiunto, nonostante un onnipresente tearing e un evidente aliasing, per non parlare dell'accentuato popup degli elementi all'orizzonte.

Il framerate tutt'altro che granitico mostra il fianco soprattutto nelle prime fasi di gara con assembramenti di vetture, come alla mitica Druids di Brands Hatch, dove l'engine boccheggia in modo consistente. Altalenante anche il comparto sonoro, strepitoso su alcune vetture, meno su altre. Il modello dei danni, in grado di influire pesantemente sulle prestazioni delle auto, non si palesa in maniera altrettanto soddisfacente sul piano visivo, limitandosi ad ammaccature poco realistiche, che spesso non compaiono neppure nel punto dell'impatto, e parabrezza scheggiati.

Assetto Corsa Assetto Corsa è un titolo per puristi della guida, un prodotto rarissimo nel panorama videoludico contemporaneo, a maggior ragione su console, dove solitamente prevalgono altre tipologie di titoli racing. Un plauso quindi a Kunos Simulazioni, che ha saputo piazzare su PS4 e Xbox One, peraltro a un prezzo molto aggressivo, un piccolo grande gioiello che trasuda passione da ogni linea di codice. Il passaggio da PC a console ha mantenuto immutato il motore fisico, quanto di meglio il mercato abbia da offrire, mentre la grafica ne ha risentito in maniera evidente. Godibilissimo anche con un pad, il titolo italiano in versione console non potrà contare sullo stuolo di modder che lo animano su PC, ma resta comunque l’unica vera simulazione di guida per questa generazione di hardware.

8

Che voto dai a: Assetto Corsa

Media Voto Utenti
Voti totali: 34
8
nd