Recensione Bad Company 2

Analisi approfondita delle peculiarità della versione PC del nuovo FPS targato DICE ed Electronic Arts

Bad Company 2: Vietnam

Videorecensione
Bad Company 2: Vietnam
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • iPhone
  • Pc

I ragazzi di DICE sono sicuramente ben noti a tutta l’utenza PC di appassionati videogiocatori di FPS, grazie fondamentalmente a tutto quello che negli anni passati la serie Battlefield è riuscita a donare in termini di qualità e contenuti proprio su questa piattaforma di gioco.
Dopo la nostra recensione, in anteprima assoluta, di Battlefield: Bad Company 2 versione Xbox360, ci apprestiamo ora ad analizzare il titolo DICE nella sua realizzazione per PC, tralasciandone gli aspetti già approfonditamente analizzati nella precedente review, per concentrarci su tutto quello che differenzia la versione Personal Computer da quella per console di nuova generazione.

Pieni Poteri

La versione PC di BC2 raggiunge livelli di giocabilità eccellenti, ancora una volta un gradino al di sopra di quello che la -comunque ottima- versione per console riesce a donare.
L’accoppiata mouse + tastiera riesce infatti a dimostrarsi più solida che mai, donando quell’immediatezza e, soprattutto, quella “customizzazione” che solo un’accurata impostazione di tasti può dare.
Gli stessi controlli di gioco risultano più fluidi e meglio realizzabili in tempi stretti, regalando parecchie soddisfazioni sia che si giochi la campagna single-player, sia (e soprattutto) che si affrontino altri esseri umani in una delle modalità multiplayer.
Ed è proprio la modalità multiplayer il vero fiore all’occhiello della nuova produzione DICE: oltre alla classica modalità deathmatch, infatti, BC2 proporrà l’ormai collaudatissima “Conquest” e la più adrenalinica “Rush”.
Le sezioni multigiocatore hanno evidenziato un ottimo net-code, oltre ad un globale livello di gioco sempre su altissimi livelli.
La versione PC potrà inoltre beneficiare di un massimo di 32 giocatori (contro i 24 delle versioni per console) e di server dedicati, vera manna dal cielo, che permetteranno di scegliere in quale server giocare in una lista che si andrà, di giorno in giorno, arricchendo sempre di più, donando oltretutto la possibilità di creare una lista di server preferiti in cui potremo aggiungere quelli in cui ci siamo trovati meglio.
In ognuna delle modalità presenti nel multiplayer sarà di fondamentale importanza il gioco di squadra, sicuramente meno marcato rispetto, ad esempio, ad un Battlefield 2, ma comunque in grado di rendere le battaglie multi giocatore più profonde e divertenti.
Il sistema di classi risulta ben bilanciato, così come l’utilizzo o la potenza dell’ottima varietà di armi disponibili nelle dieci mappe al momento presenti.
Da non sottovalutare poi l’utilizzo di mezzi pesanti, capaci, se ben sfruttati, di cambiare il corso di ogni battaglia.
Il gioco offre poi un sistema di avanzamento di livello che renderà possibile lo sviluppo di ognuna delle classi presenti, donando quindi al giocatore un vantaggio in termini di equipaggiamento mano a mano che si aumenterà di livello.
Il titolo DICE si candida quindi di diritto come uno degli FPS più completi presenti al momento sul mercato, che qualsiasi appassionato del genere non può farsi sfuggire.

La magnificenza ha un prezzo

BC2 offre un dettaglio tecnico che rasenta la perfezione, grazie ad un motore grafico, il Frostbite 2.0, che rende l’esperienza di gioco globalmente eccezionale, a tratti stupefacente.
Tale magnificenza richiede però di rientrare nei requisiti consigliati dal gioco per godere appieno di tutto quello che il motore grafico riesce ad offrire.
Molti sono i filtri attivabili; il loro utilizzo può comportare sì un dettaglio grafico globale superiore, ma può, nelle macchine meno recenti, far calare drasticamente la fluidità generale con ovvie ripercussioni sulla godibilità del titolo.
Il motore grafico risulta comunque di discreta scalabilità, ma calando troppo il livello di dettaglio tutto quello che di stupendo BC2 riesce a regalare rischia lentamente di svanire.
Quindi i possessori di PC meno recenti rischieranno di trovarsi di fronte un impatto grafico molto diverso da quello che le immagini o i vari video riescono a mostrare, per questo si consiglia, ovviamente se possibile, di virare verso la -comunque ottimamente realizzata- versione console nel caso non si fosse in possesso di Personal Computer performanti.
Il titolo offre pieno supporto alle nuove Directx 11, anche se avendone potuto testarne la bontà con mano non siamo rimasti particolarmente impressionati dal risultato finale.
Le differenze infatti con le Directx 10 ci sono ma non sono così evidenti, certamente non tali da incoraggiare un upgrade hardware in tal senso.
Da non sottovalutare infine il supporto con la nuova tecnologia 3D Vision di Nvidia, che, come annunciato dagli stessi DICE, sarà resa disponibile con un futuro aggiornamento, e della tecnologia 3D Vision Surround, che permetterà la visualizzazione in 3D utilizzando 3 schermi.
Esaltante infine il comparto audio nella sua totalità, come già affermato nella recensione per console, forse il migliore mai realizzato fino al giorno d’oggi, che rasenta la perfezione se coadiuvato da un impianto 5.1, in grado di regalare una dose di emozioni fuori dal comune.

Battlefield: Bad Company 2 La versione PC di Battlefield: Bad Company 2 risulta un gradino superiore alla controparte console. La collaudata coppia mouse + tastiera riesce ancora una volta ad abbattere i limiti di qualsiasi joypad, mentre il livello tecnico può beneficiare di tutta una serie di filtri altrimenti non utilizzabili. Tanta magnificenza ha però un prezzo, quello di rientrare nei requisiti consigliati dagli sviluppatori, solo così infatti saremo sicuri di poter godere appieno di tutto quanto Bad Company 2 riesce ad offrire in termini grafici. Chiunque possieda quindi un PC all’altezza della situazione non avrà dubbi su quale versione scegliere, mentre per tutti gli altri si consiglia, ovviamente nei limiti del possibile, di virare sulla -comunque eccellente- versione per console. Un plauso finale per i ragazzi di DICE, che ancora una volta fanno centro e regalano a tutti i videogiocatori una nuova perla ludica, che si candida come uno dei migliori, e forse proprio il migliore, FPS del 2010.

8.7

media su 1284 voti

Inserisci il tuo voto

  • 9.5