Recensione Borderlands 2 - Mechromante

Il primo DLC di Borderlands 2 aggiunge una classe veramente originale

Borderlands 2

Videorecensione
Borderlands 2
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • PSVita
  • Pc
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Quale sarebbe stato il primo DLC di Borderlands 2 lo sapevamo già da tempo: nel corso delle ultime fasi di sviluppo del gioco al team è venuta in mente l'idea per un quinto personaggio principale, oltre ai quattro che in questo primo mese di gioco abbiamo già imparato a conoscere. Con una settimana d'anticipo sulla tabella di marcia arriva dunque sugli store online Gaige la Mechromante, un'ossuta ragazzina che -come vedremo- sa cavarsela piuttosto bene sul campo di battaglia. Il DLC è disponibile gratuitamente per chiunque abbia effettuato il pre-order o per coloro che hanno acquistato la versione con il Premium Pass (che includeva fra l'altro la chiave d'oro per aprire il misterioso scrigno di Sanctuary). Il prezzo per chi invece si è convinto solo all'ultimo è di 9,99€. Molto difficile valutare classicamente il rapporto fra quantità dell'offerta e costo d'ingresso: questo Add-On inserisce nel roster di Cacciatori della Cripta un personaggio tutto nuovo con un'abilità distintiva ed un carattere veramente stravagante. Giocare con la hpuò cambiare radicalmente l'approccio agli scontri a fuoco, e non manca il fattore curiosità che spingerà tanti utenti a ripercorrere in lungo ed in largo le lande di Pandora.
Noi ci siamo sottoposti all'impresa con fervente dedizione. Scoprendo per altro con piacere che nonostante i bonus legati al Livello Duro restino disponibili per tutti i personaggi, le sfide vengono invece azzerate per ciascun PG, ed è possibile guadagnare un bel po' di bonus extra nel corso delle prime ore di gioco. Anche solo per questo motivo, vi consigliamo di dare un'occhiata al Mechromante: non sarà tempo sprecato.
In ogni caso, per offrirvi una disamina più completa possibile, abbiamo dovuto... barare. Accompagnati da qualche amico vicino al level cap, nel corso di una lunga notte di gioco abbiamo macinato livelli su livelli, mentre il nostro compagno uccideva in solitaria nemici troppo forti per noi. Dopo qualche respec e poche ore di sonno, ecco le nostre impressioni sul Mechromante.

Best Friend Forever

Gaige è una scolaretta sbarazzina che assomiglia alla versione un po' cresciuta di Tiny Tina. E non diremmo che sia meno fuori di testa. Gonna e maniche corte, un teschio stampato sulla maglietta (un The Punisher in rosa?), due treccine arruffate. Simpatica fin dal primo colpo d'occhio, le manca forse un po' di carattere, e sicuramente rispetto a Zero, Maya, e compagnia bella i suoi tratti appaiono un po' più insipidi.
Ma in combattimento se la cava egregiamente, anche perchè alla pressione del dorsale sinistro la sua abilità principale le permette di richiamare il letale Deathtrap. Si tratta di un robot da guerra, il cui corpo trapezoidale ricorda quello del ben più mite Claptrap, ma dotato di braccia ben più robuste, artigli laser, e raggi fotonici che gli schizzano dagli occhi. Non certo il tipo di robot che vorreste incontrare in un vicolo a notte fonda. Una volta evocato, il Deathtrap resta per un minuto sul campo, muovendosi in autonomia per cercare di ammazzare tutto quello che gli capita a tiro. Utilissimo contro gli odiosi Raak, soffre negli scontri con i banditi più rapidi, ma si rivela un prezioso alleato fin dai primi momenti “aggrando” gli avversari e lasciandoci molto meno in vista.
Il tempo di ricarica dell'abilità, comunque, è molto alto: servono altri 60 secondi perchè il Deathtrap torni operativo, e chi ha giocato a fondo Borderlands 2 sa bene che gli scontri a fuoco possono durare molto tempo. Potenzialmente, quindi, si resta “sguarniti” molto spesso, e la strategia di combattimento non può focalizzarsi solo ed esclusivamente sull'uso del Deathtrap.
A meno che non si decida di potenziare il ramo “Amici per Sempre” (si sarebbe potuto lasciare in lingua originale, data la diffusione ormai internazionale di “Best Friend Forever”).
Questo skill tree, infatti, è pensato per aumentare considerevolmente potenza d'attacco e resistenza del Deathtrap. A partire dal quindicesimo livello è possibile sbloccare Robot Conclusivo: per ogni nemico ucciso (sia dal protagonista che dal robot) Deathtrap resta cinque secondi extra in campo, ed accumula (così come il giocatore) un “gruppo bonus” che aumenta il danno corpo a corpo.
Questa dinamica di accumulo di risorse, comune a molti MMO (fra cui il recente The Secret World), è il tratto distintivo della classe Mechromancer, e come vedremo rappresenza il focus di Caos Ordinato, il terzo skill tree.
In ogni caso già con Robot conclusivo Deathtrap diventa una potente macchina da guerra, che può essere ulteriormente potenziata con “Duri da Uccidere”, che aumenta il danno corpo a corpo e la resistenza ad ogni tipo di danno (l'effetto è valido anche sul giocatore). E se proprio volete essere cattivi, con Applauso Esplosivo il vostro robot potrà generare una bella esplosione.
Ma sarà a livello 31 che il Deathtrap diventerà seriamente poderoso: per allora avrete intanto ridotto i tempi di ricarica dell'abilità, in modo da chiamarlo più spesso, e potrete poi dotare il vostro robot di una copia identica dello scudo che state equipaggiando. Diventerà praticamente impossibile farlo fuori.
Nel corso dei primi dieci livelli (da 5 a 15) dovrete distribuire punti ad abilità particolari, che aumentano la portata dello scudo, fanno rimbalzare verso i nemici anche i proiettili non andati a segno, ma vi danno anche dei bonus a seconda che abbiate caricatori pieni (mentre siete “Fully Loaded” ripristinate energia) o mezzi vuoti (aumentate il rateo di fuoco per svuotarli più velocemente). Anche questa dinamica dei caricatori, come vedremo, ha un suo rilievo nella strategia di alcuni skill tree molto complessi. In generale il ramo “Amici per Sempre” è quello più facile da sfruttare, perfetto anche per chi non vuole star troppo a ragionare sulle dinamiche da pro-player che invece emergono in altri settori.

Problemi di Caos

Con il ramo Problemini vi trasformerete in veri e propri flagelli elementali. Fin dall'inizio potrete decidere se aumentare la resistenza agli elementi o la probabilità di infliggere ad ogni colpo danni extra che siano contemporaneamente corrosivi, incendiari, contaminanti ed elettrici.
In seguito potrete dotare Deathtrap di un raggio di fuoco che brucia gli avversari oppure abilitare la creazione di una tempesta di fulmini per ogni nemico ucciso, in modo da danneggiare quelli adiacenti. Quest'ultima possibilità acquista spessore quando, dal livello 15, potrete fare in modo che ogni nemico che subisce danni da fulmine corra il rischio di incendiarsi: del resto, con un livello in più potrete generare esplosioni elettriche ogni volta che ricaricherete un'arma.
La fase successiva vi permette di aumentare i danni elettrici oppure di sbloccare “Esplosione a due Tempi”, una delle abilità più carine del pacchetto, in quanto richiede un po' di spirito di cooperazione con il vostro Deathtrap, che sparerà una sfera d'energia su cui dovrete aprire il fuoco per generare una letale esplosione.
Interessante è invece “Scoppi Sparsi”, che permette di accumulare l'omonima risorsa trattenendo per qualche secondo il fuoco. In questa maniera si riduce idealmente il danno inflitto (e Borderlands 2 è così preciso in questi calcoli che potremmo addirittura parlare di DPS - Damage per Second), ma si guadagna la possibilità di contaminare l'avversario per raddoppiare i danni successivi. Non ci è piaciuta invece l'ultima abilità, “Fallo luccicare”, grazie a cui è possibile caricare il Deathtrap con un elemento, sparandogli con un'arma elementale. Arrivati a livello 31 sono ben altre le risorse su cui si può contare per massacrare i nemici.
Questo ramo, in ogni caso, è abbastanza divertente da giocare, soprattutto perchè un Mechromante al massimo livello può far letteralmente scoppiare un casino allucinante. Forse però sulla lunga distanza il tripudio di effetti speciali ed elementali potrebbe quasi stancare. Meno male che c'è il respec.

L'ultimo ramo - Caos Ordinato - è anche il più tecnico fra i tre. Tutto si basa in pratica sull'accumulo di una risorsa chiamata Anarchia, che viene immagazzinata quando si uccide un nemico o quando si svuota un caricatore. L'accumulo di Anarchia è supportato anche da abilità passive che aumentano la velocità di ricarica e diminuiscono la dimensione del caricatore, per permettervi in fondo di ricaricare più spesso. Più anarchia si ha, più aumenta il danno da arma e diminuisce la precisione. Considerando che è possibile accumulare fino a 150 gruppi anarchia, sappiate che queste due statistiche possono subire bonus e malus del 250%. Si arriva a livello veramente stratosferico di confusione, per cui i proiettili schizzano da ogni parte e infliggono poderose quantità di danno. Un piccolo consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di considerare la possibilità di sbloccare, contestualmente a queste skill, quella del ramo Amici Per Sempre, che reindirizza verso un nemico i colpi sparati a vuoto: una combo micidiale. Lo skill tree continua con la possibilità di accumulare più gruppi anarchia, o di ottenere gruppi bonus, mentre dal livello 15 si innesta una dinamica che si oppone a questo accumulo: ricaricando un'arma prima di terminare il caricatore si attiva disaccordo: una fase in cui si bruciano gruppi anarchia ma si ottiene un bonus in cadenza di fuoco e precisione. Si tratta a tutti gli effetti, per i giocatori più attenti, di un'altra Abilità di Classe, che si esaurisce progressivamente assieme ai gruppi accumulati e va ricaricata a suon di uccisioni, ma che per qualche istante rende Gaige un vero flagello.
Ci sono anche abilità legate al Deathtrap, che può aumentare la sua rapidità di movimento ed eseguire attacchi multipli, ma tutto si basa sulla risorsa principale: che può persino essere spesa anche per potenziare gli attacchi corpo a corpo o per generare una potente esplosione (basta sparare mentre si è in volo, o semplicemente saltando).
Caos Ordinato, complessivamente, è un ramo che resta un po' criptico per molti, ma rappresenta in verità quello più letale. A dimostrazione che il Mechromancer non è solo legato all'uso deathtrap, ma anzi rappresenta una classe fra le più dinamiche.

Borderlands 2 Gearbox fa un centro perfetto con questo suo Mechromante, regalando ai top player una classe assolutamente stravagante, fuori di testa, cattiva e originale. Siamo sempre più convinti che le dinamiche di Borderlands 2 si avvicinino, per filosofia e precisione, a quelle di un preciso MMO in prima persona, e questo DLC sembra confermarlo. Il Mechromante aggiunge interessanti strategie legate all'accumulo di risorse, ma compiace anche chi vuole evocare una creatura potentissima e lasciarla libera di sfogarsi sui corpi dei nemici. Acquistatelo a occhi chiusi se il gioco vi ha conquistato; se l'avete già ricevuto grazie ai bonus pre order o al Premium Club, cercate di arrivare almeno fino a livello 31 e sperimentate le varie combinazioni: non resterete delusi.