Pro Evolution Soccer 2018 Oggi alle ore 16:00

Giochiamo in diretta con la beta del nuovo gioco Konami!

Recensione Castle Frenzy

Dopo Banker Wars, un Castle Defence che torna al più classico dei Fantasy

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone

Il genere dei Castle Defense è uno dei più gettonati all'interno del novizio mondo videoludico di iPhone, e Gameloft ripropone un titolo simile a Banker Wars, impreziosito però da un comparto tecnico completamente rivisto e una localizzazione puramente ispirata all'universo fantasy.

Great balls of Fire

Il giocatore veste i panni di un misterioso mago, che ha lo scopo di difendere il proprio castello da attacchi di troll, goblin, elfi oscuri, stregoni e scheletri, pronti ad abbattere il portone di ingresso e conquistare così la tanto amata magione.
Le armi di difesa si basano completamente sull'utilizzo del touch, indispensabile sia per attivare gli attacchi magici che per afferrare direttamente i malcapitati nemici, sbatacchiandoli addosso alle mura del castello oppure a terra. I poteri magici corrono in aiuto dell'utente sotto varie forme, da un Idra a tre teste fino a sfere di fuoco e ghiaccio, passando per una statua in grado di pietrificare i soldati nemici. Alcuni poteri sono indispensabili nell'economia di gioco. Ad esempio l'utilizzo dell'Idra è uno dei cardini del gameplay, in quando il mostro trifronte permette di risucchiare l'energia vitale dei cavalieri sconfitti, che funge poi da moneta di scambio utile all'acquisto dei potenziamenti magici. A questa preziosa merce di scambio si affiancano anche i lingotti d'oro, guadagnati per ogni kill effettuata, di valore differente per ogni tipo di esecuzione.
Ogni schema è diviso in un numero di giorni dedicati alla difesa, e man mano che si avanza l'assedio si fa sempre più incisivo. Ogni notte, fortunatamente, è possibile rifornirsi in una negozio di magie. Ogni arma di difesa vanta di tre livelli di potenziamento e ciascuno dei level-up porta migliorie davvero devastanti: la sfera di ghiaccio ad esempio inizialmente congela alcuni nemici, a livello due rende il terreno scivoloso e rallenta la camminata dei nemici sfuggiti al freeze iniziale, mentre alla massima potenza aumenta il raggio di paralisi.
La longevità si basa su due fattori: modalità di gioco e numero di nemici disponibili. Castle Frenzy mette a disposizione dell'utente otto diverse classi di antagonisti, alcune con possibile potenziamento, tutte da massacrare in due fasi differenti: Campagna e Sopravvivenza.
Nessuna particolare novità, in entrambi i casi, dato che Campagna è il classico schema a livelli (dieci in totale), mentre Sopravvivenza pone il giocatore in condizioni di non poter rigenerare il proprio livello difensivo, e lo sottopone ad attacchi spasmodici da tutte le classi nemiche.
Il servizio Gameloft Live è  presente, seppur in modo ridotto: accedervi significa solamente spedire le statistiche del profilo giocatore e gli obiettivi raggiunti durante le sessioni di gioco offline, di conseguenza non esiste alcuna modalità in rete.

Un passo nel mondo 3D

Castel Frenzy vanta di effetti grafici particolarmente ispirati, grazie al motore tridimensionale utilizzato nella costruzione dei modelli animati. I dettagli di ogni personaggio rendono i "character" sempre distinguibili e ricchi di personalità. L'ambiente di gioco è rimaneggiato utilizzando la stessa tecnica ma è meno apprezzabile, causa la staticità del fondale in cui si consumano le battaglie. Qualche tocco di classe serve, fortunatamente, a rendere più animata la scena (ci sono numerose interazioni tra i vari soldati, alcune parecchio curiose; ad esempio i cinghiali, una volta disarcionato il loro cavaliere, si rivoltano contro i troll che li cavalcavano).



Il software che gestisce l'interfaccia touch e la risposta ai controlli è particolarmente funzionale, data la precisione davvero perfetta, e difficilmente ci si trova in momenti in cui il giocatore non riesce a compiere l'azione voluta. Anche nei casi più complessi, in cui bisogna tracciare sullo schermo una determinata forma e poi sfruttare l'accelerometro, non si registrano problemi. Anzi il tutto giova alla varietà globale dell'esperienza: se è vero che i Castle Defence mancano in certi casi di profondità strategica, Castle Frenzy recupera punti proprio per la buona mole di situazioni da affrontare.
Il comparto audio si sposa perfettamente con lo stile di gioco, garantendo un'ottima soundtrack, alternata a rumori d'ambiente sempre ispirati e sincroni.

Castle Frenzy Un genere particolarmente prolifico deve trovare un suo capostipite, in grado di distaccarsi dalla massa fungendo da esempio per tutti i prodotti a venire. Castle Frenzy si avvicina a questo ruolo: un buon numero di classi nemiche, difese particolarmente ispirate e un uso originale del touch in alcuni frangenti. Tutto questoè però compensato dalla monotonia dell'ambientazione e dalla mancanza di qualsiasi supporto per il gioco in rete. Proprio per queste carenze il titolo non può fregiarsi di vessilli che non gli pertengono, e resta dunque un ottimo prodotto nella schiera di congeneri. A differenza del suo precedessore Banker Wars, Castle Frenzy risulta più accattivante grazie soprattutto all’universo esplorato, quello fantasy, ricco di carattere personalità.

7.5

Che voto dai a: Castle Frenzy

Media Voto Utenti
Voti totali: 48
6.8
nd