Recensione Cognition

Un'avventura grafica di rilievo rovinata da un porting senza criterio.

Versione analizzata: iPad
recensione Cognition
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPad
  • Pc
Alessandro Mazzega Alessandro Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente al mondo dei videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di sviluppo, attualmente in Forge Reply. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

La serie Cognition è nata con i migliori auspici e lentamente si sta affermando sul mercato, grazie ad una struttura ad episodi intrigante ed a una trama adulta, a base di omicidi, indagini ed assassini psicopatici.
L'arrivo di una versione specifica per iPad non stupisce: i tablet hanno già dimostrato in passato di rappresentare uno dei device migliori per giocare a titoli che sull'interattività diretta e sulla mancanza di frenesia nel gameplay fondano le loro ragion d'essere.
Dopo i giochi di Telltale e di Pendulo Studios, quindi, anche Phoenix Online Studios sbarca sull'App Store. Con quali risultati?

Primi passi

L'episodio pilota di Cognition è stato da poco rilasciato in versione iPad (mentre la serie è già giunta al secondo capitolo su PC e Mac) e rappresenta il primo caso che la protagonista, l'agente Reed, dovrà risolvere. Erica è una dei detective migliori dell'FBI ma, come si scoprirà nell'incipit, il suo passato è tutt'altro che tranquillo: è stato funestato dalla scomparsa del giovane fratello, rapito e ucciso da un serial killer mai catturato.
A distanza di anni si sovrappongono due eventi particolarmente sospetti: la chiusura del caso da parte dell'FBI, malgrado il colpevole sia ancora in libertà, e un omicidio che lentamente cambierà il destino dell'eroina, sconvolgendo la vita dei cittadini di Boston.
Protagonista a parte, la cui caratterizzazione risulta discretamente profonda, è l'atmosfera a funzionare ottimamente: si respira quel senso di oppressione tipico dei film degli anni '90, quali Sev7n o I Soliti Sospetti, con l'FBI sempre un passo indietro rispetto ai colpevoli: astuti, scaltri e praticamente in grado di tenere in scacco le forze dell'ordine, disseminando indizi e false piste con incredibile efficienza.

Porting non del tutto riuscito

Ad indisporre il giocatore è invece la qualità del porting su iPad: Cognition è stato sviluppato utilizzando il celebre motore Unity ma non è stato fatto alcun processo di adattamento da PC a tablet. Questa scelta non solo ha lasciato inalterati gli svariati problemi tecnici già presenti ma ne ha introdotti degli altri, legati soprattutto ad una mancata ottimizzazione che su iPad si fa davvero sentire.
Se i caricamenti sono assolutamente sopportabili, stupisce ritrovarsi con menu ed interfacce non del tutto adatte all'utilizzo di uno schermo touch al posto del mouse, con addirittura l'opzione per l'impostazione dell'anti-aliasing rimasta nel pannello delle opzioni, retaggio delle controparti per Windows e OS X.
Anche il sistema di salvataggio non ha subito modifiche, segno che il gioco non è stato in alcun modo ritoccato per il suo sbarco sull'App Store, quando altre avventure grafiche hanno invece rivisto tutti quei dettagli da non trascurare nella transizione tra piattaforme così diverse.
Stessa scarsa attenzione si nota per quanto riguarda il comparto tecnico: le problematiche presenti su PC e Mac vengono enfatizzate su iPad, con la terza generazione del tablet di Apple in grande difficoltà nel gestire ambienti tutto sommato non così ricchi di poligoni e dettagli. I maggiori problemi si notano nelle animazioni, poco fluide e innaturali, proprio a seguito del frame rate non ottimale della versione per tablet.

Cognition Il primo sentimento che nascerà nella mente di chi si avvicinerà a Cognition su iPad, quindi, sarà una velata delusione, dovuta alle problematiche tecniche e di mancata ottimizzazione. D'altra parte, però, Cognition nasconde un'avventura avvincente e ben strutturata, con un sistema di hint abbastanza riuscito e la possibilità di visionare temporaneamente tutte le zone sensibili di una singola area - fattori che semplificheranno la vita all'utenza allargata dei dispositivi Apple. Spiace quindi che i difetti emergano con prepotenza, oscurando quella che rappresenta oggi una delle saghe, in termini di avventure grafiche, più interessanti degli ultimi anni.

6.5

Quanto attendi: Cognition

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 6
79%
nd