Recensione Cut The Rope: Experiments

Ritorna il tenero On Nom insieme al geniale puzzle game di ZeptoLab

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Una delle comodità dell'AppStore è la possibilità da parte delle software house di pre-annunciare, svelare e pubblicare un nuovo titolo nell'arco temporale di pochissimi giorni. E' quanto accaduto ad esempio con Cut The Rope: Experiments, il seguito dell'acclamato puzzle game di Zepto Lab. Vincitore del BAFTA Awards come miglior gioco portatile, Cut The Rope tornato con un nuovo capitolo per iPhone e iPad. Ma più che di un seguito rivoluzionario, ci troviamo di fronte ad un'espansione che riprende ed rielabora quanto di già visto meno di un anno fa con l'episodio originale.

Un dolce ritorno

Se non avete avuto ancora l'opportunità di provare il primo Cut the Rope, vi ragguagliamo su cosa avrete tra le mani una volta scaricato Experiments. Si tratta di un puzzle game che vede protagonista On Nom, un adorabile creatura rinchiusa in una serie di scatole. Il mostriciattolo verde avrà bisogno del nostro aiuto per potersi cibare del suo pasto preferito: dolcissime caramelle legate a delle corde. In ogni stage dovremo trovare il modo di far cadere nelle fauci del mostriciattolo verde il dolcetto, tagliando con attenzione, attraverso il touch screen, le corde che mantengono fermo l'ambito pasto. A nostro vantaggio ci saranno diversi strumenti che potremo utilizzare per assicurare che lo zuccherino arrivi spedito da Om Nom, come bolle di sapone che faranno fluttuare verso l'alto la caramella, pompette ad aria per perfezionare la traiettoria di caduta, ed alto ancora. Come ulteriore prova di abilità, dovremo anche raccogliere (toccandole con il dolcetto) le tre stelline presenti in ogni stage stage, evitando che l'oggetto del desiderio di On Nom cada per terra, o che si infranga colpendo gli ostacoli presenti nei livelli.
Cut the Rope: Experiments sotto il profilo delle dinamiche di gioco è rimasto pressoché fedele all'originale. La grafica è la stessa, così come lo sono i controlli intuitivi tramite il tocco dello schermo del nostro dispositivo iOS, che permettono di tagliare le corde, e di azionare con il giusto tempismo i vari gadged a nostra disposizione. Nei 75 nuovi livelli che offre Experiments sono state introdotte però alcune novità. La prima in ordine di apparizione è la presenza di un nuovo personaggio, il professore, uno scienziato che si ritrova davanti alla porta di casa la scatola contenente Om Nom. Da bravo uomo di scienza, decide così di eseguire una serie di esperimenti per capire il comportamento di questa strana creaturina. All'interno delle dinamiche di gioco, il professore non aggiunge nulla di nuovo: questo personaggio infatti si limiterà ad commentare le nostre azioni, facendoci i complimenti in caso di esito positivo, e incoraggiandoci a riprovare in caso di fallimento.
Più incisivi invece sono i tre gadget inclusi in questo sequel, che offrono nuovi approcci agli enigmi realizzati con il semplice, ma alquanto efficace motore fisico. A partire dal secondo mondo, potremo utilizzare delle spara-corde, che agganceranno il dolcetto da qualsiasi distanza. Questo ci permetterà ad esempio di recuperare il dolce pranzetto da una caduta rovinosa, o di modificare strategicamente la sua traiettoria. Troveremo a nostra disposizione anche dei tappeti elastici, su cui la caramella potrà rimbalzare (inclusi anche nell'ultimo set di livelli gratuito del primo episodio), mentre nel terzo mondo alcune corde saranno attaccate a delle ventose. Queste potranno essere staccate, lasciate scivolare lungo la parete, e riattaccate tramite dei semplici tocchi, aggiungendo una vasta gamma di nuove e divertenti dinamiche da esplorare per risolvere i rompicapo proposti da Experiments.

Nonostante l'introduzione di nuovi elementi, la difficoltà del gioco, soprattutto per chi ha già la mano allenata con il precedente episodio, non risulta abbastanza elevata per offrire sfide troppo elaborate da superare. Certo, non mancheranno momenti in cui bisognerà studiare con cura il livello, ed eseguire diversi tentativi prima di riuscire a raccogliere tutte e tre le stelle, ma la progressione attraverso i livelli non verrà mai interrotta bruscamente a causa di puzzle troppo contorti da risolvere. In meno di due ore avrete concluso tutti gli stage messi a disposizione, ma non vi crucciate troppo: come con il capitolo originale, Zepto Lab sta già lavorando a nuovi livelli gratuiti, che introdurranno altri gadget da sperimentare insieme a Om Nom.

Cut The Rope: Experiments Qualcuno potrà rimanere deluso dallo scoprire che Cut the Rope: Experiments non è altro che un more of the same del titolo originale, senza alcun elemento che cambi in modo significativo la formula iniziale, ma chi soffriva di astinenza da caramelle e corde da tagliare, non potrà non apprezzare il nuovo lavoro di Zepto Lab. Experiments, come il suo predecessore, è un app imperdibile visti i 75 nuovi livelli tutti da scoprire con le nuove dinamiche introdotte, la promessa di nuove espansioni, e soprattutto il prezzo imbattibile con il quale è proposta questa perla per dispositivi iOS.

8

Che voto dai a: Cut The Rope: Experiments

Media Voto Utenti
Voti totali: 20
7.8
nd