Recensione Dead Nation - Road of Devastation

Arriva su PSN il primo DLC di Dead Nation: una particolare modalità Orda

Dead Nation: Apocalypse Edition

Videorecensione
Dead Nation: Apocalypse Edition
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3
  • PSVita
  • PS4
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Dead Nation è stata una delle rivelazioni videoludiche dell'anno, almeno per quanto riguarda la scena Digital Delivery. Dopo Superstardust, Housemarque ci ha consegnato uno sparatutto intrigante, ispirato ai grandi classici e subito capace di conquistare il popolo videoludico. Le atmosfere horror, una progressione vivace ed una discreta varietà di ambienti, e infine un impatto scenico che valorizzava al meglio l'idea di un'apocalisse-zombie, sono gli ingredienti che hanno decretato il successo di questo particolare Twin Stick Shooter. Oggi, a quasi un anno di distanza dal rilascio di Dead Nation sullo store digitale di Playstation 3, arriva il primo DLC, titolato Road to Devastation. Invece che allungare l'esperienza narrativa con una nuova campagna, questo Add-On fa leva soprattutto sull'anima cooperativa del prodotto, consegnando ai fan una sorta di modalità Orda adattata alle dinamiche che tutti conosciamo.

Combat Skill Test

Road to Devastation è scaricabile al prezzo di circa quattro euro dal Playstation Store. Installato il pacchetto, una voce inedita compare nel menù di gioco, e ci conduce direttamente in questo nuovo incubo zombesco. L'esperienza di questo DLC viene inquadrata come un esteso test, necessario per saggiare le abilità di combattimento dei due protagonisti. Si comincia nella stanza chiusa di un centro ricerche, e si ha a disposizione qualche credito per potenziare le armi di base, in dote a ciascuno dei personaggi principali: il fucile, una mitraglietta e qualche bengala da lanciare per distogliere l'attenzione degli zombi dal succulento banchetto che rappresentiamo.
Acquistati i power-up del caso, si esce in strada, per bersagliare un intero esercito di non morti. Pochi passi e si raggiunge una diramazione, che ci permette di scegliere tre strade da seguire. Ognuna di queste, dopo qualche minuto, si biforcherà ulteriormente, permettendoci di procedere lungo uno dei sei percorsi strutturati dal team di sviluppo. Ogni strada conduce nuovamente al centro ricerche, da cui, dopo ogni “round”, si riparte all'avventura. Come dicevamo, questo DLC è strutturato alla stregua di una strana modalità Orda, che ci chiede di ripercorrere, di volta in volta, uno dei sei percorsi disponibili, mentre gli zombie che troviamo in strada si “evolvono”, guadagnando vita extra o una maggiore aggressività. Progressivamente, dunque, le cose si fanno più difficili, ed è dunque opportuno che anche le bocche da fuoco e le armature dei protagonisti si potenzino come si deve. L'operazione di crescita del proprio alter ego non è però facilissima. Ognuna delle sei strade è caratterizzata da un “leitmotiv”, che ci permette di dedicarci allo sviluppo di un singolo aspetto. Attraversando il percorso dedicato alle armi, è possibile incontrare uno Shop che ci permette di sbloccare una nuova bocca da fuoco ad ogni round (ed è piacevole trovare qualche novità proprio nell'armeria). Proiettili e potenziamenti per le armi vanno tuttavia acquistati, e nel corso del Round successivo è bene quindi procedere lungo il percorso del denaro, altrimenti si rischia di restare senza munizioni per il nuovo giocattolino. E non si deve dimenticare poi la strada della salute (per rimpinguarla un po'), quella dell'armatura o quella dei potenziamenti (che ci regala qualche utile gadget, fra bengala e mine a frammentazione). Infine, percorrere la strada del punteggio è l'unico modo per scalare le classifiche mondiali.

Ciascuno dei sei percorsi, in generale, è interessante e gradevole da attraversare, e nelle prime ore di gioco anche il fattore legato alla scoperta e all'esplorazione avrà il suo peso. La strada del denaro, ad esempio, conduce nella fitta vegetazione di un'area verdeggiante, da cui spuntano aberrazioni mutate rigonfie di clorofilla, per poi portarci all'ingresso di una banca dove troviamo la (ricca) carcassa di un furgone portavalori. Il percorso delle armi ci porta lungo strade dissestate, mentre all'alto piovono capsule da cui escono grandi titani non-morti, capaci di uccidere in men che non si dica i giocatori meno attenti. Per rendere più interessante l'avanzamento, rallegrando il videoplayer con qualche sano momento splatter, gli sviluppatori hanno inserito alcune trappole mortali con cui divertirsi a massacrare gli zombie. Oltre alle automobili esplosive (è sempre un piacere attrarre i non morti con il suono dell'allarme e poi abbrustolirli con un'esplosione), troviamo ad esempio le seghe circolari di una falegnameria, o dei cancelli elettrificati in grado di friggere all'istante qualsiasi mostruosità. Globalmente, dunque, fra nuovi mostri, nuove armi e qualche altra trovata, i primi playthrough scivolano via con grande leggerezza.
Una nuova introduzione particolarmente indovinata è il contatore di uccisioni al secondo. Al termine di ogni Round verremo ricompensati a seconda di quanto alto avremo tenuto il ritmo, quindi è bene non attardarsi troppo e martellare gli zombie con dosi di piombo frequenti e regolari.

Dead Nation Road to Devastation è un DLC ben confezionato, gradevole e interessante, che introduce qualche novità ed una filosofia di fondo parzialmente diversa da quella del capitolo originale. Non si fa mancare nulla in quanto a vivacità, ma per sua stessa struttura è arriva inevitabilmente a tediare il giocatore occasionale dopo qualche intensa sessione di gioco. Per ottenere il meglio dall'esperienza di questo Add-On, inoltre, è vivamente consigliato giocare in coppia, con un compagno affiatato (in locale o online). Come Orda o Firefight, l'impalcatura di Road of Devastation si regge sul senso di sfida, sulla collaborazione e sull'attacco all'Hi-Score. Si tratta quindi di un'aggiunta dedicata esplicitamente ai fan che, innamorati del gameplay di questo titolo, cercano un'occasione per estendere l'esperienza oltre i suoi confini, senza incontrarne i limiti “narrativi”. D'altro canto, è evidente che si perda l'appeal legato all'esplorazione ed alla curiosità di scoprire scenari sempre nuovi. In generale, data anche la qualità sempre altissima del colpo d'occhio, ed un buon lavoro di level design, il prezzo appare proporzionato all'offerta, anche se -lo ripetiamo- Road of Devastation non è certo per tutti.

7

Che voto dai a: Dead Nation

Media Voto Utenti
Voti totali: 120
7.7
nd