Recensione Gunman Clive

Un platform ispirato ai classici dell'epoca 8 e 16 bit, ambientato in uno west polveroso e con tanto stile da vendere

Versione analizzata: Nintendo 3DS
recensione Gunman Clive
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad
  • 3DS
  • Mobile Gaming
  • Pc
Giuseppe Angelo Fiori Giuseppe Angelo Fiori Non gioca più ai videogiochi. Per questo gli piace parlarne. Parla anche di donne, lavoro e salute. Lo trovate su Facebook.

Scorrere i titoli del Nintendo E-Shop a velocità supersonica è uno degli sport preferiti di tutti i possessori del 3DS.
Succede quando non sai a cosa giocare e hai un po' di tempo libero. Capita perfino che finisci nella sezione dei giochi indie, e allora lì inizi a far scorrere i giochi a una velocità tale che a malapena leggi il titolo. Gunman Clive è un gioco che ti obbliga a bloccare le tue dita. Innanzitutto per il prezzo: solo 1 euro e 99 per un gioco fatto e finito non è roba da tutti i giorni. Ma soprattutto lo stile. L'ambientazione è western, il colore dominante marrone-ocra, con una grafica stilizzata e di carattere, piena di effetti e con un mood che ricorda da vicino Viewtiful Joe. Niente male.

Old School

Dopo aver scaricato il gioco, aver scelto il livello di difficoltà e il personaggio da utilizzare, inizia la storia. Storia inesistente, come tutti i migliori platform. La donna di Gunman Clive è stata rapita, quindi bisogna andare a salvarla. Nota bene: se all'inizio del gioco scegli di impersonare la sua fidanzata, a essere rapito sarà Gunman Clive. Chapeau.
Comunque, espletate queste formalità, il gioco in cui ci troveremo immersi è un platform 2D con elementi sparatutto, così classico che di più non si può. Inizieremo il nostro viaggio in un tipico paese del Far West, con orde di pistoleri, papere e altri animali che vorranno farci la pelle. Andando avanti nel gioco si aggiungeranno altri elementi, come i power up per la nostra pistola e tutta una serie di nuovi nemici, boss di fine livello compresi. Gunman Clive è un gioco breve, che conta circa 20 stage, ma lascia indubbiamente il segno. Soprattutto perchè cita massicciamente capolavori come Megaman, Donkey Kong Country e Castlevania, ma non è difficile trovarci dentro tracce di giochi come Metal Slug e Sunset Riders. E siamo sicuri che ogni persona che ha provato questo titolo riuscirà a cogliere citazioni diverse.

Gunman Clive abbandona in partenza la strada dell'innovazione e lo fa senza complessi. Bertil Hörberg, il giovane sviluppatore svedese che sta dietro a questo titolo, vuole raccontarci la sua passione per i platform dell'epoca 8-16 bit, e lo fa offrendoci un gioco che ricalca in pieno la struttura di quel periodo. Quello che cambia è la grafica: uno stile davvero moderno (con un ottimo supporto del 3D), in linea con le migliori produzioni indipendenti odierne. Una nota d'onore spetta poi alle musiche. Tutte in stile western, tutte davvero ispirate e piacevoli.
Ma la cosa migliore di titoli dal sapore classico come Gunman Clive (o Cave Story) è il loro saper essere pienamente fedeli ai platform old school senza conservarne l'ingenuità. Si sente una sorta di ironia di fondo, un dire: lo sappiamo che questi giochi non esistono più. Però un'altra partita possiamo sempre farla.
E a chi apprezzerà questo gioco, farà ancora più piacere sapere che il nostro Bertil Hörberg è al lavoro su un nuovo progetto in esclusiva per Nintendo 3DS: un titolo per l'E-Shop ispirato a The Legend Of Zelda.

Gunman Clive Se in questo momento vi trovate sopra un treno e state cercando un gioco che vi faccia passare quelle due o tre ore che vi separano dalla destinazione, Gunman Clive è l'ideale. Un platform classico con un'ottima grafica e un buon level design, un omaggio breve ma appassionato a titoli storici come Megaman e Donkey Kong Country.

7.5

Che voto dai a: Gunman Clive

Media Voto Utenti
Voti totali: 0
ND.
nd