Recensione I Muppet Avventure al Cinema

Signore e signori, vi presentiamo quella che sarà la recensione meno letta del 2014.

Versione analizzata: Playstation Vita
recensione I Muppet Avventure al Cinema
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PSVita
Sergio Pennacchini Sergio Pennacchini Giornalista freelance, scrive di videogame da troppo tempo per ricordarsi esattamente quando ha iniziato. Vive a Londra ma non è un cervello in fuga perché mancano le basi, cioè il cervello. Lo trovate su Facebook e Twitter.

Quando il dovere chiama, bisogna rispondere presente. Anche quando si tratta di provare
un gioco come Muppet Avventure al Cinema, un titolo dedicato più che altro a bambini
e bambine, non certo a un videogamer elegante, raffinato e di una certa cultura come il
sottoscritto. Poco male, posiamo il pad della PS4 e prendiamo in mano lo schermo
touch della piccola PS Vita, levando quella patina di polvere che da un po’
offusca questa console, a causa di un catalogo non proprio ricchissimo di uscite.
Gonzo, Kermit, Animal, Miss Piggy sono i fortunati Muppet scelti per essere gli
indiscussi protagonisti di questo semplice platform dedicato ai più piccoli.
Ora, come forse sapete i nostri pupazzi preferiti sono delle vere e proprie star del
cinema e della tv. Ma non si può vivere di soli ricordi, così i nostri eroi vengono
obbligati da un misterioso e chiacchierone regista a girare altri cinque film.
È qui che entriamo in gioco noi: quello che dovremo fare, fondamentalmente, è
usare i vari personaggi e guidarli attraverso cinque livelli pieni di piattaforme e insidie.
naturalmente, ogni livello corrisponde a un certo tipo di film e avrà un suo protagonista.
Arrembaggi e pirati, ad esempio, sono lo sfondo del primo film, dove sarà Kermit a
cercare di aiutare poveri indifesi e liberarli dal perfido ammiraglio Sweettums.
A Miss Piggy, invece, toccherà un’avventura tra fiabe, cavalieri e castelli medievali;
Gonzo il Grande invece dovrà vedersela con vampiri e altre creature della notte;
Animal sarà la star di “Per un pugno di Salsa”, indimenticabile classico western;
torna infine Kermit la rana nell’ultimo film, titolo La Minaccia di Koozebane,
avventura fantascientifica come il nostro amato anfibio salverà il mondo e non solo.
Per completare tutti e cinque i film impiegherete al massimo 4 ore, qualcosa di più se
a giocare è un bambino non proprio espertissimo. L’obiettivo consiste nell’andare a
zonzo con i vari personaggi, raccogliere 50 stelle e sconfiggere i tanti nemici che vi
zomperanno davanti cercando di porre fine alla vostra carriera di star di Hollywood.
E quando si completa un livello, si sblocca un’abilità secondaria, ad esempio il classico doppio
salto, indispensabile per rifare gli stessi livelli e raggiungere tutti ma proprio tutti gli oggetti
collezionabili. Oltre alle stelle, cinquanta per film, ci sono altri oggetti come biglietti o bobine.
Ad accompagnare le vostre gesta ci sono introduzioni, dialoghi con il regista e qualche
siparietto con altri classici e indimenticabili personaggi dei Muppet. Peccato che il tutto sia
equiparabile a un lontano parente che viene a Natale e cerca di fare il brillante con un fare
logorroico, pieno di barzellette inutili che non fanno ridere nessuno. In altre parole,
o avete il senso dell’umorismo di un gufo zoppo, oppure molto difficilmente questo
gioco vi strapperà una risata, pure se avete sette anni, andate in seconda elementare e avete
iniziato da poco a capire che Peppa Pig è molto meglio alla brace che in tivvù.
O che i teletubbies sono una loggia massonica che vuole dominare il mondo, non dei teneri e
carinissimi esseri morbidi e colorati.
A essere sinceri, di Muppet Avventure al Cinema si salva più che altro la realizzazione
tecnica: un platform bidimensionale con grafica in 3D, con sfondi dai colori brillanti, allegri,
e ambientazioni che saranno anche banalissime, ma sono molto ben disegnate.
Viene da chiedersi perché tanta attenzione nella realizzazione tecnica e così tanta superficiale
incuria in quello che dovrebbe essere uno dei punti forti dei Muppet: dialoghi e umorismo.
se a queste mancanze aggiungiamo, come detto, una longevità piuttosto limitata, il quadro è
impietoso. Dei cinque film, il più divertente da giocare è sicuramente quello di Miss Piggy,
soprattutto perché è quello meno lineare degli altri, che spinge a spremersi di più le meningi
e sfrutta al meglio le potenzialità dello schermo touch della console Sony. Ogni tanto nei film
ci sono dei piccoli enigmi da risolvere: niente di particolarmente complicato, il gioco spiega
chiaramente cosa fare per proseguire. Che sia una leva da ruotare o una piattaforma da
attivare, i bambini o il bambino che è in voi sarò sempre preso per mano.
Niente ostacoli insormontabili, insomma, anche se alcuni tratti del film di Miss Piggy sono
ostici anche per i giocatori più esperti. Insomma, arriviamo alla domanda finale.
I film di Muppet Avventure al Cinema vale la pena vederli? Ecco, se siete amanti di Kermit o
Gonzo, se siete cresciuti con Elmo e compagnia, o se avete figli o parenti di piccola e dolce
età, il nostro consiglio è comunque di proseguire oltre e guardare altrove.
Nel PlayStation Store ci sono tantissimi altri titoli per bambini che sono sicuramente più
ispirati e divertenti di questo. Dispiace, perché la licenza dei Muppets è preziosa, un vero
tesoro che sicuramente si poteva e doveva sfruttare meglio.
Anche il prezzo, che è di 24,99 euro, non è esattamente economico, se rapportato alla
longevità e alla qualità di questo titolo. Ora scusate, torno al mio cruciverba che è molto più
intrigante di questo gioco. 1 verticale: da sinistra in giù, e la verità verrà su.


I Muppet Avventure al Cinema Una licenza come quella dei Muppets doveva e poteva essere sfruttata in maniera nettamente migliore. Il gioco è un semplice platform, fin troppo semplice, per fortuna con alcune eccezioni come certi enigmi e il livello dedicato a Miss Piggy. Ma, per il resto, c’è davvero poco da salvare nel titolo realizzato da Virtual Toys. Anonimo, fin troppo breve: l’unico motivo per tornare a rifare i vari film è raccogliere i collezionabili e sbloccare qualche extra. Davvero troppo poco, ma a deludere più di tutto, considerando che si tratta di un gioco dei Muppet, è la totale mancanza di quell’ironia che, ancora oggi nonostante gli anni passati, è il vero punto di forza di questi mitici personaggi.

5

Che voto dai a: I Muppet Avventure al Cinema

Media Voto Utenti
Voti totali: 3
6.3
nd