Recensione Ice Lakes

Ice Lakes è un gioco di pesca su ghiaccio come non ce ne sono altri... anzi uno c'è, ma è solo per tablet e smartphone. Li abbiamo provati entrambi.

Versione analizzata: PC
recensione Ice Lakes
INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
Francesco Serino Francesco Serino ha videogiocato tanto e a tutto, posseduto due diversi Tamagotchi e abbandonato un Furby in autostrada. Mentre cresceva i pixel rimpicciolivano, mentre leggeva ha iniziato a scrivere. E ora eccolo qua, dopo un salto nello spaziotempo atterra su Everyeye, ma già da tempo è su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

È interessante, scrivere una recensione di Ice Lakes a metà di un luglio torrido. Fa così caldo che andare a pescare nei ghiacci è un'idea che mi è piaciuta all'istante. E poi nella mia vita ho pescato un bel po', anche se mai scavando buche nella neve. Venendo al dunque, Ice Lakes è un "simulatore" di pesca nel ghiaccio, ed è dotato di una grafica molto carina nonché di un sistema di gioco semplice e ipnotizzante. A sentirlo descritto così, viene quasi da pensare ad un gioco noioso; ma la noia -in certi videogiochi- non è da sottovalutare, per questo va chiamata "noia", rigorosamente tra virgolette; che è una noia positiva. Esistono un bel po' di giochi "noiosi", e di conseguenza anche originali e divertenti. Anche i migliori simulatori di pesca sono "noiosi", mentre i peggiori si limitano ad essere semplicemente noiosi, senza virgolette... La differenza è sottile, ma percepibile. Ice Lakes si prospettava un titolo noioso con le virgolette, e invece almeno una bisognerà togliergliela.

Carpa Diem

Nonostante sia una piccola produzione, Ice Lakes si presenta piuttosto bene, specialmente in foto. La visuale dall'alto, un po' alla Diablo, molto ben disegnata, probabilmente attirerà lo sguardo anche di quelli che di pescare non ne vogliono nemmeno sentir parlare, ma è solo un proverbiale specchietto per le allodole: questa visuale viene utilizzata solo per l'esplorazione e la vendita di oggetti e pescato, mentre la stragrande maggioranza del tempo la passeremo in prima persona, rivolti verso canna e buco, dove texture e animazioni gridano "gioco indie" da ogni pixel. Anche il sonoro è ridotto al minimo, c'è il vento e qualche crepitio d'atmosfera, ma niente che avvolga davvero il giocatore nell'esperienza. L'inizio poi non è assolutamente ben concepito: Ice Lakes fa troppo affidamento sulla sua semplicità, decidendo di nascondere il tutorial nella sezione tornei, che poi è l'ultima che uno sceglie quando vuole imparare i rudimenti di un gioco. All'inizio viene da lanciarsi sulla pesca libera, scegliendo tra i dodici laghi presenti e poi appostandosi in quello che reputiamo il miglior posto per iniziare. Un colpo di mouse e il personaggio si arma di una trivella e in pochi secondi scava una buca, sedendosi comodo sul bordo, finalmente pronto a tirar fuori più pesci possibili. Gli strumenti in nostro possesso, non avendo ancora acquistato nulla, sono pochi e basilari: nella cassetta degli attrezzi troviamo due esche (una a movimento e una da utilizzare col verme), una paletta per rimuovere il ghiaccio che si formerà lentamente nel buco scavato e naturalmente la piccola canna da pesca utilizzata per questa peculiare attività. Ice Lakes si comanda esclusivamente via mouse, che in questo gioco viene utilizzato come una sorta di schermo touch, e la cosa non deve sorprendervi: uno dei migliori giochi di pesca sul ghiaccio, del resto, è un titolo mobile intitolato Pro Pilkki 2, sviluppato guarda caso da dei finlandesi. Ice Lakes è un po' la risposta al successo di Pro Pilkki, che però trae la sua forza proprio dalla sua portabilità, e dall'uso di schermi poggiati sul terreno che di fatto simulano il buco nel ghiaccio ovunque venga poggiato telefono o tablet.

Anche il gameplay sembra fatto apposta per bruciare i tempi morti di una giornata d'impegni noiosi, perché è un gameplay d'attesa, monotono, che permette di fare anche altro, come per esempio non perdere il proprio turno in fila alla posta. Non a caso, molte volte si va a pesca sul ghiaccio in compagnia, e si beve birra e si raccontano storie, in fuga con gli amici o stretti in famiglia. Io me la sono cavata con ore ed ore ininterrotte di radio (Netflix non era realistico!) e in fin dei conti non è stato nemmeno male. Come anticipato, i comandi sono quelli di un gioco touch: si può muovere la canna semplicemente lasciando premuto il tasto sinistro del mouse, e agire sul mulinello per scegliere la profondità a cui tenere la lenza agendo sull'apposita icona, che sembra fatta apposta per essere "manovrata" con un dito.

Non c'è bisogno di grande impegno, e nemmeno di chissà quale conoscenza dello sport reale: se non abbocca nessuno cambia la lenza o quantomeno assicurati di utilizzarla nel modo giusto, se poi ancora non abbocca un pesce, forse è anche il caso di cambiare posizione, scavando un altro buco nel ghiaccio. Ogni minuto è bene muovere un po' la canna, per attirare l'attenzione di qualche pesce virtuale, ma il più del tempo è meglio non esagerare, anche se nel caso utilizziate un'esca viva è consigliabile di tanto in tanto controllare che questa non sia stata già mangiata. La cosa positiva è che Ice Lakes ha un bel po' di contenuti: abbiamo già detto che i laghi ghiacciati sono ben dodici e tutti molto diversi tra loro, ma il gioco include anche una grande quantità di tornei diversi, e una modalità multigiocatore che supporta fino a 32 giocatori. Vendere il pescato e vincere i tornei porterà nelle nostre casse un bel po' di soldi, con i quali sarà possibile comprare nuove attrezzature che ci renderanno la vita più semplice e anche più varia. Ma attenzione, gli strumenti migliori costano un occhio dalla testa, forse anche troppo!

Ice Lakes Ice Lakes non è un gioco brutto, e nemmeno il minimo indispensabile: gli sviluppatori ci hanno lavorato e si vede. Rimane limitato nello scopo: è semplicemente quello che dice di essere, senza guizzi, senza sovrastrutture che lo avrebbero reso più ricco, più divertente, più universale invece che il prodotto specializzato che si accontenta di essere. La pesca d'altronde può assumere tante diverse forme digitali, lo abbiamo già visto in passato grazie agli spettacolari arcade di Sega (e qui di spettacolare c'è ben poco), in certi simulatori esclusiva Pc (e qui la simulazione non è certo di altissimo livello), e nell'ultimo grande gioco dedicato a questa attività sportiva, ovvero Fishing Resort di Yuji “Sonic” Naka (inutile comparare Ice Lakes con quello che è molto più di un fishing game qualunque). Ice Lakes poteva e può essere ancora molto di più, ma a qualcuno sono certo basterà anche così.

6.4

Che voto dai a: Ice Lakes

Media Voto Utenti
Voti totali: 2
6.5
nd