Kerbal Space Program - Recensione Ps4

Tutta l'emozione, la complessità e la follia della corsa allo spazio, in un simulatore davvero eccezionale, come mai se ne sono visti su console.

Versione analizzata: Playstation 4
recensione Kerbal Space Program
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
Francesco Serino Francesco Serino ha videogiocato tanto e a tutto, posseduto due diversi Tamagotchi e abbandonato un Furby in autostrada. Mentre cresceva i pixel rimpicciolivano, mentre leggeva ha iniziato a scrivere. E ora eccolo qua, dopo un salto nello spaziotempo atterra su Everyeye, ma già da tempo è su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

È sempre un gran giorno quando si ha l'opportunità di parlare di un gioco come Kerbal Space Program, soprattutto se ci aggiungiamo la sorpresa di vederlo girare su una PlayStation 4. D'altronde Kerbal Space Program è la tipica esclusiva Pc, di quelle che da dieci anni a questa parte vengono di tanto in tanto annunciate su console ma che poi non escono mai, e se escono non reggono in nessun modo il confronto con la versione originale. Eppure è successo davvero. Questa generazione di console che alcuni non smettono mai di criticare, invece, non finisce mai di stupire, e Kerbal Space Program è solo l'ultima di queste pazzesche sorprese, e probabilmente una delle più stupefacenti di sempre.

SPARA JURIJ

Forse giochi come Kerbal Space Program non sono mai esistiti davvero, anche se l'argomento è stato toccato più volte, come per esempio nell'avvincente Buzz Aldrin's Race Into Space, non a caso del 1993: in quegli anni di simulatori più o meno strani ne uscivano ogni mese, e ad aspettarli c'era sempre un folto pubblico di appassionati pronti a gettarsi a capofitto nelle loro complessissime meccaniche di gioco. Oggi non è più così, ed è per questo che Kerbal Space Program è ancora più prezioso. Nella modalità carriera di questo titolo vi ritroverete all'improvviso alla guida di un'agenzia spaziale: dovrete tenere d'occhio il budget, selezionare le missioni, e cercare di accumulare più punti scienza possibili, in modo da spenderli in ricerca e sbloccare così nuovi pezzi per assemblare i vostri vascelli spaziali. Si parte praticamente da zero: i pezzi a disposizione per costruire il primo razzo si contano sulle dita di una mano, ma fortunatamente basteranno per iniziare a comprendere davvero le meccaniche e superare le prime semplici missioni. Missioni che rispetto al passato si sono moltiplicate di numero e possono contare su una progressione finalmente logica. Si parte dal dover raggiungere una certa altitudine, che ci aiuterà a prendere la mano con i diversi tipi di propellenti, e si prosegue con il gentile invito a sorvolare determinate aree del pianeta, in modo da spingerci a utilizzare i primi rudimentali sistemi di navigazione a nostra disposizione (saremo infatti noi a guidare le nostre creazioni!). La maggior parte del tempo, nelle prime lunghe ore di gioco, la passerete negli hangar, cercando di costruire nuovi e sempre più efficienti razzi, scoprendo velocemente che la semplicità è oro, e può ridurre al minimo incidenti ed errori. Per lasciarci sbagliare in pace, Kerbal Space Program permette di resettare un lancio in qualsiasi momento, in modo da non perdere preziosi equipaggiamenti (ogni parte di un razzo ha un prezzo) e preziosi piloti (tranquilli, moriranno come mosche). L'assemblaggio delle nostre idee è molto semplice, anche su console. Il nuovo sistema di controllo non sarà veloce come quello garantito da un mouse, ma l'area di costruzione non è poi così ampia e il deficit si farà man mano sempre più invisibile, grazie anche all'ottima assegnazione dei numerosi comandi a nostra disposizione sui pochi tasti presenti sul pad (due pulsanti modificheranno il layout dei comandi in tempo reale, in modo da accomodare tutte le opzioni). La maggior parte dei componenti si attaccano tra loro come calamite, e ci sono diversi tool che ci aiuterano ad allineare al millimetro le diverse sezioni e a distribuire con precisione il peso.

PIACERE PERIGEO

Ma quanto alto si può andare? Quanto in là dovrò pensare? Ben oltre l'atmosfera, cari lettori, e probabilmente ben oltre le basilari nozioni in vostro possesso. Se mandare in orbita un razzetto non è poi tanto difficile (ma potrebbe rubarvi anche più di cinque ore di gioco), più difficile sarà iniziare a comprendere i primi rudimenti della guida spaziale, come alzare e abbassare l'apogeo per esempio, che darà modo poi di intercettare altre orbite e conseguentemente aumentare a dismisura lo spazio esplorabile. In Kerbal Space Program, ogni passo in avanti porterà nuovi problemi da risolvere in sede di progrettazione, ogni nuovo problema da risolvere in sede di progettazione porterà a nuovi fallimenti, nuove dolorose perdite. Grazie al gran numero di pezzi sbloccabili, l'unico limite di Kerbal Space Program sarà quello dell'immaginezione (e del empo che deciderete di dedicare alla produzione). La libertà creativa concessa, anche senza i preziosi mod della versione Pc, è assoluta, e vi darà modo di costruire navi che si trasformano in cielo, razzi con mezzi da sbarco su ruote o cingoli, vere e proprie basi spaziali permanenti da utilizzare alla bisogna.

Il sistema solare presente in questo gioco non è esattamente come il nostro, ma è comunque molto simile, e conta oltre quattordici astri da sfiorare, esplorare, studiare. La semplice grafica del gioco può sembrerà a prima vista appena sufficiente, ma non fidatevi del primo scoraggiante impatto. Kerbal Space Program è un gioco davvero emozionante: merito del gameplay, merito dell'alta posta in gioco che viene messa sul piatto ad ogni lancio e merito anche agli spettacolari scorci che sa regalare. Perché non è solo il silenzio dello spazio a regalarti il famigerato groppo in gola, ma soprattutto il fatto che lì in alto ci sei arrivato tu, solo tu, con la tua deduzione, la tua intelligenza. E fa paura, davvero paura, trovarsi a 200Km dalla terra, nel nulla nero e letale. E fa sudare, sudare davvero. Cercare di far combaciare l'orbita di due diverse navicelle per un attracco siderale che è costato 10 ore di studi e almeno il triplo in fallimentari lanci è un'emozione difficile da raccontare: Kerbal è tutto questo, e anche di più.
Oltre alla carriera, questo gioco propone anche una modalità libera, dove tutte le tecnologie sono subito a disposizione, ed è possibile sfogarsi senza doversi preoccupare del resto.

Non c'è però il multiplayer, come potrebbe? Anche perché Kerbal Space Program è un gioco divertentissimo da tirare fuori insieme agli amici già così, per passarsi il pad dopo ogni esplosione o atterraggio d'emergenza. Lavorare in gruppo, e questo è un aspetto sottolineato anche nella recensione della versione Pc, può regalare momenti assolutamente unici: avete presente gli abbracci e le urla che si danno alla NASA quando una missione particolarmente difficile va a buon fine, ripresi dalle telecamere un'infinità di volte? Ecco, accade la stessa cosa giocando con gli amici, e questo dovrebbe dirla lunga sulle qualità e l'unicità di Kerbal Space Program. Sì, chiederanno alcuni, ma cosa si fa in questo gioco? Ci si pone degli obiettivi, come atterrare e ripartire dalla luna per esempio, e si prova a portarli a termine. Non sarà facile, questo ve lo anticipo, ma almeno sarà divertentissimo!

Kerbal Space Program Di questo porting ci interessava scoprire soprattutto due aspetti: i comandi e il frame rate. I primi sono stati interpretati più che bene, mentre per quel che riguarda il frame rate, anche se molti non avranno mai grossi problemi, c'è un punto di non ritorno contro cui i costruttori più intraprendenti prima o poi si scontreranno. Alle prese con mezzi composti da centinaia e centinaia di pezzi, i cali nella fludità possono diventare decisamente pesanti. La colpa è tutta nella simulazione fisica e del calore applicata ad ogni componente di una navicella, e della natura stessa del gioco, pensato senza limiti proprio per trarre beneficio dalle configurazioni sempre più potenti concesse agli utenti Pc. Ciò nonostante, rispetto alla versione per computer recensita nel maggio del 2015 da Everyeye, il Kerbal Space Program di oggi si rivela immediatamente un gioco migliore dal punto di vista dei contenuti -che ora sono di più e meglio distribuiti- e della manualistica, con degli hint in-game molto utili e un esaustivo manuale richiamabile in ogni istante. Kerbal Space Program è unico, come uniche sono le emozioni che sa regalare. Se nei videogiochi vi piace impegnarvi, se con i videogiochi vi piace scoprire anche nuove passioni, di meglio su console non troverete... e forse nemmeno su Pc. Kerbal Space Program più che un gioco è un hobby a parte: un prodotto che vi spingerà a visitare forum e non di videogiochi, a interessarvi di stelle, manovre a gravità zero, di programmazione, aerodinamica e logica. Imperdibile.

8.2

Che voto dai a: Kerbal Space Program

Media Voto Utenti
Voti totali: 4
8.5
nd