Recensione Knack's Quest

In attesa del debutto su Ps4, la companion app di Knack sbarca su iPhone

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

PlayStation 4 è ormai in dirittura d'arrivo, e sulla linea di partenza sono schierate le due esclusive di Sony, intenzionate a conquistare il pubblico dei convintissimi fan che acquisteranno la console al Day One.
Se Killzone: Shadow Fall si mostra sempre più in forma, tuttavia, il Knack di Mark Cerny non sembra altrettanto interessante, diviso com'è fra una progressione che appare un po' monotona ed un art design troppo slavato. Nella speranza che la versione finale riservi qualche sorpresa, è possibile scaricare dall'App Store l'insolita companion-app del platform firmato Japan Studio: Knack's Quest.
Disponibile gratuitamente, l'applicazione è strutturata come un puzzle game che permette di sbloccare in anteprima alcuni dei collectible del gioco, che comporranno poi le reliquie con cui il giocatore potrà potenziare il protagonista.
Sfortunatamente, neppure questa minuscola app riesce a convincere pienamente: risulta anzi molto derivativa e poco divertente, e crediamo che non giovi più di tanto -dal punto di vista promozionale- al titolo in arrivo il prossimo 29 novembre.

Tre in fila

Knack's Quest è strutturato come il più classico dei “match 3”. State perdendo la vita dietro all'ultimo livello di Candy Crush Saga? Avete una passione smodata per LINE Pop, Witch Wars: Puzzle, o qualsiasi altro titolo in cui si devono allineare tre figure uguali? Ecco: avete già un'idea piuttosto precisa di quello che vi aspetta nell'applicazione ufficiale di Knack.
L'obiettivo di ogni stage è quello di raccogliere un certo numero di reliquie per accrescere le dimensioni del protagonista: per farlo è sufficiente scambiare la posizione di due elementi nella griglia di gioco, in modo da comporre file di tre o più oggetti uguali. Sostanzialmente Knack's Quest è tutto qui: c'è un timer che scorre e si rimpingua ad ogni mossa azzeccata, imponendoci di tenere un certo ritmo, ed un sistema di aiuti che sottolinea, se restiamo fermi per qualche secondo, i tris che possiamo comporre.
C'è anche la possibilità di accumulare cristalli speciali, che ci permettono poi di attivare due azioni speciali: grazie alla prima possiamo eliminare una serie di reliquie adiacenti anche se non sono allineate orizzontalmente o verticalmente, mentre la seconda - più potente - elimina dal quadro tutti gli oggetti di un tipo.
Knack's Quest, insomma, non offre davvero nulla di nuovo, restando invece dietro al scia del ben più riuscito Candy Crush Saga. Nei 18 stage che compongono una sorta di avventura principale avremo in ogni caso a che fare con insidie di diverso tipo: elementi particolari che andranno trattati con attenzione. Il vetro, ad esempio, si può rompere solo spaccando una reliquia in un blocco vicino. Il ghiaccio, invece, può essere raccolto come le altre reliquie per accrescere le dimensioni di Knack, ma comincerà a sciogliersi molto rapidamente e se non si accumulano velocemente nuove componenti finiremo per perdere parte dei progressi compiuti.
Queste “variazioni elementali” non riescono, in ultima analisi, a rappresentare né un serio ostacolo per chi cerca un buon livello di sfida, né uno spunto tattico importante: lo “story mode” si finisce in poche ore senza incappare mai in un game over, mentre l'assillo del tempo che passa rende impossibile la pianificazione di una strategia precisa per ottenere combo e comporre più tris con una sola mossa.
Una volta terminata l'avventura si sblocca un prevedibile endless mode, ma anche questo è scandito dalle varie trasformazioni di Knack e da cambi di setting che spezzano un po' il ritmo dell'azione.
Si conti inoltre che a livello grafico Knack's Quest è davvero minimale, realizzato sfruttando sprite poco ispirati, qualche render dei vari livelli che troveremo nell'avventura Ps4, e pochissimi scatti del modello del protagonista. La presenza di un solo brano di sottofondo rende le sessioni più estese davvero frustranti.
L'unico vero motivo per cui è consigliabile il download è la possibilità di raccogliere, raggiungendo certe soglie di punteggio, dei pezzi che serviranno per costruire gadget e potenziamenti nell'avventura che uscirà su PlayStation 4. In pratica Knack's Quest permette idealmente di “partire avvantaggiati”, anche se non è chiarissimo il sistema con cui le componenti sbloccate potranno essere riscattate.
Come incentivo è piuttosto debole, anche se con un'ora di gioco è possibile raccogliere una decina di pezzi: un numero sufficiente per poter abbandonare Knack's Quest più che soddisfatti e tornare ad attendere l'arrivo del Platform sulla console Next-Gen di casa Sony.

Knack's Quest Knack's Quest è un giochetto sviluppato in poco tempo e impiegando poche risorse creative. La companion-app di quello che sembra un platform molto conservativo è in pratica un “match 3” standard, che insegue il successo di Candy Crush Saga senza riuscire a replicarne le alchimie. Breve, poco intrigante dal punto di vista stilistico, ripetitivo nonostante i tentativi di vivacizzare le meccaniche di gioco, è un titolo consigliato solo a chi ha intenzione di prendere Knack il giorno del lancio. Sempre che sbloccare qualche extra in anticipo sia una delle vostre priorità.

5

Che voto dai a: Knack's Quest

Media Voto Utenti
Voti totali: 3
4.7
nd