Battlefield 1 (Patch Ottobre) Adesso online

Alla scoperta delle novità del Fall Update!

Recensione Kung-Fu Live

La PlayStation Eye ci permette di diventare improvvisati lottatori di Kung-fu

Versione analizzata: Playstation 3
recensione Kung-Fu Live
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Kung-Fu Live, sviluppato da Virtual Air Guitar Company, è un titolo disponibile sul PSN, sviluppato per sfruttare il PlayStation Eye come mezzo per trasformarci in prodi maestri delle arti marziali. Un prodotto caratterizzato da uno stile ironico e sopra le righe, con un'idea alla base molto interessante: un'evoluzione dei giochi per Eye Toy che ci trasporta in un action game, e ci dà la libertà di scontrarci contro gli avversari sfoggiando il nostro personale stile di combattimento.
Il progetto si scontra però con l'effettiva tecnologia utilizzata per realizzare il software: come leggerete di seguito, l'aria scanzonata di Kung-Fu Live verrà sostituita ben presto da un senso opprimente di frustrazione.

Kung-Fu Live è un titolo che ironicamente vuole trasformarci in combattenti di arti marziali, mentre restiamo comodamente nel salotto di casa nostra. Il titolo, grazie alla magia della PlayStation Eye, ci farà diventare protagonisti di un'avventura ricca di combattimenti senza esclusione di colpi. Come impiegato appena assunto nell'emporio di Madame Wei, a causa di qualche strano sortilegio verremo catapultati all'interno di un fumetto popolato da terribili ninja che non vedono l'ora di farci fuori. Pugni, calci, e qualsiasi altra mossa che ci verrà in mente sarà necessaria per mettere a tappeto gli sgherri: le nostre movenze verranno catturate dalla telecamera e trasmesse sullo schermo.
Prima di cominciare, tuttavia, dovremo settare la telecamera e l'area di gioco: purtroppo bisogna subito constatare che Kung-Fu Live richiede una stanza molto grande per essere giocato. Le misure consigliate sono due metri di larghezza per 3 metri di profondità: se avete la PlayStation 3 nella vostra camera da letto, è molto probabile che avrete serie difficoltà ad impostare correttamente il gioco. Questo perchè il PlayStation Eye ha bisogno di riprende l'interno corpo del giocatore. Se anche riuscirete a soddisfare questo prerequisito, scoprirete però che le difficoltà sono ben altro che superate. Una serie di variabili come l'illuminazione della stanza, la presenza di irregolarità come mobili o altri oggetti, il colore sia dello sfondo che dei nostri vestiti, e la presenza di ombre sul fondale, renderanno imprecisa la rilevazione dei nostri movimenti. Non sarà raro che parti del nostro corpo scompaiano all'improvviso per poi apparire subito dopo, o che ci sia uno spazio vuoto all'altezza del nostro petto. A meno che non abitiate in un ambiente asettico con mobili e pareti tutte dello stesso colore, dovrete pazientemente impostare manualmente tutti i valori presenti nel menù configurazione, perdendo una buona mezz'oretta per ottenere un risultato che permetta di giocare al meglio.
Avviata la partita, Kung Fu Live ci metterà di fronte a diversi stage costituiti da più round, in cui dovremo mettere a tappetto tutti i nemici: a nostra disposizione avremo le mosse base, ovvero i pugni e i calci, e la possibilità di schivare i colpi avversari (segnalati in anticipo da una linea gialla sullo schermo). Infine, un set di mosse speciali, da attivare eseguendo pose particolari non appena la barra d'energia apposita si sarà riempita. Potremo così sferrare un super pugno, rallentare il tempo, far scatenare un terremoto o scagliare una scarica elettrica.
Pur considerando le migliori condizioni ambientali per giocare a Kung Fu Live, il sistema di controllo ideato da Virtual Air Guitar non è decisamente il migliore che si potesse pensare per un titolo del genere. I movimenti lungo lo stage saranno determinati dal nostro spostamento a desta o a sinistra rispetto alla telecamera: ma quasi sempre, pur arrivando al limite del campo visivo del PS Eye, non saremo in grado di raggiungere il nostro avversario. Saremo quindi costretti o ad attendere che quest'ultimo prenda l'iniziativa decidendo di avvicinarsi, o dovremo eseguire l'attacco "Super Pugno", capace di farci percorrere una discreta distanza. L'intelligenza artificiale è impostata per rendere più tattici i combattimenti: i nemici spesso e volentieri bloccheranno i nostri attacchi più prevedibili, costringendoci ad alternare colpi sferrati a diverse altezze. Ma anche in questo caso il sistema di rilevamento non risulta preciso e tutti i nostri sforzi per ridurre l'energia del nostro avversario si tramuteranno spesso in un nulla di fatto. Problemi di questo genere si riscontrato anche in momenti in cui ci verrà chiesto di saltare su piattaforme poste in alto nello stage: i comandi di gioco prevedono la possibilità di effettuare salti mortali eseguendo uno slancio con le mani alzate, ma solo rarissime volte riusciremo ad eseguire il balzo nella giusta direzione. Di tanto in tanto, invece il sistema di riconoscimento delle evoluzioni aeree appare fin troppo permissivo: proprio mentre saremo impegnati a combattere, ci ritroveremo inconsapevolmente catapultati da qualche altra parte.
La storia principale, che ci vedrà combattere con una forza malvagia intenta a distruggere il mondo, non durerà per più di 3 ore, ma è presente una modalità multigiocatore che supporta fino a 4 partecipanti: il primo giocatore sarà ripreso dalla telecamera, mentre i restanti tre controlleranno i nemici attraverso il dualshock: una componente decisamente più divertente della campagna a giocatore singolo, ma anche in questo ambito il senso di frustrazione per i controlli imprecisi non verrà mitigato affatto.

Fumetti "fai da te"

Lo stile adottato da Kung Fu Live è sicuramente uno degli aspetti più curati di questo software PSN: le ambientazioni, i menù di gioco e i personaggi, sono ricreati davvero come se fossero usciti dalle tavole di un disegnatore, anche se dobbiamo ammettere che gli avversari con cui dovremo scontrarci, seppur dotati di numerose animazioni, appaiono privi di carisma. Stupenda l'idea di narrare la storia attraverso una serie di foto che il PlayStation Eye ci scatterà alla fine di ogni capitolo: qui potremo dare libero spazio alla nostra inventiva e creare esilaranti situazioni per gli spettatori che ci osservano. Buona anche la colonna sonora all'interno di ogni livello, e la campionatura degli effetti sonori: divertenti i commenti dei nostri avversi mentre vengono massacrati, e discreto il doppiaggio nelle fasi narrative.

Kung-Fu Live Kung-Fu Live è un titolo che riuscirà a soddisfare un pubblico davvero esiguo di giocatori: la richiesta di uno spazio molto ampio, una serie di condizioni da soddisfare perdendo tempo e pazienza nella calibrazione della telecamera ed il sistema di controllo poco reattivo ed ancor meno preciso, son difetti che è impossibile ignorare. Il tutto, trasforma l'esperienza di gioco in un susseguirsi di comandi non impartiti o eseguiti nel momento meno opportuno. L'idea di partenza era particolarmente originale, caratterizzata da uno stile particolare e auto-ironico, peccato che a conti fatti il risultato finale lasci spazio soltanto al rammarico per aver speso forse poco saggiamente 15€ sul PlayStation Store.

5

Che voto dai a: Kung-Fu Live

Media Voto Utenti
Voti totali: 29
5
nd