Recensione Limbo

Il capolavoro Playdead ritorna su Xbox One, in una versione tecnicamente aggiornata, intrisa delle stesse disturbanti atmosfere.

Versione analizzata: Xbox One
recensione Limbo
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • iPhone
  • iPad
  • PSVita
  • Pc
  • Xbox One

Quando in occasione del Microsoft Media Briefing tenutosi alla vigilia dello scorso E3 Phil Spencer salì sul palco sfoggiando una maglietta ufficiale di LIMBO, si fecero le ipotesi più disparate: semplice omaggio a uno dei titoli indie più interessanti degli ultimi anni? Svolta di Xbox One verso il mercato indipendente? Nuovo titolo in fase di sviluppo da parte di Playdead?
La stessa conferenza, poco dopo, avrebbe tolto ogni dubbio, inquadrando la scelta di vestiario di Spencer all'interno di tutti e tre i suddetti casi ma, anche il più fantasioso dei presenti, difficilmente avrebbe potuto immaginare che qualche mese più tardi lo stesso LIMBO avrebbe fatto il il suo ingresso nella line up della console di ultima generazione di Microsoft. A ben quattro anni dalla sua prima release e dopo una serie di porting seconda solo (forse) a quella di Minecraft, il titolo d'esordio del giovane team di sviluppo danese arriva su Xbox One, portando anche su 'next-gen' tutto il fascino delle sue luci e delle sue ombre.


THE SPIDERMAN IS HAVING ME FOR DINNER TONIGHT

Anche in questa nuova edizione, infatti, il tratto più distintivi del capolavoro Playdead rimane il suo meraviglioso design artistico, identico all'originale. Per i pochi che non avessero mai messo gli occhi su questo titolo, LIMBO è, con ogni probabilità, ciò che la mente di Robert Smith avrebbe partorito se, invece di fondare i The Cure, si fosse dedicato al game design: l'idea di base è quella di un contrasto forte ed elegante tra gli elementi in primo piano ed i bellissimi fondali tra i quali ci muoveremo, senza perdere mai di vista una cura dei dettagli, ricca e ricercata in ogni stage. L'ottimo lavoro effettuato sul versante tecnico si estende ad un reparto animazioni capace di convincere ancora oggi, alla luce di una fluidità che non sente assolutamente il peso degli anni, ed un comparto audio in perfetta sintonia con l'atmosfera che permea tutto il titolo: le melodie minimaliste che aiutano il giocatore ad immergersi negli scenari cupi e quasi onirici di LIMBO creano infatti un riuscitissimo contrasto con una gamma di effetti sonori invece più realistica, che ben si sposa con la ben più 'terrena' pericolosità del mondo di gioco creato da Playdead.
Insieme ad un comparto tecnico rimasto praticamente inalterato, ed ancora in grado di fornire a LIMBO un colpo d'occhio tra i più efficaci sul mercato, ritroviamo su Xbox One anche il gameplay capace di proporre i migliori elementi tipici dei puzzle/platform e che già tanti elogi aveva ricevuto ai tempi del suo esordio su console. Proseguendo lungo i livelli, infatti, saremo chiamati a risolvere una serie di enigmi ambientali di vario respiro, tanto in grado di coinvolgere oggetti, meccanismi o elementi degli scenari vicini a noi, quanto capaci di legare tra loro dinamiche che potranno spaziare lungo tutta la durata di un livello. Tutto ciò, porrà il giocatore di fronte alla necessità di studiare con attenzione la giusta sequenza di interazioni con la quale interfacciarsi a questi macro-enigmi, facendo del più classico dei trial & error il metodo prediletto da LIMBO per l'avanzamento lungo i suoi livelli.

Che il titolo Playdead sia un inno al tentativo fallito e alla repentina rinascita è reso ancor più evidente da quegli enigmi più incentrati sull'abilità manuale del giocatore e nei quali il tempismo sarà fondamentale per portare a casa il proprio risultato: nulla a che fare, ovviamente, con gli esponenti più tecnici del genere nei quali il salto 'pixel-perfect' è la norma ma, nonostante un sistema di controllo ancora basato su due soli tasti (salto e interazione), non mancheranno occasioni nelle quali vi troverete ad affrontare la stessa sezione più e più volte cercando l'attimo giusto per oltrepassarla.
Un ulteriore elemento che svolgerà un ruolo cruciale nell'interazione con gli scenari è la fisica implementata dagli sviluppatori: semplice ma fedele al comportamento fisico che potremmo aspettarci dai vari elementi di gioco, questa dovrà infatti essere spesso tenuta in forte considerazione nello studio dei vari enigmi e spesso offrirà alcuni degli spunti più brillanti dell'intero titolo.
In sintonia con l'indole poco propensa al cambiamento di questa edizione Xbox One di LIMBO, anche la longevità rimane purtroppo in linea con gli standard appena sufficienti dell'originale: una volta iniziata l'avventura saranno infatti poche le ore che vi separeranno dal suo finale, capace, ancora una volta, di dividere i suoi spettatori tra estimatori e feroci detrattori. Se un appunto può essere fatto alla gestione 'narrativa' dell'intera vicenda da parte di Playdead è sicuramente rivolto al mancato approfondimento di personaggi e tematiche, così alla leggera perdita di efficacia nella 'magia' che contraddistingue l'esplorazione dei primi livelli grazie al loro meraviglioso design. Tutto ciò rimane comunque perfettamente comprensibile in termini artistici, frutto di una scelta ben ponderata da parte degli sviluppatori ed in perfetta sintonia con il 'minimalismo' che caratterizza tutta la produzione.

Limbo Consigliato a tutti coloro che nelle magnifiche ed emozionanti ambientazioni di LIMBO hanno vissuto giusto il tempo di un unico (e ormai lontano) playthrough e praticamente obbligatorio, invece, per chi non dovesse averle mai attraversate, il capolavoro di Playdead sbarca sulla nuova generazione di console in una versione pressoché identica all'originale. Tanto la carica espressiva della sua eccezionale componente artistica quanto la semplicità assuefacente del suo gameplay, tornano infatti ad offrire un mondo di gioco ancora tra i più affascinanti in circolazione. Enigmi dal design brillante e capaci di impegnare sia la mente che i riflessi del giocatore, inoltre, si dimostrano ancora in grado di sostenere la struttura di uno dei più solidi platform/puzzle degli ultimi anni, facendo entrare LIMBO non solo nel catalogo Xbox One (gratuitamente per tutti gli early adopters della nuova console Microsoft) ma anche, a pieno titolo, nell'Olimpo del genere.

8

Che voto dai a: Limbo

Media Voto Utenti
Voti totali: 235
8.1
nd