Pro Evolution Soccer 2018 Oggi alle ore 16:00

Giochiamo in diretta con la beta del nuovo gioco Konami!

Recensione Lume

Un'avventura grafica piuttosto incompleta arriva su Steam

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad
  • Pc
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Lo sviluppatore indipendente State of Play ha recentemente pubblicato sul mercato digital delivery Lume, un’avventura grafica punta e clicca che unisce la risoluzione di rompicapo logici alla classica raccolta e utilizzo di oggetti presenti nelle schermate di gioco. Ad un primo sguardo Lume conquista per la sua spiccata qualità artistica, fatta di fondali che sono in verità istantanee di un set reale formato da scatole e sagome di cartone. Un piccolo mondo che affascina fin da subito, ma che forse risulta fin troppo minuto per garantire un'esperienza di gioco soddisfacente

Blackout

La storia di Lume ci appare fin da subito abbastanza anonima e priva di mordente: nei panni di Lumi dovremo scoprire cosa sia successo a nostro nonno, dopo che un imprevisto blackout ha spento tutte le luci della casa. Il nostro compito sarà dunque quello di ricaricare il generatore elettrico presente nello scantinato dell’abitazione. La casa si rivelerà però piena di enigmi da risolvere, puzzle da superare per poter accedere a tutti gli elementi indispensabili al completamento la nostra missione.
Dopo aver risolto il primo enigma ed aver conquistato così l’accesso alla casa, dovremo continuare a far lavorare il cervello in molte situazioni: ricostruire un pannello solare ruotando nel giusto verso i tasselli, seguire alcune istruzioni per scovare il punto dov’è sepolta una dinamo, scoprire i numeri di una combinazione su un lucchetto. La natura dei puzzle, sebbene l’intenzione della software house fosse quella di realizzare enigmi di facile esecuzione, non sempre risulta coerente con l’impalcatura globale di Lume. Un paio di rompicapo sono decisamente poco intuitivi e, vista l’assenza di un sistema di suggerimenti, quasi impossibili da risolvere senza l’aiuto di una guida. Gli indizi inseriti da State of Play sono davvero difficili da cogliere, se non da menti geniali allenate a ragionare ben al di fuori dei normali schemi logici: un vero peccato, visto che nel complesso la longevità di Lume risulta davvero irrisoria.
L’avventura durerà infatti al massimo un’ora e mezza, e a peggiorare la situazione troviamo un finale davvero inconcludente. Lume appare dunque solo il semplice prologo di una storia più complessa, che al momento tuttavia rimane ancora "chiusa" nella fervida mente degli sviluppatori. Sembra davvero eccessiva la spesa di 6,99€ per poter giocare a Lume: non è ben chiaro se i prossimi capitoli del gioco saranno distribuiti gratuitamente come espansioni o se sarà necessario un ulteriore esborso di denaro per continuare la storia di Lumi e suo Nonno. Fatto sta che ad oggi, l’acquisto di Lume può essere facilmente trascurabile.

Handmade

Se dal punto di vista ludico Lume non eccelle per trasporto emotivo e originalità, di tutt’altro avviso è il comparto grafico del gioco. Le ambientazioni di questa avventura grafica sono infatti dei fondali reali "in carne ed ossa" (o meglio, "in carta e cartone"): le stanze della casa del nonno sono ricavate da scatole per imballaggi, mentre mobili e altre chincaglierie non sono nient’altro che sagome di carta e altri utensili di uso comune. Ad accentuare la sensazione di trovarsi di fronte ad un videogioco “fatto in casa” c’è lo splendido uso della telecamera. Nei momenti di transizione da una stanza all’altra, l’inquadratura ballerina e la messa a fuoco imprecisa, rendono splendidamente accattivante l’esplorazione degli ambienti di gioco.

Lume Purtroppo, oltre ad una presentazione grafica molto particolare, non c’è altro da elogiare in Lume. Lo charme di un’avventura minuta ma artisticamente emozionante viene totalmente azzerato dalla scelta infelice di inserire alcuni enigmi poco intuitivi, e da una trama davvero irrisoria. Lume dovrebbe essere la prima parte di una storia più vasta (e si spera anche più elaborata). Ma al momento i 6,99€ necessari per acquistare quest'avventura grafica ci appaiono decisamente eccessivi.

5

Che voto dai a: Lume

Media Voto Utenti
Voti totali: 11
5.4
nd