Prey Adesso online

Francesco torna su Talos-I

Recensione Maestro Green Groove

Un riuscito mix tra rhytmh e platform game.

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS
  • iPhone

Belle le contaminazioni; noi le amiamo. Le amiamo perché permettono ad un genere di divincolarsi per sfuggire alle regole imposte dal canone, concedendogli la facoltà di esprimere creatività e pluralità.
Sono molte le software house che cercano di mescolare ed ibridare, esplorando ognuna combinazioni differenti. E’ proprio quello che ha fatto Neko Entertainmente col suo Maestro! Green Grove. Piccola parte di un gioco retail completo, il DSiWare in questione presenta un riuscito mix tra platform e rhytmh game, catapultando il giocatore in un mondo fatto di note, corde, classici della musica e tanto, tanto senso del ritmo.

Andante con moto

La modalità Avventura si apre introducendoci in un mondo in cui Presto, un allegro volatile roseo dal tipo sconosciuto, deve vedersela con il perfido ragno Staccato ed i suoi servitori, artefici della tragica scomparsa della musica nel mondo.
L’impianto ludico che caratterizza il titolo, come già accennato in fase introduttiva, è mix tra platform e rhythm game. Sarà un breve tutorial, inizialmente, ad insegnarci le mosse fondamentali. Lo scorrimento orizzontale avverrà automaticamente, e basterà “pizzicare” una corda dall’alto in basso per far saltare Presto, mentre dal basso verso l’alto per farlo cadere su qualunque cosa ci sia di sotto. Durante gli stage, inoltre, parallelamente al movimento di Presto saremo chiamati a suonare alcune corde rispettando il ritmo ed il tempismo dei brani proposti in sottofondo, oltre che a colpire al momento giusto i nemici che appariranno sullo schermo. Basta sbagliare il ritmo, basta picchiettare un attimo prima o dopo, perché ci vengano affibbiate penalità che andranno ad inficiare sul completamento del livello in questione (per il quale è richiesta una votazione pari o superiore a B+).
La modalità Avventura è composta da tre brani appartenenti ai classici della musica, riproposti tre volte per altrettanti livelli di difficoltà. Tra uno e l’altro, ogni tre stage, ci troveremo a fronteggiare Staccato, adottando un modus operandi diverso da quello protagonista degli altri livelli: in tali occasioni dovremo memorizzare i battiti e le mosse del nostro antagonista e riproporle rispettando esattamente il ritmo. Una formula che, pur volendo aumentare il livello di difficoltà - non altissimo - del gioco, risulta piuttosto noiosa e meno frenetica delle parti più platform, generalmente più divertenti ed appaganti. Il senso del ritmo, durante queste ultime, sarà fondamentale: capiterà non di rado di dover ripetere un livello per studiarne al meglio le caratteristiche, per capire dove saltare o come pizzicare le corde per non incorrere in fastidiose penalità.
Sarà possibile inoltre, in modo del tutto opzionale, usare il microfono del Nintendo DSi per cantare o fischiettare a ritmo, seguendo i movimenti e le corde su cui salterà Presto.
Un concept, quello di Maestro! Green Grove, che si rivela sempre particolarmente azzeccato e divertente; peccato solo per gli incontri con i boss, che spezzano la frenesia dell’avventura proponendo una formula molto più statica, e per la relativa brevità del titolo. Basteranno un paio d’ore per completare completamente le avventure di Presto, comunque abbastanza inclini alla rigiocabilità per qualche partita mordi e fuggi.

Tecnicamente parlando, nonostante il budget relativamente limitato, il software sa farsi valere: graficamente, Maestro! Green Grove ospita buoni scenari corredati da altrettanto validi modelli poligonali dei protagonisti, che ben si inseriscono nei vari sfondi bucolici presenti durante l’avventura.
Ottimo giudizio va riservato al lato audio: i brani presenti nel titolo (purtroppo solo tre) sono riprodotti fedelmente, ed altrettanto riuscita è la scelta del ritmo da seguire e delle note da suonare, complice una velocità di gioco sempre crescente che riesce ad adeguarsi costantemente agli elementi sullo scenario.

Maestro Green Groove Maestro! Green Grove è il (quasi) perfetto esempio di come dev’essere un prodotto del genere. Il mix tra gioco di piattaforme e rhythm game è particolarmente riuscito, grazie alle particolari combinazioni tra musica e abilità di movimento. Buono il lato tecnico, sia visivo che sonoro. Peccato solo per una longevità che non riesce a soddisfare pienamente, e per le fasi di combattimento contro i boss, che rallentano il ritmo del gioco a favore di una formula più statica che, a nostro avviso, stona pericolosamente con il concept del gioco. Ad ogni modo, consigliamo l’acquisto di Maestro! Green Grove praticamente a tutti, sia agli amanti del particolare genere che a chi se ne avvicina per la prima volta.

7.5

Che voto dai a: Maestro Green Groove

Media Voto Utenti
Voti totali: 30
5.6
nd

Altri contenuti per Maestro Green Groove