Recensione Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012

Le imprese olimpioniche di Mario e Sonic arrivano anche su Nintendo 3DS

Versione analizzata: Nintendo 3DS
recensione Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Wii
  • 3DS
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Puntuale come un orologio svizzero, con l’arrivo delle nuove Olimpiadi che quest’anno si disputeranno a Londra, SEGA ha riunito il duo formato da Mario e Sonic per celebrare l’evento sportivo che appassiona tutto il mondo dello sport. Dopo l’uscita della versione casalinga per Wii, Mario & Sonic ai giochi Olimpici di Londra arriva anche sulla nuova console portatile di Nintendo, offrendo tutti i celebri personaggi del regno dei funghi e della Green Hill Zone e più di 50 minigiochi ispirati alle competizioni olimpioniche, che sulla handheld spiccano non solo per una grafica dai colori vivaci, ma anche grazie ad un 3D stereoscopico che immerge il giocatore nel cuore della competizione.

I "minigiochi" Olimpici

A differenza dell'edizione per Wii, le attività ludiche presenti in Mario & Sonic ai giochi Olimpici di Londra sono state rimodellate per adattarsi a sessioni di gioco più brevi ed estemporanee. Un lavoro soprattutto di limatura, che accoglie piccole "riduzioni" di sport decisamente complessi. Ad esempio il gioco del calcio è rappresentato adesso dai soli tiri dalla bandierina d’angolo, in cui il giocatore deve indirizzare la palla in porta, eludendo la difesa ed il portiere, oppure impersonare il portiere per parare un susseguirsi costante di tiri avversari.
Anche altri sport, come il tennis, la pallavolo o il badminton seguono la stessa linea, optando per uno schema di comandi più semplice ed intuitivo, che prevede di colpire la palla con il giusto tempismo, eliminando il controllo del giocatore sul campo. Inoltre, in tutti gli sport a punti, SEGA ha limitato la durata delle partite al raggiungimento di tre punti su cinque, e non è possibile modificare questa opzione per estendere la durata della sessione di gioco.
Una scelta che potrebbe far storcere il naso a chi è alla ricerca di un’esperienza maggiormente elaborata, lo sappiamo; ma se invece volete di qualcosa di più intuitivo, capace di riempire gli spazi vuoti fra un impegno e l'altro, le attività proposte da Mario & Sonic ai giochi Olimpici di Londra rappresenteranno un ottimo passatempo.
I minigiochi più riusciti sono sicuramente quelli che offrono una maggiore interazione da parte dei giocatori, sfruttando le funzionalità peculiari della console Nintendo. Nei giochi di ginnastica ad esempio, il giroscopio interno è sfruttato per mantenere l’equilibrio tra una posizione e l’altra, così come nei giochi di tiro, in cui muovendo la console potremo mirare e colpire i dischi lanciati in aria, o i bersagli attraverso l’uso di arco e frecce.
Altre soluzioni invece risultano decisamente meno riuscite, chiedendo ai giocatori azioni davvero troppo semplice, che non corrispondono sicuramente alla complessità reale nel partecipare ad una competizione: la marcia, ad esempio, invece di essere un’accesa gara a suon di QTE e button smashing, è stata ideata come un minigioco ritmico che si svolge nelle vicinanze della linea di traguardo, in cui il giocatore deve semplicemente oscillare il pennino sullo schermo a tempo di musica; stesso discorso per la maratona, che si affronta premendo un tasto per raccogliere una borraccia con il giusto tempismo.

Un buon passatempo

Nonostante alcune limitazioni e scelte non del tutto condivisibili, Mario & Sonic ai giochi Olimpici di Londra rimane tuttavia un’esperienza di gioco sempre divertente. Le minuterie, proprio per la natura intuitiva e di semplice esecuzione, riescono ad intrattenere a lungo, e a proporre un ottimo livello di sfida al livello di difficoltà più alto. Raccogliere tutte le medaglie d’oro a livello Hard richiederà una prontezza di riflessi non indifferente, ed inoltre ci saranno un centinaio di spille da collezionare che si possono sbloccare raggiungendo alcuni obiettivi.
Mario & Sonic ai giochi Olimpici di Londra include una modalità storia, in cui potremo impersonare Mario, Sonic, e tanti altri personaggi tratti da entrambe le serie firmate Nintendo & Sega, per sventare il tentativo di sabotaggio dei giochi Olimpici da parte del Dr.Eggaman e di Bowser, che hanno sparso in tutta Londra una fitta nebbia colorata. La storia si articola in numerosi scenari che si concludono sempre con alcune competizioni contro la CPU, e sebbene il contesto narrativo appaia un po’ banale e appesantito da dialoghi non certo profondi e coinvolgenti, risulta un ottimo spunto per scoprire tutti i minigiochi presenti nel titolo; permette inoltre di vedere i simpatici personaggi di Super Mario e Sonic interagire tra loro, e contribuisce ad aumentare la longevità del titolo.
Mario & Sonic ai giochi Olimpici di Londra include inoltre una modalità multigiocatore a quattro giocatori in locale (con e senza scheda di gioco), ed una serie di classifiche online per ogni attività che permettono di confrontare i propri record sia con i propri amici, sia con i giocatori di tutto il mondo.

Splendente come una medaglia

Un pregio indiscutibile di questa versione di Mario e Sonic Ai giochi Olimpici di Londra è l’interfaccia grafica: il titolo si presenta nel migliore dei modi, con menù curati e accessibili, schermate vivaci e ricche di colori, e testi che spiegano nel dettaglio i controlli e le regole di ogni singolo minigame. Anche durante il gioco, sullo schermo inferiore della console è sempre presente un pratico schema riassuntivo dei comandi. Anche i personaggi e le situazioni di gioco sono riprodotte magistralmente, con modelli perfettamente animati, scenari ricchi di colori accentuati da un 3D stereoscopico che immerge il giocatore nelle varie situazioni. Senza dimenticare un comparto sonoro di qualità, che soprattutto nella modalità storia propone accompagnamenti orchestrati e campionamenti di egregia fattura.

Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 Sebbene non sia un titolo perfetto, Mario and Sonic ai giochi Olimpici di Londra 2012 per Nintendo 3DS risulta un videogioco funzionale e divertente, ed intrattenere in maniera spensierata gli utenti della console portatile a due schermi. Sebbene si senta la mancanza di attività ludiche maggiormente elaborate, che lasciano spazio a minigame dall’esecuzione più rapida ed intuitiva, tra una vasta selezione di eventi, ed una modalità storia interessante ed una discreta varietà, il titolo propone nel migliore dei modi il giochi Olimpici ad un pubblico giovane e non solo.

Che voto dai a: Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012

Media Voto Utenti
Voti totali: 16
6.1
nd