No Man's Sky (PS4 Pro) Adesso online

Vi mostriamo le novità del Path Finder Update

Recensione Minecraft

Il sandox più famoso arriva anche sulla console casalinga di Nintendo. Vediamo se i blocchi di Minecraft si trovano a proprio agio

Versione analizzata: Wii U
recensione Minecraft
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • iPhone
  • iPad
  • PSVita
  • Wii U
  • Pc
  • Xbox One
Andrea Dresseno Andrea Dresseno ha iniziato a giocare alle elementari, prima a scrocco, poi si è reso autonomo. Scrive di videogiochi da quasi vent'anni, ma nel mezzo ci sono state alcune pause di riflessione: durante una di queste ha dato vita all'Archivio Videoludico, per cui ora si dedica anche alla conservazione del medium. Si dice sia nintendaro, ma non esistono prove. Lo trovate su Facebook.

C'è un Tetris per ogni piattaforma esistente - persino su Virtual Boy, e pure in duplice versione - poteva Minecraft essere da meno? Minecraft non è Tetris, lungi da noi affiancare il classico di Aleksej Pažitnov al titolo di Markus Persson. Diamo tempo al tempo: tra vent'anni Minecraft potrebbe avere lo stesso peso. Un cult, un pochino, lo è già diventato. Il discorso fila, perché Minecraft a momenti lo trovi pure nel Nokia 3110 (e via, a scomodare Snake). Sempre di blocchi si tratta, solo che là si chiamavano tetramini e avevano sette forme specifiche, qui si torna all'essenzialità: i blocchi di Minecraft sono i singoli pixel di cui è fatta la materia digitale. Li distruggi, li ricomponi, li plasmi in base a sogni e desideri. Minecraft ha avuto successo per questo: segna il ritorno alle origini, a mondi che non esistono finché il giocatore non li concepisce. Andare in fondo al mare e distruggere blocchi uno dopo l'altro, quasi volessi raggiungere il centro della Terra. Poi tornare su e andare in cima a quella montagna. Scavare fossati, abbattere alberi, costruire oggetti e ripari. Anche semplicemente volare. Per esempio, ricordavo che la sabbia aveva a che fare col vetro: quando l'ho messa a cuocere e in effetti s'è formato un bel cubetto di vetro, beh, mi sono emozionato come un bimbo alle elementari. Minecraft è l'essenza del sandbox: un gioco che mette un mondo in mano al giocatore, senza alcun obiettivo se non quello di sopravvivere (nella modalità Sopravvivenza) o di sperimentare (in quella Creativa). Il fatto che Minecraft lo conoscano pure i muri non significa che una veloce introduzione non sia necessaria.

Benvenuti a Minecraft

In Minecraft puoi fare praticamente ogni cosa, sono i blocchi a governare l'universo. Il giocatore viene gettato all'interno di una mappa generata in maniera procedurale e lì inizia la sua avventura. Nella modalità Sopravvivenza, che è poi quella "ordinaria", si tratta di esplorare l'ambiente, mettere da parte risorse, costruirsi una dimora, proteggersi dai mostri che compaiono di notte. Il giorno scorre tranquillo: si abbattono alberi, si raccoglie materia prima, si allevano (o sacrificano) animali. Di notte bisogna fare attenzioni ai nemici, per cui un riparo è d'obbligo. La vita su Minecraft procede serena, a patto di provvedere al proprio sostentamento e alla propria difesa. A grandi linee abbiamo descritto la modalità Sopravvivenza. Minecraft, tuttavia, è anche luogo virtuale dove dar libero sfogo alla propria creatività. Nella modalità Creativa non ci sono nemici, tutte le risorse sono già disponibili: non rimane che plasmare il mondo secondo il proprio volere. Come Youtube dimostra, nel corso degli anni i giocatori si sono sbizzarriti, talvolta con risultati notevoli. Di fatto si può dar vita a qualsiasi cosa, perché i blocchi sono il grado zero dell'atto creativo. Gli scenari di Minecraft sono squadrati, primordiali, eppure la creatura di Persson ha stile da vendere. In barba al fotorealismo degli universi 3D.

E su Wii U?

Arriviamo quindi alla versione Wii U, praticamente l'unica a mancare ancora all'appello. Ben venga che si sia provveduto, per quanto sia difficile chiudere un occhio su questo ritardo mostruoso e sul prezzo, superiore di dieci euro rispetto alle controparti per PS4 e One. Nessuno dei due dettagli va a minare la qualità del gioco, ma entrambi aprono ad alcune riflessioni. Il ritardo va sicuramente a penalizzare questa edizione, innanzitutto, perché chi voleva giocare a Minecraft l'ha potuto fare praticamente ovunque. In ogni caso, qualche ritardatario c'è sempre e poi è giusto considerare chi non possiede altra console all'infuori del Wii U. I dieci euro in più sono invece difficili da digerire, perché immotivati. A Minecraft su Wii U non manca niente della formula originaria, è un port accurato e completo (e che include già alcuni pacchetti texture extra, come quelli a tema fantasy e natalizio). Eppure, è un port inferiore rispetto a quanto già visto su PS4 e One. In particolare sul fronte dell'estensione della mappa.

Su Wii U il mondo di gioco è limitato a una mappa, contro le 25 mappe di PS4 e One. In questo senso la versione Wii U è più vicina a quelle PS3 e 360, però costa dieci euro in più di tutte le altre. Quantomeno il GamePad è stato sfruttato a dovere? Purtroppo no. Il GamePad è supportato solo per l'off-screen play e fa le veci del televisore. Niente comoda mappa sul secondo schermo; i menu si scorrono con stick e croce direzionale. Le potenzialità dell'interfaccia Wii U potevano certo essere sfruttate maggiormente. Da segnalare, comunque, la presenza della modalità co-op online (che supporta anche la chat vocale) e locale via split-screen. In questo secondo caso accertatevi di avere un Pro Controller a portata di mano.

Minecraft Non c'è alcun dubbio che Minecraft sia un gioco di qualità. Un gioco per tutti e contemporaneamente non per tutti. La sua anima sandbox implica che ognuno può viverlo come desidera, dando libero sfogo alla propria creatività (e al proprio istinto di sopravvivenza). Allo stesso tempo, l'approccio aperto può demoralizzare chi è alla ricerca di un obiettivo, di una narrazione tradizionale, di un percorso prestabilito. Minecraft è così, per tutti e non per tutti, lo si ama o lo si odia. Impossibile, però, non riconoscerne il valore. L'edizione Wii U arriva un tantino in ritardo e certo non aiuta il sovrapprezzo rispetto alle altre versioni console. Ancor più che il GamePad viene sfruttato al minimo (solo per l'off-screen play) e che l'estensione della mappa non può competere con quanto visto su PS4 e One (e su PC, ovviamente). Non c'è insomma motivo di acquistare questa edizione se si è già in possesso di una delle altre versioni. È comunque cosa buona e giusta che anche i possessori di Wii U abbiano finalmente la possibilità di giocare al titolo Mojang. Non sarà per tutti, ma è un'opera imprescindibile per chiunque sia interessato ai videogiochi e alla loro evoluzione.

7.9

Che voto dai a: Minecraft

Media Voto Utenti
Voti totali: 135
7.4
nd