Recensione Mondiali FIFA Brasile 2014

Impazienti per i mondiali? EA sforna il FIFA che fa per voi.

Mondiali FIFA Brasile 2014

Videorecensione
Mondiali FIFA Brasile 2014
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
Alessandro Trufolo Alessandro Trufolo ha visto la sua prima schermata di Game Over in età precoce: per il trauma, è cresciuto inserendo cartucce e dischi vari in qualsiasi console o computer gli capitasse a tiro. Quando ha deciso che di videogiochi voleva anche scriverne e parlarne, il dramma si è completato. Aiutatelo a superarlo su Facebook, Twitter e Google+.

Come in occasione di ogni evento calcistico che si rispetti, tra quasi due mesi esatti il nostro Bel Paese si trasformerà nella panchina più lunga del mondo: tutti i commissari tecnici, gli allenatori, i tattici e persino i giocatori professionisti mancati che si nascondono nell'animo del buon italiano medio, infatti, potranno uscire allo scoperto e riunirsi per celebrare uno dei riti più sacri dello Stivale: la Partita della Nazionale. Come da tradizione le mille variabili ancora da decifrare nella testa del nostro Commissario Tecnico rendono il pronostico sulle chance di vittoria degli Azzurri un argomento delicatissimo e di difficile soluzione ma, se limitarvi ad urlare modifiche tattiche e sostituzioni in direzione dello schermo (durante le apposite riunioni familiari o al Bar dello Sport di fiducia) non dovesse ancora soddisfare la vostra fame di calcio, Electronic Arts sarà ben felice di darvi una mano: Mondiali FIFA Brasile 2014 è infatti l'adattamento videoludico ufficiale della manifestazione sportiva che il prossimo dodici giugno prenderà il via dalla città verde-oro di San Paolo, e vi permetterà di rivivere, modificare e riscrivere tutto il cammino della vostra squadra del cuore, dal calcio d'inizio delle fasi di qualificazione all'ambitissimo podio finale.

THE WORLD IS OURS

Immersa in una ricca gamma di menù a tema e in una selezione di musiche ufficiali e non, troviamo, comunque, l'anima delle versioni PS3 e Xbox 360 di FIFA 14, addolcite in fase di controllo palla e nel gioco aereo, qui resi leggermente più intuitivi, ma sempre ancorate al dinamismo ragionato che caratterizza il quattordicesimo capitolo del franchise. Non avremo a che fare, quindi, con un arcade puro, confezionato per accontentare chi, ai videogiochi calcistici, si avvicina solo in occasione dei Mondiali: piuttosto con una simulazione che può contare su una collaudatissima intelligenza artificiale e su milioni di veterani sparsi per tutto il mondo con i quali sfidarsi sulla rete.
Proprio quest'ultima componente è tra le protagoniste della nuova schermata di gioco iniziale, che offre -insieme ad altre- una modalità Online che ci permette di scoprire le classiche sfide 'Amichevole' e 'Mondiali FIFA' (con la quale affrontare l'intero torneo sfidando altri giocatori online), ma che ci introduce anche alla modalità multiplayer sicuramente più nuova ed interessante del lotto. 'Destinazione Rio de Janeiro' è infatti un viaggio calcistico lungo le dodici città che ospiteranno le reali partite del Torneo Mondiale, da Manaus a Rio, passando per Belo Horizonte, Fortaleza e molte altre; in ognuna di esse vi saranno messe a disposizione dieci partite, attraverso le quali guadagnare punti e raggiungere una 'quota salvezza' che vi permetterà di partire alla volta della città successiva, fino al raggiungimento della vostra meta finale.
Contestualizzate anche le nuove modalità single-player, che che permettono di accedere al torneo sin dalle fasi di qualificazione, consentendoci di riscrivere la storia dei vari gironi, sbloccabili mano a mano insieme agli scenari continentali e alle nazionali principali.
Sempre le fasi preliminari del torneo sono protagoniste della modalità 'Destinazione Mondiali FIFA', con la quale affrontare i gironi di qualificazione reali o altri creati ex-novo, con un fardello aggiuntivo dettato dalla gestione della forma della propria (ampissima) rosa, attraverso l'allenamento mirato degli elementi meno performanti del gruppo.

'Guida la Nazionale' è invece la versione Estate 2014 della modalità carriera giocatore, nella quale il nostro obiettivo sarà quello di guidare calciatore creato appositamente per l'occasione (o scelto tra i giocatori realmente 'nel giro' della Nazionale) alla conquista del Mondiale, in veste di capitano dei suoi colori: la strada verso il successo sarà ovviamente costellata di partite, allenamenti, e posizioni conquistate e perse nelle gerarchie del commissario tecnico, che modificherà periodicamente i ventitré convocati in base alle prestazioni sul campo, senza permettervi, così, di poter mai abbassare la guardia.
Regina incontrastata delle modalità offline, insieme a 'Calcio d'Inizio' (il quick-play 'amichevole' per antonomasia), rimane però sicuramente l'esplicativa 'Mondiali FIFA 2014': il viaggio del giocatore partirà qui direttamente dalle fasi a gironi ufficiali che si apriranno il prossimo dodici giugno con la sfida inaugurale Brasile-Croazia a San Paolo, e lo accompagneranno attraverso le eliminatorie dirette fino a raggiungere la finale; cruciale, anche in questo caso, sarà la gestione degli allenamenti e della rosa dal punto di vista fisico, lungo tutta la durata di un torneo, sì breve, ma in grado di spremere i nostri giocatori in modo del tutto simile a quanto avviene nella realtà.
Non manca, chiaramente, nemmeno l'ormai onnipresente modalità EA Sports Footbal Club, nella quale troveremo un Catalogo che ci permetterà di spendere i punti CFC accumulati durante il gioco, acquistando oggetti come divise storiche, nuove esultanze e sfide inedite (in modo del tutto simile alla sua controparte 'per Club'). Oppure potremo semplicemente tentare la scalata alle classifiche mondiali a suon di PE.
Oltre che nelle sfide che affronteremo durante il torneo principale e nelle modalità secondarie, il modo migliore per aumentare il proprio saldo di Crediti e Punti Esperienza sarà quello di impegnarsi nelle cosiddette 'Prove Abilità': in questa modalità potremo partecipare a mini-sfide simili in tutto e per tutto ad alcune fasi di allenamento e a quelle giocabili durante il caricamento della partita, qui però molto più numerose e divise a seconda del loro grado di difficoltà, e con la possibilità di scegliere con quale giocatore affrontare ogni prova.
Chiudono la consueta e ricchissima carrellata di opzioni la modalità 'Personalizza' che, insieme alla sua vasta gamma di editor per squadre, giocatori e replay, permetterà di scaricare gli aggiornamenti (tanto alle rose quanto al software) che verranno rilasciati prima, dopo e durante la manifestazione vera e propria.
Complessivamente non ci si può lamentare, insomma, se si è alla ricerca di un titolo che sappia replicare le atmosfere e i momenti più intensi del campionato mondiale. Tuttavia bisogna ammettere che Mondiali FIFA Brasile 2014 impallidisce rispetto alle edizioni regolari del franchise. Anche perchè qui, ovviamente, non c'è la possibilità di giocare coi Club di tutto il mondo. Dispiace quindi constatare che la politica di prezzo adottata da Electronic Arts sia davvero troppo aggressiva. Rispetto ad altre iniziative degli scorsi anni, sempre in occasione dei mondiali o degli europei, stavolta il publisher ha guardato poco agli interessi degli utenti e molto al profitto. Capiamo che il coso delle licenze sia davvero elevato, ma non così tanto da giustificare il lancio di un prodotto a prezzo pieno, soprattutto a pochi mesi di distanza dall'arrivo del nuovo episodio regolare. Ad oggi, insomma, il prezzo è il difetto più evidente di Mondiali FIFA Brasile 2014.

SQUADRA CHE VINCE...

Una volta scesi in campo, in termini prettamente ludici, i veterani di FIFA 14 troveranno poche novità rispetto alle dinamiche di gioco conosciute nell'ultimo capitolo della serie, se non quelle apportate dal nuovo sistema di controllo. Grazie al World Class Control, infatti, il controllo della palla e dell'inerzia del proprio giocatore sembrano ripuliti di quella eccessiva ruvidità che ha contraddistinto l'ultimo esponente del franchise. Queste modifiche rendono le dinamiche di gestione della palla più accessibili, ma non per questo meno godibili, anche in virtù di una loro maggiore coerenza in un contesto di tornei più brevi ed intensi.
A livello di gestione della manovra, comunque, si assiste ancora all'esigenza di costruire un giro palla ragionato, che sfrutti efficacemente i movimenti dei propri compagni. Anche qui, è il posizionamento dei giocatori che si dimostra lo strumento più efficace per creare occasioni da rete, mentre pressing e possesso palla avversario presentano ancora lo stesso grado di intensità e qualità necessari a renderli credibili ed impegnativi da affrontare, specialmente nel caso di Nazionali all'interno della Top 10 mondiale.

Escluse le prestazioni all'interno dei due primissimi livelli di difficoltà, si registra anche una reattività dei portieri leggermente migliorata (soprattutto se grandi nomi) ed una gestione delle uscite più efficace e, fortunatamente, meno votata alla papera. Anche gli estremi difensori, tra l'altro, hanno beneficiato di un sensibile arricchimento generale della libreria di animazioni: sarà quindi possibile, ad esempio, deconcentrare il rigorista di turno con movimenti decisamente poco sobri o indicandogli il punto in cui tirare.
Palla al piede, la gamma di giocate si arricchisce di nuovi passaggi curvi (rasoterra o d'esterno) e di tutta una serie di inediti colpi di classe che andranno ad arricchire tanto il bagaglio tecnico dei campioni più affermati quanto il valore dei vostri replay.
Anche a livello tecnico, le differenze rispetto a FIFA 14 sono tutte contenute all'interno della nuova ambientazione carioca, per la quale il lavoro svolto è veramente lodevole: ognuno degli stadi che ospiterà le sfide mondiali del Torneo è infatti riproposto con dovizia di particolari, insieme alle esultanze più recenti e caratteristiche dei giocatori, oltre che ad un loro look a volte inedito e ad una nuova coreografia da urlo. Non mancano, ovviamente, le ultimissime divise ufficiali che ognuna delle nazionali sfoggerà con orgoglio, e per la prima volta, durante il prossimo Mondiale, e tocchi di classe come le controparti virtuali degli allenatori più celebri e le loro reazioni dopo gli episodi più caldi delle partite.

Da segnalare, infine, il piacevole tocco di colore offerto dai collegamenti con le piazze di tutto il mondo, gremite di tifosi che non mancheranno di esprimere il loro apprezzamento o tutta la loro delusione in base all'andamento della loro squadra del cuore, e la consueta (ed efficacissima) tracklist di brani indie/rock/electro che ci costringerà a tenere spesso sottomano la combo 'cellulare-più-Shazam'.

Mondiali FIFA Brasile 2014 Con FIFA Brasile 2014, Electronic Arts sforna un titolo perfetto per chiunque voglia soddisfare la propria fame di calcio in vista dei prossimi Mondiali estivi: l'offerta di modalità di gioco, infatti, per quanto contestualizzata, è ricchissima e in grado di soddisfare praticamente ogni palato, mentre la strabordante quantità di licenze ufficiali non mancherà di appagare collezionisti e fan di squadre e campioni reali. Certo, a livello ludico le novità non sono tali da riuscire a soddisfare i giocatori più navigati della serie ma, se sotto questo punto di vista non possiamo trovare grossi passi avanti, sarebbe anche ingiusto dire che FIFA Brasile 2014 è un passo indietro rispetto all'ottima formula di gioco proposta da FIFA 14: semplicemente, l'ultimo calcistico 'mondiale' di EA ne sposta i parametri verso una maggiore accessibilità, senza scadere nel baratro del 'prodotto di massa', mantenendo intatta la necessità di un'impostazione intelligente della propria manovra e della fase difensiva. Incornicia il tutto la tradizionale cura per il dettaglio tipica della serie, e un ventaglio di modalità online in grado di aumentare la longevità del titolo ben oltre la fine del campionato mondiale reale: almeno fino al prossimo settembre, quando la sfida per il trono del calcio virtuale entrerà di nuovo nel vivo. Peccato insomma per un prezzo davvero eccessivo, se confrontato con l'offerta complessiva: Mondiali FIFA Brasile 2014 resta un prodotto "a scadenza", dato che non include la possibilità di giocare con i club, e che la sua parabola si esaurirà parallelamente con lo spegnersi dell'entusiasmo "mondiale". Forse, EA avrebbe potuto optare per una "price policy" più morbida.

7.5

Che voto dai a: Mondiali FIFA Brasile 2014

Media Voto Utenti
Voti totali: 14
6.7
nd