Motorsport Manager per iPad

Un corsistico manageriale realizzato in maniera sorprendente

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad
  • Pc
Alessandro Mazzega Alessandro Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente al mondo dei videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di sviluppo, attualmente in Forge Reply. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Con il modello freemium a dettare legge su tutti gli store per i vari dispositivi mobile, proporre titoli a pagamento sembra sempre più complesso. Il grande pubblico è infatti sempre meno propenso a spendere, quindi l'unico modo per cercare di monetizzare un prodotto premium è rivolgersi alle nicchie di appassionati, normalmente più inclini ad acquistare titoli in linea con i loro gusti. Motorsport Manager va esattamente in questa direzione, non avendo vergogna di esporre un prezzo di acquisto che lambisce i cinque euro e proponendo un manageriale legato all'automobilismo profondo ed appagante, che solo i fan dei lunghi fine settimana motoristici saranno in grado di apprezzare davvero.

Sognando Ecclestone

Come da tradizione per un gestionale di questo tipo, Motorsport Manager permette di fondare una propria scuderia, offrendo l'opportunità di gestirne tutti gli aspetti, dal budget alla ricerca e sviluppo e al personale, fino ad arrivare alla parte sicuramente più eccitante: le gare vere e proprie. Una volta scelto un nome per la propria scuderia se ne diventerà immediatamente il presidente e l'amministratore delegato, con l'obiettivo finale di vincere il maggior numero possibile di campionati professionisti. Per fare ciò si avranno a disposizione due vetture e rispettivi piloti, una sede che ospita un tracciato di prova, i laboratori per trovare muove soluzioni tecniche e i capannoni produttivi per trasformare i progetti in componenti veri e propri.
Sin dalla prima schermata si verrà assistiti da un tutorial semplice e abbastanza esplicativo, in grado di spiegare come muoversi nelle varie schermate. Il tutto verrà gestito da Nigel, avatar che ricalca, senza però copiarle, dato che Motorsport Manager non ha alcuna licenza ufficiale, le sembianze del mai dimenticato Mansell, baffuto campione che passò dalla Formula 1 alle gare a ruote scoperte americane, girando il mondo grazie alla sua grinta e abilità. Nigel fornirà anche consigli su come equipaggiare le proprie vetture per affrontare le prove del sabato o le gare domenicali, fungendo quindi da aiutante e consigliere a trecentosessanta gradi. Impossibile quindi resistere al richiamo della pista e lasciata la burocrazia alle spalle, almeno ad una prima occhiata, ci si potrà subito lanciare nelle competizioni, scegliendo il primo campionato breve ed iniziando la propria scalata al successo.

Giorni di tuono

Le prime gare sono tutte ambientate in Inghilterra e, dopo una prima occhiata al tracciato, si dovrà iniziare a pensare ad una strategia per puntare alla pole position. La scelta in prova ricade sempre su gomme morbide o da bagnato, in base alle condizioni dell'asfalto, mentre in gara grandissima importanza rivestiranno anche quelle dure, le quali garantiranno un consumo limitato se si punterà ad una strategia con pochi pit stop. Discorso differente per i rapporti del cambio e la portanza degli alettoni anteriori e posteriori, che possono fare la differenza in base alla conformazione del tracciato. Sono quindi questi tre i parametri sui quali si agirà ai box, prima di comunicare ai propri piloti di scendere in pista, dando un numero di giri specifico da compiere per tentare di segnare un tempo utile alla classifica, avendo l'accortezza di ricordare che il primo e l'ultimo servono solamente per uscire o rientrare nella pit lane. Una volta finiti i giri a propria disposizione o il tempo dedicato alle prove cronometrate, si passerà subito alla gara. Bisognerà quindi mettere a frutto le informazioni ottenute durante il sabato, in modo da imbastire una strategia vincente. In questo caso, però, i parametri da tenere in considerazione saranno di più, in quanto il tempo atmosferico variabile, con le previsioni sempre ben in vista nella sezione dedicata, potrà modificare improvvisamente l'esito di una corsa. Si potrà inoltre comunicare in tempo reale con i propri piloti, forzandoli a guidare in maniera più prudente e pulita, limitando in questo modo il consumo delle gomme, oppure facendoli spingere al limite, tentando quindi un sorpasso o cercando di guadagnare decimi preziosi giro dopo giro, vantaggio che andrà irrimediabilmente perduto ai box alla prima sosta.

Le gare si potranno seguire su una doppia schermata, la più interessante delle quali offre una visuale del tracciato dall'alto, con una camera dinamica che segue uno dei propri piloti lungo il tracciato. La rappresentazione grafica è semplice ma curata, con effetti dinamici che variano l'illuminazione in base al tempo atmosferico. Solo le auto, rappresentate come dei semplici pallini sul tracciato, non soddisfano, in quanto lasciano troppo spazio all'immaginazione, rubando parte del coinvolgimento che le gare riescono a generare, a causa di una resa che ricorda quella dei navigatori satellitari. Le gare sono però assolutamente appassionanti e raramente si utilizzeranno i pulsanti per accelerare il tempo, in quanto ad ogni giro potrà accadere di tutto, tra sorpassi al limite e rotture improvvise, che obbligheranno a rivedere i propri piani nel più breve tempo possibile. Si rimarrà quindi sulle spine fino all'ultima curva, nel tentativo di recuperare un'ultima posizione o cercando di difendere la propria dagli attacchi di un rivale, magari con gomme più in salute di quelle che si hanno a disposizione.
Inoltre, la rappresentazione astratta delle gare è in grado di trasmettere l'ansia di non essere direttamente alla guida, avendo quindi in parte le mani legate in quanto è possibile decidere le strategie e comunicarle ai propri piloti ma non si può metterle in pratica direttamente ne guidare i propri mezzi. Raggiunta la bandiera a scacchi si tornerà al proprio quartier generale e sarà possibile dare un'occhiata a cosa pensano i fan e la stampa dell'ultima corsa, grazie ad un social network in stile Twitter integrato nel gioco. Si dovrà poi pensare a come far progredire lo sviluppo di nuove soluzioni tecniche, dando sempre un'occhiata al budget e gestendo il proprio personale. I contratti e i rapporti con gli sponsor rivestiranno un ruolo altrettanto importante, in quanto genereranno introiti o spese da tenere in debita considerazione nel tentativo di mantenere in piena salute ed efficienza la società. Tra una gara e l'altra si dovranno poi gestire dei veri e propri dilemmi, delle scelte che potranno influenzare il proprio futuro in maniera imprevedibile: meglio cercare di soddisfare gli sponsor, in modo da garantire un flusso costante di denaro, oppure i fan, che acquisteranno più merchandise e faranno sentire al top i propri piloti, facendoli sempre correre al massimo? Si tratta di un semplice esempio, in quanto le questioni da affrontare saranno progressivamente più complesse e delicate, da valutare attentamente e ragionando sugli effetti, potenzialmente benefici o disastrosi.

Motorsport Manager Motorsport Manager è un titolo ben ideato, curato in ogni minimo dettaglio e in grado di ricreare l’atmosfera dei weekend di gara sul piccolo schermo del proprio iPhone o iPad. I menu sono realizzati con grande attenzione e riescono a reggere il peso di una profondità strategica invidiabile ma adatta ad un fruizione mobile. Anche le gare sono realizzate in modo ottimale e risultano sempre entusiasmanti, con solo un paio di sbavature da limare, come la segnalazione dei sorpassi che compare prima che questi avvengano realmente in pista. Motorsport Manager non è però un titolo adatto a tutti, in quanto il legame con il mondo delle corse è comunque abbastanza stretto e non sarà semplice vincere un campionato, se non pianificando attentamente ogni mossa. Se però le gare automobilistiche fanno parte dei vostri interessi e non vi spaventa rimanere al muretto mentre i vostri piloti sono impegnati in un sorpasso al limite, Motorsport Manager è un titolo imperdibile e di rara qualità tra quelli disponibili nell’App Store di Apple.

9

Che voto dai a: Motorsport Manager

Media Voto Utenti
Voti totali: 3
9
nd