Rocket League Adesso online

Giochiamo in diretta con Rocket League!

Recensione Neko Atsume

Avete mai sognato di prendervi cura di una colonia di gatti, nutrendoli, facendoli giocare e acquistando per loro accessori di ogni tipo? Finalmente potete farlo in ogni istante, grazie ad un gioco mobile di chiaro stampo nipponico.

Versione analizzata: iPhone
recensione Neko Atsume
INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • Mobile Gaming
Alessandro Mazzega Alessandro Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente al mondo dei videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di sviluppo, attualmente in Forge Reply. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Molto spesso alcune delle più originali proposte del mercato nipponico, confinate generalmente in terra natia, attirano l'interesse e l'attenzione degli appassionati di cultura (videoludica) orientale, trasformandosi rapidamente in prodotti di culto. Accade perlopiù con prodotti legati ad IP importanti o a serie d'animazione che progressivamente ottengono popolarità anche in Europa e America, ma anche con i grandi JRPG delle Software House storiche, per fortuna sempre più spesso adattati al nostro mercato.
Esistono però anche titoli più piccoli nelle ambizioni e nel concept, assolutamente di nicchia, che un passo alla volta sfondano i confini del mercato nipponico sfruttando il veicolo più vecchio del mondo: il consiglio a voce da un amico all'alto. È il caso di Neko Atsume, gioco mobile disponibile da ormai parecchi mesi sull'App Store nipponico e che ora è stato pubblicato anche in occidente, grazie ad un'inattesa localizzazione arrivata grazie al successo ottenuto in patria. Si tratta di una sorta di tamagotchi a tema felino, nel quale non bisogna prendersi cura di un singolo animale ma di una vera e propria colonia di gatti, che scorrazzano liberamente nel quartiere.

Due minuti al giorno

Come per tutti i tamagotchi, la struttura di Neko Atsume è pensata in modo che basti dedicare pochi istanti al giorno per curare il proprio animaletto, ottenendo in cambio il progressivo sblocco di nuovi contenuti e interazioni.
In questo caso all'essere vivente è stato sostituito un tipico cortiletto giapponese, in cui si scorgono un tappeto e pochi altri oggetti al centro della scena. Le vere star sono però i gatti: di specie, colori, carattere e interessi diversi, sono a tutti gli effetti gli abitanti del quartiere.
L'obiettivo del giocatore consiste nel preparare per loro il giardino più bello possibile, in modo da poterli fotografare mentre dormono, giocano e passano il tempo nella maniera più classica per un felino: in totale relax.
Per far ciò è possibile riempire una ciotola, in modo da attirarli con il cibo, passando poi in rassegna la moltitudine di oggetti presenti nello shop in-game, acquistabili con valuta virtuale. Per rimanere in tema, il denaro è rappresentato da sardine d'argento e d'oro: queste ultime possono essere acquistate con valuta vera, in modo poi da poter ottenere gli oggetti più ambiti e curiosi, come cucce a forma di autobus o giocattoli di vario tipo.
Rispetto al tipico gioco free to play mobile, la presenza di in-app purchase in Neko Atsume è però completamente non invasiva, in quanto i gatti in visita nel cortile lasceranno spesso delle sardine premio in modo da ripagare il giocatore per i suoi servizi. La progressione, se non ci si fa prendere dalla smania di voler vedere tutto e subito, è quindi perfettamente calibrata ed è possibile trascorrere settimane in compagnia di oltre una quarantina di gatti diversi, tutti da scoprire.
Una volta che uno o più gatti visitano il cortile è infatti possibile osservarli mentre si intrattengono con le varie attività che abbiamo preparato per loro, gustando animazioni minimali ma stupende, che ricordano lo stile proposto da Pusheen, altro felino cartoon celebre sul web. Il tempismo è però molto importante: non sempre si potranno incontrare tutti i gatti quando si lancerà l'app, in quanto gli animali passeranno nel giardino in maniera casuale. Non sarà quindi raro dare un'occhiata durante un momento di pausa dal lavoro e scoprire che in quel momento non c'è nessuno, anche se la ciotola è ormai vuota, segno che nelle ore precedenti qualcuno è passato e si è riempito la pancia.

Molto minimale è anche la presenza di dinamiche social, in quanto è possibile scattare una foto ai vari mici e condividerla su Twitter, ma non è possibile andare a visitare i cortili dei propri amici, in stile Animal Crossing, semplicemente perché non c'è nessuna lista amici!
Neko Atsume è insomma un'esperienza personale, nella quale la condivisione torna ad essere più volontaria, e non "forzata" dal gameplay: sarà necessario far vedere il proprio smartphone ad un amico dal vivo per mostrargli i nostri progressi, affidandoci in alternativa ad altri metodi di condivisione, come l'invio di un'istantanea dello schermo tramite WhatsApp o altri instant messenger.

Neko Atsume Neko Atsume è nato piccolo piccolo, grazie alla passione di uno sviluppatore giapponese per i gatti. Inoltre il game design è volutamente limitato, studiato quasi per sottrazione rispetto agli altri prodotti del genere presenti sull’App Store e su Google Play. La sua popolarità sta ora esplodendo e sono nati vari thread su Reddit, forum e gruppi su Facebook che si scambiano consigli su come attirare i gatti più rari, scegliendo il cibo adatto e l’ora del giorno più propizia. È un risultato incredibile per un titolo di questo genere, sviluppato proprio con un tocco profondamente giapponese, coronato da un epico video di undici ore che riproduce Neko Atsume con gatti veri e al quale vi consigliamo di dare un’occhiata. Se poi i gatti sono la vostra passione, scaricate subito Neko Atsume e entrate anche voi nel club.

8

Che voto dai a: Neko Atsume

Media Voto Utenti
Voti totali: 1
8
nd