Fortnite (Battle Royale) Adesso online

Giochiamo in diretta con la modalità Battle Royale!

Recensione Ninja Gaiden Sigma Plus 2

Ennesima riedizione dell'action firmato Team Ninja

Versione analizzata: Playstation Vita
recensione Ninja Gaiden Sigma Plus 2
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PSVita
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Tra i tanti titoli che accompagnarono il trionfale e ricco lancio della PS Vita nel nostro continente, svetta fieramente anche Ninja Gaiden Sigma Plus. Accolto con estremo calore tra le nostre pagine, fu comunque ripreso per essere l'ennesima riproposizione di un prodotto originariamente pubblicato nel 2004 sulla prima Xbox.
Un anno dopo circa, Tecmo Koei ricade in tentazione, lasciando il compito di catalizzare l'attenzione degli amanti dei giochi d'azione al secondo capitolo della fortunata saga. O meglio: al porting del remake edito su PS3 nel 2009. Esattamente come accaduto con l'altro Ninja Gaiden per PS Vita, ci vediamo costretti a dire le stesse cose: siamo di fronte a una trovata commerciale, tesa a raggiungere il massimo risultato con la minima fatica. Ciononostante è impossibile non esprimere felicità per l'approdo sul portatile Sony di un capolavoro del suo genere.
Valgono ancora una volta le medesime premesse: se vi siete già confrontati in passato con l'avventura di Ryu Hayabusa, nonostante qualche extra in più, difficilmente troverete attraente Ninja Gaiden Sigma 2 Plus. Al contrario vi conviene continuare a leggere i motivi per i quali potreste far vostra al più presto una copia del gioco.

Il fascino intramontabile dei ninja

Ninja Gaiden Sigma 2 Plus è un gioco d'azione che non si perde in fronzoli. Se è vero che ogni tanto si salta da una piattaforma all'altra e che potrete scegliere tra diverse armi e imparare progressivamente nuove mosse, dal primo all'ultimo minuto dell'avventura dovrete unicamente preoccuparvi di eliminare qualsiasi creatura si muova sullo schermo, stando ben attenti a non capitolare per primi. Caratteristica della saga, immancabilmente presente anche in questo capitolo, la sua estrema difficoltà: croce per gli incauti inesperti del genere, delizia per chi si lamenta dell'eccessiva facilità dei videogiochi contemporanei.
Inutile perdere tempo parlando della trama: tra improbabili villain e ancor più improbabili alleati (per lo più donne estremamente sensuali e scollate) Ryu Hayabusa non è certo al centro di un intreccio degno di questo nome. Sebbene le scene d'intermezzo si lascino comunque apprezzare, grazie a una regia virtuale perfettamente in grado di veicolare adrenalina e tensione, la sceneggiatura fa acqua da tutte le parti - tra colpi di scena privi di forza e battute al limite del ridicolo.

"Anche su PS Vita Ninja Gaiden Sigma 2 Plus si comporta alla perfezione, traghettando immutata l'adrenalina e il divertimento di cui ha già dato prova prima su Xbox 360 e poi su PS3"

Un male? Certo che no: l'incredibile fascino del ninja riesce comunque a superare qualsiasi imbarazzo, risultando più che sufficiente per un gioco che non punta certo sulla trama per fare breccia nei cuori degli utenti. A questo ci pensa il sublime gameplay, realizzato dall'esperto Team Ninja, che su PS Vita non perde un grammo della sua efficacia.
Il control scheme è relativamente basilare e canonico: ai quattro pulsanti frontali sono associati l'attacco standard, quello potente, l'arma da lancio e il salto. Un dorsale serve per parata e schivata, mentre il touch-pad è tirato in causa ogniqualvolta attiverete una Ninpo: tecniche speciali particolarmente potenti e utilizzabili previo caricamento. A partire da questo semplice elenco di comandi darete vita a combo spettacolari, che diventeranno sempre più complesse con il succedersi dei livelli. Guai però dimenticare la nobile arte della difesa: quanto mai vitale per resistere più di una manciata di minuti. Come già detto infatti, grande punto di forza del gioco è la sua elevata difficoltà. Lasciandosi sedurre dalle evanescenti gioie del button mashing o sottovalutando anche i nemici più comuni farete poca strada. Ogni avversario vi costringerà ad adottare un diverso stile di combattimento e ciascuno scontro richiederà tutte le vostre attenzioni e precauzioni. In questo senso anche l'I.A. si dimostra raffinatissima: provate ad utilizzare troppo spesso una stessa tecnica e verrete immancabilmente puniti.
Non vanno poi dimenticati altri due elementi capaci di generare quel pizzico di varietà che in un gioco action non dovrebbe mai mancare. In primis Ryu Hayabusa potrà utilizzare altre armi oltre alla sua fidata katana. Tra martelli, spadoni, nunchaku e fucili avrete di che sbizzarrirvi, a tutto vantaggio dell'utente che avrà nuove combo da imparare e frecce nel suo arco con cui approcciare i nemici. Secondariamente non vanno dimenticate le sexy alleate del ninja, che potrete impersonare in specifiche sezioni: Rachel, Ayane (in prestito da Dead Or Alive) e Momiji, sacerdotessa custode del clan del drago, comparsa nello spin-off per Nintendo DS. Pur non potendo contare su un parco mosse ampio come quello del protagonista dell'avventura, cambiare avatar per una manciata di stage si rivela piacevole e capace di regalare ulteriore profondità al tutto.
Anche su PS Vita insomma, Ninja Gaiden Sigma 2 Plus si comporta alla perfezione, traghettando immutata l'adrenalina e il divertimento di cui ha già dato prova prima su Xbox 360 e poi su PS3. In termini prettamente ludici non si ravvisano modifiche degne di nota, al di là delle Ninpo attivabili via touch-pad. I piccoli analogici della console funzionano a meraviglia e, nonostante la telecamera a volte si accontenti di seguire l'avatar da fin troppo lontano, non si ravvisano grossi problemi nemmeno sotto questo punto di vista. Il gameplay, insomma, è promosso a pieni voti.

La tecnica del singhiozzo del frame-rate

Le novità, in ogni caso, non mancano in quest'edizione Plus.
La prima è già stata proposta nel precedente episodio PS Vita: il livello di difficoltà Eroe. Odiato dai puristi del genere, selezionandolo l'avventura diventa abbordabile persino dai neofiti. Dimenticatevi le passeggiate di salute però: anche in questo caso il button mashing non paga e solo sfruttando parate e schivate potrete ambire a veder scorrere i titoli di coda. Sinceramente ci sentiamo di appoggiare in pieno questa scelta del Team Ninja: se è vero che in parte tradisce il DNA della saga, lo è altrettanto che nessuno vieterà di ignorarla.
L'edizione vanta poi due modalità nuove di zecca. La prima è una gara contro il tempo in cui accumulando combo non solo incrementerete il punteggio, ma guadagnerete secondi extra. L'altra introduce a una sorta di Tag Team: selezionando due personaggi -di cui uno controllato dalla CPU- dovrete completare brevi missioni potendo switchare in qualsiasi momento da un personaggio all'altro. Pur mantenendo quasi inalterato il gameplay, questi livelli hanno l'indubbio pregio di aumentare la longevità del prodotto e di creare un minimo di varietà in più.
Purtroppo non si ravvisano altre novità degne di questo nome e a conti fatti Ninja Gaiden Sigma 2 Plus non aggiunge molto al passato, rendendolo quasi impossibile da consigliare a scatola chiusa a chi lo avesse già giocato in altre versioni.
Passando a parlare della grafica, purtroppo, ci vediamo costretti a fare una tirata d'orecchi agli sviluppatori. Se l'art design è affascinante e riuscitissimo e il colpo d'occhio lascia a bocca aperta grazie ai modelli poligonali dettagliatissimi e meravigliosamente animati, il frame rate non solo è ancorato ai 30 frame per secondo (esattamente la metà rispetto alle versioni per home console) ma spesso mostra il fianco ad evidenti rallentamenti. Va da sé che in un gioco tutto azione e tempismo questo rappresenta un problema non da poco, inficiando un minimo la giocabilità. Un difetto non così invalidante, ma che farà storcere il naso soprattutto ai puristi del tecnicismo.
Ottimo invece il sonoro, grazie al doppiaggio in giapponese e a temi musicali che accompagnano perfettamente l'azione su schermo.
La durata dell'avventura principale si assesta all'incirca sulla decina di ore. A queste si aggiungono poi le modalità aggiuntive capaci di regalare divertimento e intrattenimento extra.

Ninja Gaiden Sigma Plus 2 Ninja Gaiden Sigma 2 Plus è sicuramente sconsigliato a chi ha già vestito i panni di Ryu Hayabusa su Xbox 360 o PS3. Gli extra, portabilità compresa, non sono tali da giustificare un ulteriore esborso di soldi. I neofiti invece si troveranno tra le mani un ottimo gioco d’azione, purtroppo penalizzato da un frame rate che non rende giustizia alle indubbie qualità del gameplay. Il difetto non è limitante a tal punto da rendere il titolo frustrante e ingiocabile, ma non è difficile ipotizzare che qualcuno, trovando a un prezzo vantaggioso l’edizione per Playstation 3, sia disposto a sacrificare la portabilità per un motore grafico più solido e affidabile.

7.5

Che voto dai a: Ninja Gaiden Sigma Plus 2

Media Voto Utenti
Voti totali: 9
7.1
nd