Recensione Quell Memento

Un puzzle game dai toni zen per PS Vita

Versione analizzata: Playstation Vita
recensione Quell Memento
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PSVita
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

I giochi che mescolano elementi puzzle con atmosfere rilassanti hanno ormai invaso qualsiasi sistema esistente. E il trend non ha naturalmente risparmiato la PS Vita che proprio non molto tempo fa ha ospitato Knytt Underground : meraviglioso platform che immergeva l'utente in un mondo dalle tinte tenui e dalle sonorità sognanti e che lo spingeva allo sfruttamento intensivo della materia grigia per procedere nell'avventura.
Quell Memento non è che l'ennesimo rappresentante di questa corrente. Puzzle game 2D in tutto e per tutto, è ambientato nel passato e nei ricordi di un anziano che, per recuperarli e procedere nel personalissimo bilancio della sua vita, vi chiederà di superare una lunga serie di livelli tutti ancorati alle stesse dinamiche.
Semplice da padroneggiare, profondo e ideale al contesto portatile in cui si ritrova costretto, Quell Memento non mancherà di attirare l'attenzione degli amanti del genere e di chi è alla ricerca di qualcosa di impegnativo, ma non troppo pretenzioso in termini di tempo.

Una goccia d’acqua per ricordare

Ogni livello di Quell Memento vi vedrà impegnati nel muovere una goccia d'acqua all'interno di piccole arene dalle forme più disparate. La particella in questione procederà in assenza di inerzia: basterà imprimergli una direzione via touch-screen o croce direzionale per vederla scorrere sino a quando non incontrerà un ostacolo lungo il suo cammino. L'obbiettivo da raggiungere non sarà sempre lo stesso, ma per lo più si tratterà di raccogliere tutte le perle sparse nei quadri o cambiare il colore di alcune caselle facendovi passare accanto la goccia.
Le regole di base sono poche, e anche il meno avvezzo ai videogiochi impiegherà non più di una manciata di secondi per comprenderle. Guai però a pensare che queste siano le premesse per un puzzle game poco impegnativo o dalla risicata profondità. Tutt'altro.
I primi livelli sono poco più che una semplice formalità. Le memorie infantili del misterioso narratore rappresentano sfide utili per prendere dimestichezza con i controlli, semplicissimi e precisi, e per conoscere poco alla volta parte degli elementi di gioco con cui dovrete interagire. Alcuni blocchi andranno spostati e fatti combaciare per eliminarli. Certe caselle vi impediranno di tornare indietro quando attivate. Le punte acuminate dovranno essere evitate a tutti i costi. I diamanti rappresentano i collezionabili più preziosi di tutti.
La curva di apprendimento è inizialmente molto dolce, ma raggiunto il quarto raggruppamento di livelli le cose inizieranno a farsi davvero complicate. Molte delle sfide pretenderanno che controlliate più d'una goccia contemporaneamente. Alcune di fare i conti con interruttori da attivare e quant'altro. Altre andranno superate sfruttando intelligentemente portali che teletrasporteranno la goccia da una parte all'altra dello scenario.
Basta questo breve elenco per capire che Quell Memento è un puzzle game che non si accontenta di una formula semplice e vincente. Continua invece, e per tutta la durata dell'avventura, a proporre nuovi elementi, sfide, possibilità. Non appena si ha la sensazione di essere ormai perfettamente in grado di fronteggiare le prove proposte, gli sviluppatori inseriscono qualcosa di nuovo, costringendo l'utente a rivedere le sue strategie di risoluzione.

La progressione, tuttavia, è perfettamente bilanciata, tanto che anche chi solitamente non mastica puzzle game non cadrà mai nella spirale della frustrazione. A garantirlo ulteriormente due fattori.
Il primo è connaturato con la filosofia stessa del titolo. Ideato per adattarsi a sistemi portatili (il gioco è disponibile anche su iOS), ogni enigma è risolvibile nel giro di qualche secondo e in pochissime mosse. La soluzione è quasi sempre la più semplice: congetture troppo complesse e intricate sono un indizio che si è sulla strada sbagliata. Il secondo fattore è invece rappresentato dalle monete guadagnate (o acquistate direttamente sul PSN), che possono essere spese per superare e piè pari uno o più stage. Un rimedio piuttosto estremo, che non mancherà di indispettire i puristi, ma che resta un'opzione facoltativa gradita.
A livello generale Quell Memento funziona alla grande. Originale, pur basandosi su una formula relativamente semplice e scontata, vario e impegnativo al punto giusto, arricchisce il tutto con la già citata "atmosfera zen". Il narratore che si preoccupa di sviluppare la fumosa e intrigante trama, rilassa il videogiocatore con la sua voce calda. Le musiche fanno venire voglia di giocare a luci spente. L'art design, per quanto privo di chissà quali effetti speciali, delizia con la sua semplicità.
Tutto perfetto insomma? Verrebbe da dire di sì visto che anche neanche la longevità lascia a desiderare: i livelli sono ben 150. Inoltre trovare tutti i diamanti nascosti e perfezionare i propri punteggi (legati al numero di mosse utilizzate per risolvere ogni schema) non faranno che garantire ulteriore vita al prodotto.

Quell Memento La softeca della PS Vita si arricchisce di un altro puzzle game ben realizzato, divertente e assuefacente al punto giusto. Difficile evidenziare veri e propri difetti in Quell Memento. Manca forse il vero lampo di genio, la trovata unica e irripetibile, ma come testimonia il voto qui sotto stiamo comunque parlando di un titolo quasi imperdibile per amanti del genere e non. La sua semplicità, unita a un’insospettabile profondità, gli dona la capacità di intrattenere senza affaticare troppo o annoiare a lungo andare. Inoltre la rapidità con cui è possibile completare ogni singolo livello lo rendono perfetto per un sistema portatile come lo è la PS Vita. Sconsigliato solo a chi proprio non sopporta i puzzle game.

8.5

Che voto dai a: Quell Memento

Media Voto Utenti
Voti totali: 4
7.5
nd