ELEX Adesso online

Alla scoperta del nuovo Action RPG di Piranha Bytes!

Recensione Real Racing

Recensito il miglior racing game disponibile su AppStore

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad
Alessandro Mazzega Alessandro Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente al mondo dei videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di sviluppo, attualmente in Forge Reply. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Al lancio dell’App Store di Apple non sono stati molti i team di sviluppo pronti ad approfittare dell’occasione: una piattaforma nuova, un hardware innovativo da esplorare e, soprattutto, l’opportunità di generare profitti a fronte di investimenti non particolarmente impegnativi.
I ragazzi di Firemint, studio con base a Melbourne in Australia, hanno però creduto subito nel progetto di Apple e hanno ottenuto un grande successo pubblicando solo due titoli: Flight Control, action strategico in cui bisogna dirigere degli aerei verso le loro piste di atterraggio, e Real Racing, un titolo di guida che punta tutto sull’eccellenza grafica e sul realismo. Proprio Real Racing è l’oggetto di questa recensione.

Guida portatile

Non sono moltissimi i titoli di guida per device portatile che sono rimasti nel cuore e nella mente degli appassionati. Lo stesso, attesissimo, Gran Turismo per PSP non è riuscito a soddisfare fino in fondo, non tanto per il comparto grafico, sicuramente di prim’ordine per quanto riguarda la console Sony, ma soprattutto per la mancanza di una modalità carriera degna di questo nome e per il bassissimo numero di avversari presenti in pista durante le competizioni.
Real Racing prova ad affrontare il problema da un punto di vista diverso, non proponendo decine e decine di auto su licenza o circuiti realmente esistenti ma garantendo un comparto tecnico decisamente impressionante, accompagnato da un sistema di controllo altamente configurabile in modo da tentare di portare il realismo della guida anche sui device di casa Apple.

Tecnica in pista

Uno dei punti focali della produzione di Firemint è quello di continuare a supportare i titoli pubblicati, seguendo l’evoluzione dell’hardware proposta dalla casa produttrice.
Con Real Racing è accaduto proprio questo: pubblicato prima su iPhone 3G e 3GS, con alcune limitazioni sul primo per via dell’hardware meno performante, è stato quindi rinnovato per l’uscita di iPhone 4, con texture nuove di zecca in grado di valorizzare l’ormai celebre Retina Display.
In parallelo lo sviluppo del gioco è proseguito fino ad arrivare alla pubblicazione della versione HD per iPad.
Qualunque dispositivo Apple abbiate, comunque, non c’è da preoccuparsi: Real Racing è sempre e comunque un’esperienza appagante, sia per il colpo d’occhio che può offrire, sia in termini di fluidità di gioco, argomento fondamentale quando si parla di un racing game, soprattutto se con una naturale inclinazione al realismo.
La visuale interna è sicuramente quella più coinvolgente ed offre il massimo grado di immersività, portandoci in piste ben caratterizzate, correndo testa a testa con avversari alla guida di auto che si ispirano a modelli reali, modellate con perizia e dettagli.
Il fumo delle staccate al limite, i riflessi del sole sulle carrozzerie, i segni dei pneumatici sull’asfalto: tutto concorre nel creare uno stile e un’atmosfera che ricorda maggiormente i giochi di guida più seriosi per le piattaforme casalinghe, rispetto alle proposte arcade che invadono puntualmente il panorama delle console portatili.

La scalata al successo

Real Racing è un titolo corposo ed oltre alle gare veloci e ai time trial, discipline comode quando si ha poco tempo a disposizione e si vuole giocare solo per pochi minuti, propone anche una ricca modalità carriera strutturata in differenti campionati, disposti in tre categorie ordinate in base alla potenza dei veicoli.
In totale la strada per la vittoria mondiale prevede il superamento di più di settanta eventi che avranno luogo in dodici diverse piste.
I tracciati si ispirano pesantemente a quelli reali, sia per quanto riguarda la conformazione, con una pista che ricorda la struttura della nostrana Monza, sia per gli ambienti: dal tracciato immerso nel verde al circuito cittadino che si dipana tra i palazzi di una zona altamente popolata.
La guida in Real Racing, dopo un periodo di fisiologico apprendimento, necessario per configurare il sistema di controllo, è appagante e la sfida si fa subito accesa, con avversari che difficilmente abbandonano una posizione senza lottare.
La visuale interna, come già detto, è quella che trasmette maggiormente l’emozione della pista anche se la mancanza dello specchietto retrovisore, attivabile manualmente, non permette di avere sempre la miglior percezione possibile di cosa accade intorno al veicolo che stiamo conducendo. Il feedback di guida, però, ne guadagna ampiamente e sfrecciare lungo curvoni al limite dell’aderenza ed entrare in piena staccata poco prima di un tornante è un’esperienza che, probabilmente, sui portatili non è mai stata così viva.

Guida portatile

Il divertimento garantito da Real Racing risulterebbe impossibile se non fosse stato un lavoro molto approfondito sul sistema di controllo.
E’ possibile scegliere tra l’uso degli accelerometri inclusi nei portatili di Apple, sfruttando quindi il sistema “tilt to steer”, oppure lo schermo sensibile al tocco, quindi “touch to steer”, scegliendo anche tra acceleratore automatico o manuale e il grado di assistenza alla frenata.
Il primo impatto è ovviamente un po’ traumatico ma dopo qualche giro di pista si inizia a prendere confidenza con il mezzo e il feedback di guida.
Ognuno potrà quindi adattare i controlli al proprio stile, magari partendo con gli aiuti attivati ed andando progressivamente a disabilitarli, man mano che ci si impadronisce sempre più del veicolo.
I risultati migliori si ottengono disabilitando completamente la frenata assistita, impostando l’accelerazione manuale e utilizzando il device come un volante, magari aumentando un po’ la sensibilità alla sterzata in modo da ottenere delle entrate in curva più nette, a scapito della pulizia di guida sulle curve ad ampio raggio.

Real Racing Real Racing è un gioco unico poiché unisce un comparto tecnico da primo della classe con un sistema di controllo funzionale per un portatile. Graficamente sontuoso e appagante alla guida pecca un po’ dal punto di vista della presentazione, leggermente anonima e con menu funzionali ma non particolarmente appariscenti. Soddisferà sicuramente gli appassionati di guida e li terrà impegnati a lungo tra campionati, semplici gare e la sfida contro il cronometro del time trial, primo vero avversario da battere per ogni pilota che si rispetti.

8

Che voto dai a: Real Racing

Media Voto Utenti
Voti totali: 96
7.2
nd