Destiny 2: Community Event Adesso online

Giochiamo in diretta con la community!

Recensione Red Bull X-Fighters

Evoluzioni e motocross su Xbox Live

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Pc
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

E’ il turno delle moto volanti

Stagione dopo stagione, l’Italia viene puntualmente investita da una nuova moda sportiva spesso importata direttamente dagli Stati Uniti. Molti anni fa fu il turno del wrestling, ritornato in auge dopo gli anni d’oro della Hulkamania, mentre più recentemente hanno tentato di imporsi, con minor fortuna, prima Slamball e poi il fenomeno dei sempre affascinanti Monster Truck. Tutte queste discipline sono accumunate da un altissimo tasso di spettacolarità e, spesso, da show estremamente dispendiosi e pirotecnici.
Ultimamente, mentre il poker inizia la sua lenta parabola discendente, sembrano avere molta presa le moto da cross, non solo nella loro vocazione racing, ma anche in quella definita Freestyle Motocross, legata quindi alle evoluzioni in aria compiute dai folli temerari di questa disciplina. Una delle massime competizioni internazionali di questa declinazione è appunto il Red Bull X-Fighters ormai giunta al decimo anno di vita.
Konami, assolutamente non sorda al clamore sempre più rumoroso che si sta creando attorno a questo sport, ha deciso di svilupparne un titolo ideato per il mercato digitale PC e Xbox 360.

Freestyler sfidano la gravità

Il gameplay alla base del titolo è estremamente semplice: al comando di una moto da cross, il vostro unico compito sarà quello di affrontare il tracciato di turno, accumulando più punti possibile esibendovi in molteplici trick. Avrete insomma a che fare con una sorta di Trials HD molto meno cervellotico, ma ugualmente pretenzioso in termini di abilità con il pad.
Il sistema di controllo messo a punto dai ragazzi di Xendrex è piuttosto funzionale, per quanto vi richiederà una buona dose di memoria. Con un pulsante si accelera, mentre combinando i restanti tre frontali, più i quattro trigger attiverete le varie evoluzioni. Chiude il set di comandi l’analogico sinistro, vero e proprio discriminante di ogni esibizione. Questo infatti, controlla il corpo del motociclista, influendo longitudinalmente sull’orientamento delle ruote rispetto al suolo. In altri termini, tramite lo stick dovrete impennare per acquistare maggior velocità sulle rampe, compiere all’occorrenza pericolosissimi 360° e preoccuparvi di atterrare con la giusta inclinazione rispetto al suolo. Ignorare una sola di queste componenti significherà accumulare pochi punti, se non cadere dalla moto e rovinare una performance fino a quel momento perfetta.
Il sistema di controllo insomma, per quanto apparentemente ridotto ai minimi termini, si dimostra più che all’altezza. La risposta ai comandi, salvo rarissimi casi, è soddisfacente, così come la precisione con cui il software rileva la pressione applicata all’analogico sinistro.
Come precedentemente anticipato, l’unica difficoltà può essere rappresentata dal ricordarsi l’esatta combinazione di tasti richiesta da ciascuna evoluzione. Tuttavia questa lacuna viene parzialmente ovviata sia da una specifica lista consultabile in qualsiasi momento, sia dal numero relativamente esiguo, venti, di trick disponibili.
Pur non raggiungendo la raffinatezza di Trials HD, Red Bull X-Fighters offre anche un buon livello di simulazione per quanto concerne la fisica applicata al mezzo. Impennare troppo significa ritrovarsi a mangiare fango, pretendere di compiere un perfetto atterraggio su una ruota sola sarà una sbruffonata che pagherete a caro prezzo.
Purtroppo però, gran parte del divertimento viene mortificato da una svista non da poco. Il titolo sfrutta una telecamera posta di tre quarti alle spalle della moto. Se nei salti minori non si riscontra alcun problema, in quelli più alti la visuale tende a zoomare eccessivamente sull’avatar, facendovi perdere qualsiasi riferimento rispetto alla distanza con il suolo. In soldoni: quando vedrete il terreno sarà troppo tardi e non potrete far altro che vedere il motociclista schiantarsi a tutta velocità. E’ pur vero che con un po’ di pratica si limitano i danni, ma resta comunque una pecca quasi imperdonabile a un gioco che spinge i videogiocatori a cercare costantemente il limite per aumentare il proprio highscore.
Il divertimento per gli amanti di questa disciplina è insomma garantito a fronte degli indubbi meriti del titolo, ma è offuscato dalla relativa pochezza di evoluzioni presenti e da questo grosso problema della telecamera.
Per il resto Red Bull X-Fighters offre ben poco. I livelli sono piuttosto numerosi e, sebbene nel menù principale vengano mostrate numerose modalità, il tutto può per lo più dividersi in due gruppi: i tracciati in cui andare a caccia del punteggio più alto e quelli in cui invece dovrete preoccuparvi di tagliare il più in fretta possibile il traguardo, dimenticandovi completamente dei trick.
Proseguendo nella carriera sarà poi possibile sbloccare nuove tutte per il pilota e moto sempre più potenti, cosa che offrirà uno stimolo a migliorare le prestazioni effettuate precedentemente.
Assente il multiplayer, sostituito dalle ormai onnipresenti classifiche online, che vi metteranno in competizione diretta con tutti gli altri videogiocatori del mondo.
Graficamente il gioco si difende, nonostante non impressioni affatto. Buoni i modelli poligonali di moto e pilota e le animazioni che lo muovono. Discreta la realizzazione del pubblico e dei vari elementi su pista.
Appena sufficiente il sonoro, rovinato da un fin troppo energetico e petulante speaker e malamente impreziosito da un unico tema musicale, comunque a tema con l’azione su schermo, e dagli effetti sonori un po’ troppo simili tra loro.
Dal punto di vista della longevità un paio di pomeriggi saranno più che sufficienti per sbloccare tutto ciò che il titolo ha da offrire, ma per ottenere buoni punteggi in tutte le corse vi servirà molto più tempo.

Red Bull X-Fighters Red Bull X-Fighters è un titolo consigliato solo agli amanti di questo folle e temerario sport. Non solo, infatti, il titolo è piuttosto limitato quanto a modalità offerte, ma alcuni difetti lo rendono oggettivamente incapace di farsi apprezzare dal videogiocatore medio. Al contrario, qualche irriducibile lo troverà gradevole e meritevole del suo tempo anche solo per la possibilità offertagli di prendere parte, virtualmente s’intende, al sempre più famoso Red Bull X-Fighters World Tour. Tuttavia, se cercate un capolavoro del genere resterete amaramente delusi.

6

Che voto dai a: Red Bull X-Fighters

Media Voto Utenti
Voti totali: 22
5.5
nd