Vanquish (PC) Adesso online

Giochiamo in diretta con la versione PC di Vanquish!

Recensione Renegade Ops

Avalanche Studio si da al Digital Delivery con un interessante Twin Stick Shooter

Versione analizzata: Playstation 3
recensione Renegade Ops
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

I ragazzi di Avalanche Studios sono noti ai giocatori di questa generazione per il mediocre Just Cause 2, seguito diretto di un titolo che già all'epoca di Playstation 2 mostrava ampi segni di stanchezza concettuale. Arrivato troppo tardi sui lidi della Next Gen, il distruttivo Free Roaming non ha certo brillato per qualità, struttura e originalità. Visti gli introiti non certo lusinghieri, il team di sviluppo ha dovuto rivedere le proprie logiche produttive, assaltando stavolta il mercato del Digital Delivery con Renegade Ops. Senza sconfessare un carattere, diremmo, “esplosivo” ed esibizionista, questo particolare Twin-Stick Shooter si rivela una mossa assolutamente indovinata.

Dissidenti

Renegade Ops racconta la storia di un gruppo di soldati dissidenti, che diserta dalle gerarchie ufficiali dell'esercito per partire all'assalto del malvagio Inferno. Non condividendo la linea politica da mammolette che le nazioni unite vogliono tenere nei confronti del sanguinario terrorista, i cinque intrepidi protagonisti organizzano la loro personalissima vendetta, guidati dal Generale Bryant. Come spesso accade, il plot è una scusa per far saltare in aria qualsiasi cosa ci capiti a tiro, e Renegade Ops fa ben poco per nascondere questa verità. Il look da Comic Book americano (cattivo, violento e con contorni neri come la notte) è molto piacevole sulle prime, grazie ad un Chara Design tutto sommato interessante. Ma è inutile cercare raffinatezze narrative o artistiche in un prodotto che punta tutto sull'adrenalina della distruzione.
Il titolo Avalanche è infatti un Twin Stick Shooter che più classico non si può, anche se invece di un fante appiedato si controlla una vettura armata di tutto punto. Il fatto di essere a bordo di un veicolo fa in modo che si debba mantenere una certa attenzione negli spostamenti, cercando di evitare le raffiche degli avversari e le esplosioni. In questa sorta di Vigilante 8 con visuale isometrica, si scopre fin da subito una discreta varietà. Sono quattro i piloti che possiamo selezionare all'inizio dell'avventura, ognuno dotato di un veicolo con una particolare abilità. Chi preferisce stare sulle difensive può optare per lo scudo di Armand, o per l'impulso EMP di Diz, capace di disattivare in un lampo tutte le armi degli avversari. Ma chi non vuole andarci tanto per il sottile può affidarsi ai bombardamenti aerei o alla potenza di fuoco di una mitragliatrice pesante montata direttamente sulla scocca. In fin dei conti la scelta iniziale non diversifica troppo l'approccio alle battaglie, e sperimentando le varie soluzioni si scopre che Renegade Ops è tutt'altro che un titolo ben bilanciato (la mitragliatrice, ad esempio, risulta scarsamente utile, dal momento che per utilizzarla si rimane immobili, esposti al fuoco nemico). Fa piacere in ogni caso avere la possibilità di ripercorrere i nove livelli di gioco a bordo di più vetture: sicuramente ne guadagna il replay value, parallelamente alla splendida modalità cooperativa, che viene ravvivata proprio grazie alla presenza delle differenti Skill. Ogni missione della storia può essere giocata in quattro, ed è disponibile l'opzione Split Screen per fare in modo che due utenti possano connettersi dalla stessa console con i propri profili. In Co-Op il divertimento aumenta esponenzialmente, assieme all'utilità di alcune mosse speciali: l'impulso Elettromagnetico, ad esempio, diventa una fondamentale abilità di supporto, mentre anche la mitraglietta pesante di Gunnar diventa più facile da utilizzare, mentre i compagni attirano il fuoco nemico.


Renegade Ops si caratterizza poi per un'azione dai ritmi vivacissimi e serrati. Il moltiplicatore delle combo non serve tanto per alzare il punteggio, quanto per accumulare esperienza da investire nei potenziamenti. Ogni pilota è infatti caratterizzato da un personale Skill Tree, in cui si possono sbloccare potenziamenti e power up generici, o migliorare le abilità di base (lo scudo, inizialmente non troppo utile in battaglia, si trasforma in uno strumento veramente efficace, che rispedisce al mittente i proiettili e danneggia le unità più piccole al contatto).
L'anima ruolisitica di Renegade Ops fa sicuramente bene alla longevità ed al coinvolgimento, ma riesce solo in parte a variegare un gameplay che dopo qualche ora comincia a mostrare segni di cedimento. L'avventura può essere terminata in poco più di quattro ore di gioco intenso, ma nel corso delle sessioni finali si comincia ad avvertire un po' di stanchezza. E' un peccato che il team non abbia voluto spingere ancora di più sul pedale della varietà, pur avendo a disposizione mezzi e creatività. Una breve sequenza a bordo di un elicottero, ad esempio, fa capire che Renegade Ops avrebbe potuto proporre variazioni su tema nel corso di tutta l'avventura. Invece gli schemi si rompono solo alla fine del primo stage, ed il titolo Avalanche sembra voler rinunciare ad una ricchezza concettuale che lo avrebbe trasformato in un Must Have della scena digitale.
Renegade Ops si consola comunque con un colpo d'occhio davvero eccezionale. L'engine riproduce ambientazioni evocative e ricche di dettagli, abbellite da effetti speciali notevoli. I modelli poligonali delle vetture e dei nemici sono altrettanto dettagliati, e sfrecciano in una gamma di location abbastanza eterogenea. Musicalmente parlando si segnala un buon doppiaggio delle poche linee di dialogo, ma una discreta monotonia degli effetti campionati e delle musiche di sottofondo: marcette militari troppo stereotipati per emergere e troppo monocordi per sottolineare adeguatamente l'andamento dell'azione.

Renegade Ops Renegade Ops è un buonissimo Scrolling Shooter, divertente e teso. I contenuti del pacchetto sono più che proporzionati al costo, nella misura in cui il titolo offre sia un funzionale comparto multigiocatore cooperativo (spuntato solo da qualche problema di matchmaking che si verifica di tanto in tanto), sia un elevato replay value (i completisti avranno il loro bel da fare per sbloccare tutte le abilità degli skill tree dei quattro personaggi). Vivace e ben caratterizzato anche dal punto di vista visivo e tecnico, il DLC firmato Avalanche è decisamente riuscito, dotato di un buon control scheme e di un avanzamento ben ritmato. Peccato solo che il team non abbia voluto esplorare fino in fondo la possibilità di variare ulteriormente le situazioni di gioco.

7.8

Che voto dai a: Renegade Ops

Media Voto Utenti
Voti totali: 48
6.8
nd