Recensione RollerCoaster Tycoon 4 Mobile

Il nuovo corso di Atari si apre con un esperimento non eccezionale.

Versione analizzata: iPad
recensione RollerCoaster Tycoon 4 Mobile
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad
Davide Leoni Davide Leoni I videogiochi entrano nella sua vita alla fine degli anni ’80, ai tempi del primo incontro con Super Mario Bros, e ancora oggi ne fanno stabilmente parte, dopo più di 20 anni. Pregi e difetti: riesce a terminare Super Mario Bros 3 in meno di otto minuti ma non ha mai finito Final Fight con un credito... ci sta ancora provando. Lo potete seguire su Facebook, su Twitter e su Google Plus

Il futuro di ATARI passa dalle piattaforme mobile e dal mercato digitale, come confermato recentemente dai vertici della società. RollerCoaster Tycoon 4 Mobile è il primo gioco del "nuovo corso", un esperimento che, lo diciamo subito, si è rivelato assolutamente fallimentare. In molti attendevano il ritorno di questa serie, ma la strada intrapresa rischia di deludere anche (e soprattutto) i fan più affezionati.

La fiera degli orrori

Dimenticatevi il "vecchio" RollerCoaster Tycoon perché questo nuovo capitolo mobile abbraccia la formula che ha portato al successo giochi come I Simpson Springfield, L'Era Glaciale Il Villaggio, Megapolis e The Smurfs Village. Con una sola, profonda, differenza: il titolo costa 2.69 euro, nonostante la presenza di transazioni in-game che richiedono di pagare per ogni singolo oggetto acquistato, oltre che per velocizzare i tempi necessari alla costruzione delle varie attrazioni. Tanto valeva distribuire il gioco come free-to-play: forse sarebbe stata la scelta giusta per non scontentare il pubblico.
E invece, prima di dover mettere mano al portafoglio, potrete giocare più o meno per trenta minuti: poi gli acquisti in-app si faranno davvero troppo invasivi, e lo schermo sarà regolarmente invaso da pop-up per ricordarci che con soli 44,99 euro è possibile acquistare un pacchetto da 900.000 monete. Volete costruire un chiosco per lo zucchero filato? Nessun problema, basta pagare diverse centinaia di monete e attendere qualche minuto prima che la costruzione sia pronta. Costruire attrazioni di grandi dimensioni (come le montagne russe) richiede un esborso economico notevole, oltre che ore di attesa, ovviamente è possibile aggirare l'ostacolo acquistando i preziosi tagliandi per velocizzare il processo.A dir poco folli i prezzi: si parte da un minimo di ottantanove centesimi per cinque biglietti fino a un massimo di 89,99 euro per un bundle di 1.000 ticket.
Oltre al pessimo bilanciamento, il gioco soffre anche per via di gameplay particolarmente monotono: delle grandi frecce indicano, infatti, tutti i passaggi "obbligati" necessari per proseguire, e non è mai possibile prendere decisioni in autonomia: tutto il processo di costruzione del parco è in buona sostanza automatico. Concretamente noiosa la fase di costruzione: anche in questo caso gli oggetti disponibili sono limitatissimi, senza pagare riusciremo al massimo a realizzare una piccola ruota panoramica e una fontanella con un triste laghetto. Volete realizzare un Rollercoaster di fama mondiale? Beh, sapete cosa dovete fare... sborsare il grano, anche in questo caso.

Ogni attrazione inoltre richiede molto lavoro: è necessario mantenere le strutture in sicurezza e curare la pulizia degli ambienti. Peccato che tutte queste operazioni ci frutteranno al massimo poche monete, che all'atto pratico non permettono di comprare assolutamente niente. E' possibile guadagnare qualche spicciolo in più collegando il gioco al proprio profilo Facebook e invitando gli amici a scaricare l'applicazione: questo passaggio non è obbligatorio ma viene proposto con discreta insistenza, tramite banner e notifiche sinceramente fastidiose. Insomma: non c'è un singolo aspetto che funzioni, in RollerCoaster Tycoon 4 Mobile, e di certo non è un gran ritorno per un brand prestigioso.
Anche a livello tecnico le cose non vanno meglio: la telecamera fissa rende l'opera di costruzione incredibilmente confusionaria e l'interfaccia caotica non aiuta, risultando fin troppo dispersiva e ingombrante. Giocare sul piccolo schermo di iPhone appare improbabile, addirittura con iPad Mini spesso si fatica a vedere il parco, poiché il display è sommerso da pulsanti, menu, banner e notifiche. Oltretutto non è possibile zoomare in alcun modo sulla mappa: questo vuol dire che gli oggetti appariranno piccoli e sfocati, considerando che la visuale è stranamente lontanissima dall'area di gioco. A livello grafico, come dicevamo, RollerCoaster Tycoon 4 Mobile è un prodotto assolutamente mediocre: i fondali sono poverissimi, il design delle giostre a dir poco banale e i colori talmente smorti che sembra di trovarsi nel luna park della tristezza. Inutile a questo punto parlare dell'inesistente accompagnamento sonoro o degli effetti, più gracchianti del campanello di una vecchia Graziella.


RollerCoaster Tycoon 4 Mobile Un disastro su tutta la linea: non c’è un solo aspetto da salvare in RollerCoaster Tycoon 4 Mobile. Dal gameplay privo di mordente al modello di commercializzazione, con oggetti incredibilmente costosi e notifiche continue che invitano ad acquistare nuovi elementi. Oltretutto il gioco costa ben 2.69 euro, cifra di per sè non proibitiva ma che diventa eccessiva in questo caso, considerando che gli acquisti in-app sono indispensabili se volete continuare a giocare dopo la prima mezz’ora. Il titolo ATARI merita una sonora bocciatura, neanche un corposo aggiornamento potrebbe salvarla dall’oblio al quale è inevitabilmente destinato, assieme all'altrettanto tremendo Dungeon Keeper.

3

Che voto dai a: RollerCoaster Tycoon 4 Mobile

Media Voto Utenti
Voti totali: 0
ND.
nd