Recensione Screamride

Una folle corsa sulle montagne russe

Versione analizzata: Xbox One
recensione Screamride
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
  • Xbox One
Marcello Marcello "Pavo" Paolillo è videogiocatore da sempre, e da anni critico del settore; ha scritto e scrive attualmente su diverse testate online dedicate ai videogames e al cinema, passando anche per i fumetti. Pavo non è il suo nome anagrafico; ma è sicuramente il suo nome vero. Lo trovate su Facebook e Twitter.

Quando si parla di montagne russe e simili, i Frontier Developments non sono certo un nome che passa inosservato. La software house in questione è infatti una veterana del genere, grazie alla serie RollerCoaster creata da David Braben. Chi è Braben? Nientemeno che il co-creatore del leggendario Elite, il simulatore di commercio ed esplorazione spaziale del 1984. Facile quindi immaginare che dopo una simile premessa, il nuovo ScreamRide per console Microsoft Xbox One e Xbox 360 ha guadagnato le attenzioni degli addetti ai lavori, proponendosi come un simulatore/costruttore di montagne russe capace di dare libero sfogo alla creatività e all’immaginazione di ogni giocatore, consentendo di costruire (e successivamente condividere) i più impensabili e fantastici tracciati dove far correre a tutta velocità vagoni dal design futuristico, ma anche di distruggere costruzioni di ogni genere sfruttando il motore grafico messo a nostra disposizione. Ingegneri, piloti o demolitori: starà a voi se decidere quale ruolo interpretare.

UAHOOOOOO!

L’incipit del gioco è semplice: la Screamworks è un'azienda specializzata nel creare nuove frontiere del divertimento in tutto il mondo, grazie a montagne russe assolutamente avveniristiche e ad una sfera infrangibile usata per essere lanciata per distruggere palazzi e strutture. Vestendo i panni di un semplice impiegato, il nostro compito sarà proprio quello di costruire e successivamente testare le strutture in ben sei differenti locazioni, con l’obiettivo di riuscire sempre a stupire i nostri superiori e, di conseguenza, il pubblico pagante. ScreamRide è quindi diviso in tre campagne differenti tra loro, ossia Scream Rider, Esperto Demolizioni e Ingegnere, assolutamente scollegate l’una dall’altra e ognuna dotata di obiettivi diversi a seconda dello scopo finale. La prima è la più semplice e la più divertente in assoluto: in “Scream Rider” saremo chiamati a comandare un treno su una serie di montagne russe collocate nei posti più assurdi, con le persone sedute sui vagoni non protette dalle fasce di sicurezza e quindi assolutamente a rischio in caso si prenda una curva a velocità troppo elevata. Starà a noi bilanciare il peso dei vagoni inclinando semplicemente lo stick analogico del pad Xbox, in modo da non far oscillare pericolosamente il mezzo, dosando allo stesso tempo i freni e la velocità. Ma non è tutto: sulle rotaie appaiono di tanto in tanto delle zone azzurrognole, che se attraversate premendo il tasto X con il giusto tempismo saranno in grado di dare una spinta notevole al nostro treno. Non mancheranno chiaramente ostacoli e impedimenti prima del traguardo finale, da raggiungere entro un tempo prestabilito e senza terrorizzare inutilmente i passeggeri.

Portando a termine le varie corse con successo potremo mettere mano a nuovi oggetti e strumenti da utilizzare poi nella campagna “Ingegnere”, ossia la seconda modalità di gioco vera e propria di ScreamRide: obiettivo di questa opzione è quella di completare un tracciato in parte già assemblato, cercando di rispettare tutta una serie di richieste che permettano poi al treno di percorrere il tragitto senza problemi o incidenti di percorso. La fase di test finale è inoltre affidata all’intelligenza artificiale, che si occuperà di segnalare eventuali errori durante la fase di assemblaggio. Una modalità più riflessiva, questa, che ci darà modo di osservare i nostri progressi con il pad appoggiato sulle ginocchia la maggior parte del tempo. Ultima delle tre campagne è infine la “Esperto Demolizioni” il cui scopo è quello di collezionare più punti possibili distruggendo edifici e strutture con una palla demolitrice orientabile. Saremo infatti in grado di scagliare la sfera nella direzione desiderata, dosandone sia la velocità di lancio che l’oscillazione. Più strutture saremo in grado di demolire correttamente, maggiori saranno i bonus sbloccati a fine livello, come cabine speciali controllabili anche in volo grazie a spinte d’aria aggiuntive o addirittura grazie ad un paio di ali artificiali extra. Individuare i punti deboli delle strutture per scatenare crolli a catena o scovare i barili esplosivi nascosti dietro agli angoli più impensabili sarà fondamentale per ottenere buoni risultati. Immaginate una versione realistica di Angry Birds e vi sarete fatti un’idea di quello che vi aspetta.

Nonostante non sia presente alcuna modalità multigiocatore, ScreamRide cerca di dare una spinta (è proprio il caso di dirlo) alla longevità grazie alla possibilità di scaricare e successivamente testare le montagne russe create dagli altri giocatori connessi da tutto il mondo, oltre che condividere i nostri stessi progetti modificandoli a piacimento. Si tratta di una parentesi sand-box virtualmente infinita, visto e considerato che le varianti di costruzione saranno quasi un centinaio, grazie ad una varietà di binari, ostacoli, rampe e loop realmente immensa, permettendoci di dare vita alle attrazioni più impensabili e voltastomaco. Le leaderboard servono a mostrare i risultati dei nostri amici e quelli degli altri giocatori, mentre la sezione delle statistiche ci permetterà di capire come e dove migliorare i nostri sforzi.
Dove purtroppo ScreamRide deraglia è invece relativamente al comparto tecnico che, nonostante appaia quantomeno apprezzabile, il lavoro svolto dal team britannico non mostra a conti fatti nulla che faccia intendere una provenienza realmente next-gen del titolo. Brani elettronici di matrice Dubstep e Ambient fanno invece da accompagnamento musicale alle nostre attività da ingegnere, pilota o demolitore, senza disturbare più di tanto l’avanzamento dei lavori.

Screamride ScreamRide è un progetto curioso e sicuramente interessante, che vede nella condivisione e nella creazione di spettacolari attrazioni la sua ragion d’essere. Il gioco dei Frontier Developments è infatti un titolo gestionale quantomeno curioso, che pur apparendo come il successore spirituale di RollerCoaster Tycoon non è in grado purtroppo di reggere il confronto con lo storico manageriale per PC apparso molti anni fa. Ma non si tratta di un difetto in senso stretto: gran parte del divertimento è racchiuso infatti nella volontà di creare e successivamente condividere sul LIVE le proprie spettacolari creazioni, dando poi modo a chiunque di scaricare quelle dei giocatori da tutto il mondo, aspetto questo realmente interessante e che aumenterà la longevità del titolo col passare dei mesi. Non vi resta quindi che decidere se attendere o no il vostro turno presso la biglietteria delle montagne russe più adrenaliniche del mondo dei videogiochi. Sempre che non soffriate di vertigini o di noia precoce, chiaramente.

7

Che voto dai a: Screamride

Media Voto Utenti
Voti totali: 1
7
nd