Recensione Shadow Complex Remastered

Disponibile fino a oggi in esclusiva su Xbox 360, Shadow Complex arriva finalmente su PC, PlayStation 4 e Xbox One con un'edizione rimasterizzata che presenta varie migliorie tecniche rispetto al gioco originale.

Versione analizzata: PC
recensione Shadow Complex Remastered
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One

Shadow Complex rappresentava una delle esclusive di punta dello store Microsoft sulla compianta Xbox360. A sorpresa l'IP di Chair Entertainment, team divenuto poi celebre per la saga di Infinity Blade su IOS, torna su tutte le moderne piattaforme a disposizione: Ps4, XboxOne e PC tramite Steam. Si tratta di una classica edizione remastered, visto che le maggiori differenze con la controparte Xbox360 vanno ricercate nelle rifiniture del comparto grafico: texture più definite e effetti migliorati donano al gioco un'aria più moderna nonostante la matrice classica dell'Unreal Engine 3 resti preponderante. Resta invece immutato il cuore di gioco, tanto nella campagna tanto nei Proving Grounds: una serie di sfide che richiedono una perfetta padronanza degli item e aumentano la durata del titolo, non proprio eccelsa. Il gioco può essere finito in meno di sei sette ore, che arrivano facilmente alla decina se si decide di collezionare tutti i power up sparsi per la mappa. Vista l'occasione sarebbe stato bello avere dei gadget in più, soprattutto per chi aveva già consumato l'originale a suo tempo, ma nell'ottica del porting Chair si è limitata ad aggiornare dove possibile la cosmesi lasciando invariato il resto. Poco male perché là dove l'aspetto grafico restituisce ogni tanto delle esplosioni e fiamme che ne tradiscono l'età, l'ottimo level design del complesso militare che Jason dovrà esplorare per fermare la Restaurazione non è invecchiato di un giorno.

Questione di Gadget

Shadow Complex unisce l'esperienza esplorativa di un metroidvania a delle sparatorie più dinamiche, grazie a un motore in grado di gestire più agilmente combattimenti più densi, con tanto di copertura e attacchi corpo a corpo - che in questa edizione sono più belli da vedere grazie a nuove animazioni. Caratteristica è l'apertura alla terza dimensione con la possibilità di sparare a nemici presenti in profondità nel livello. Manovra non così elegante perché assistita da un sistema di mira non sempre preciso nel capire a cosa si sta mirando. Per il resto, sono due gli elementi che rendono un metroidvania un grande metroidvania: l'esplorazione e i gadget. Shadow Complex eccelle su entrambi i versanti. Un ritmo fluido e serrato scandisce la scoperta di vari equipaggiamenti utili ad aumentare la nostra potenza di fuoco e aprire scorciatoie all'interno dei livelli. Vale la pena spendere due parole su quest'ultimo punto: il backtracking è da sempre croce e delizia di ogni buon Metroidvania ed è encomiabile come la struttura della mappa e gli oggetti sbloccati in Shadow Complex permettano di muoversi agilmente per tutto il complesso in modo naturale e mai tedioso. Menzione d'onore anche per l'indicatore sulla mappa che permette di vedere il prossimo obiettivo - disabilitabile per i puristi - e i punti interrogativi che mostrano le zone dove cercare i vari power up, evitando così di far girare il giocatore a caso per tutta la mappa. Se questo sia un pro o un contro dipende dal vostro stile di gioco. Eccellente il level design: chiudendo un occhio su alcune incertezze del sistema di controllo che a volte rendono ostico districarsi nelle aree più strette, Shadow Complex ci propone una mappa disegnata ad arte e una progressione priva di tempi morti. Il titolo è capace infatti di introdurre costantemente piccole variazioni e sfrutta ottimamente gli oggetti sbloccati per velocizzare gli spostamenti. Esplorare le varie zone non è solo un piacere ma risulta utile nel momento in cui si mettono mano a vari power-up che migliorano le nostro capacità in combattimento. Sotto questo punto di vista non solo il gioco è ancora oggi fresco, godibile e perfettamente oliato, ma rappresenta un bellissimo manuale di design per il genere. A voler essere cattivi si potrebbe insistere sul mancato equilibrio di alcuni gadget: non tutti sembrano essere realmente sfruttati a dovere. Uno in particolare sembra più una gentile concessione al genere e tranne alcune punti a lui dedicati si ha l'impressione che non venga mai realmente valorizzato.

Si tratta di difetti minimi, probabilmente troppo dispendiosi da correggere senza rimettere mano all'architettura dei livelli. Così, per movimentare la situazione, il gioco porta con sé nuovi achievement da sbloccare e (piacevoli) sfide da completare. Quello che resta invece il grande punto debole è la scrittura di Peter David, stimato autore di fumetti, che ambienta il gioco nell'universo Empire tratto dai romanzi di Orson Scott Card - il gioco funge da prequel al libro - ma dà vita ad una sceneggiatura fanta-politica con un plot risibile e afflitta da dialoghi puerili per non dire indecenti. Personaggi psicologicamente inesistenti, un abbozzo di intrigo politico ridicolo e, per chiudere, la patetica love story con la fidanzata di Jason: immancabile damigella in pericolo a cui viene riservato uno sbrigativo e stridente plot-twist nel finale. Che la narrativa non sia il punto focale di questa esperienza è chiaro, ma i pochi sforzi per valorizzarla affogano in cliché involontariamente ilari nonostante il tono scanzonato. Poco male, basta skippare i filmati e concentrarsi su tutto il resto. In definitiva, nonostante il porting sia stato fatto con il minimo sforzo sindacale, Shadow Complex ha ancora oggi fascino da vendere. Nella speranza che questa Remastered possa aprire le porte al tanto agognato seguito che i fan richiedono da tempo.

Shadow Complex Remastered Shadow Complex si rifà il trucco. Rimette a posto qualche effetto di post-processing, dà una pulita alle texture e approda su Steam, PS4 e XboxOne per offrire il metroidvania secondo Chair. Pregi -tanti - e difetti - pochi - restano immutati. Tolto un sistema di controllo a tratti bizzoso e un impianto narrativo ampiamente dimenticabile, resta un piccolo gioiello che fa dell’esplorazione il suo fulcro vitale attraverso un level design ispirato e delle sparatorie appaganti. A sette anni dall’uscita Shadow Complex è ancora un degno esponente del genere che può guardare a testa alta gli illustri concorrenti - mi riferisco a quella recente perla che prende il nome di Axiom Verge. Piacevole da rigiocare anche per chi lo aveva spolpato su Xbox360 e consiglio obbligato per gli appassionati di Metroidvania che se l’erano lasciato sfuggire a suo tempo

8.7

Che voto dai a: Shadow Complex Remastered

Media Voto Utenti
Voti totali: 5
7.8
nd