Recensione Skater Nation

Si sfreccia sullo Skate di Gameloft

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone

Gameloft si conferma una software house a 360 gradi, e prende in considerazione un numero di realtà videoludiche sempre crescente. Questa volta tocca al mondo degli skater, esplorato grazie ad un titolo con ottime potenzialità, che trea a piene mani l’ispirazione da prodotti del calibro di Tony Hawk, introducendo sul mercato un brand decisamente accattivante: Skater Nation.

Una Nazione di Skater

Ambientata in Sandifornia, capitale mondiale dello skateboard, l’esperienza di gioco si consuma nel torneo annuale organizzato da Skater Nation, con accesso garantito a chi trova e batte tutti gli sfidanti all’interno della città. Ogni ambientazione del capoluogo è accessibile fin da subito, come accade in un free-roaming game, e i nove scenari disponibili prendono in esame locazioni particolarmente diverse tra loro. Ad esempio troveremo il classico parco giochi in cui affrontare un breve tutorial, ma anche laboratori, impianti di depurazione, aree commerciali, cantieri. L’accesso agli stage è possibile teletrasportandosi in loco, tramite l’apposito tasto dedicato alla visione della mappa. Chi decide però di ammirare il panorama può affidarsi all’orientamento e lasciarsi trasportare dal fido skateboard, esplorando ogni angolo di Sandifornia. Ogni personaggio non giocante incontrato per le strade assegna uno o più compiti al giocatore; spesso sono sfide a tempo, oppure gare di trick (vince chi accumula il punteggio più alto) o semplici corse ad ostacoli. Le gare sono divise in tre livelli di difficoltà: facile, medio e difficile.
Sei personaggi, più due sbloccabili, otto abilità, dodici tavole, undici snodi e sette modelli di ruote sono i numeri di Skater Nation, arricchiti da un sistema di punteggio legato ai funambolici e acrobatici movimenti eseguibili tramite l’ormai classico sistema di joystick virtuale. Di primo acchito il sistema di controllo a due tasti può sembrare limitativo, ma una volta appresi i primi rudimenti e approfonditi grazie alla lista dei trick, sempre disponibile nel menu di pausa, si scopre quanto la soluzione scelta sia profonda: evoluzioni a terra e in aria si alternano a grind, manual e lip, il tutto sfruttando le inclinazioni del pad e il tasto premuto.



Classicamente, un software basato sullo skateboarding si presta perfettamente a sfide all’ultimo trick fra giocatori umani, ma Skater Nation, pur vantando del supporto in rete e l’accesso al Gameloft Live, non possiede alcuna modalità multiplayer, eliminando sia la possibilità di instaurare dei challenge sia in locale che tramite il servizio web, con un conseguente abbassamento della longevità. Unica chicca da segnalare è la perfetta sinergia con Youtube, per cui è possibile spedire direttamente i replay sul proprio account.

Troppa potenza

Dal punto di vista del gameplay, dunque, Skater Nation mantiene fede al canovaccio ideale del software dedicato al mondo dello skateboard, e pure il comparto tecnico di programmazione è ben sviluppato. Citiamo però qualche scelta discutibile, prima fra tutte la telecamera di gioco che inquadra troppo da vicino il protagonista sulla tavola, dando così qualche difficoltà visiva. Il motore grafico utilizzato risulta di fattura particolarmente ispirata, grazie ad un'altissima attenzione ai dettagli di ogni scenario; purtroppo l'engine non vanta una cospicua interattività con l’ambiente. Anche la realizzazione degli NPC lascia a desiderare, dato che tutti, differenziati in base al sesso ed ai colori dei vestiti, danno la sensazione di essere la medesima persona. In più l’utente è costretto a interrogare i Png quasi ossessivamente, per capire se ha eseguito tutti i compiti legati al personaggio, dato che anche se portate a termine tutte le sfide il traguardo non viene segnalato visivamente in alcun modo.
Buona invece la tracklist presente nel titolo, sempre azzeccata e perfettamente amalgamata con lo stile di gioco; in più è possibile scegliere quale traccia ascoltare durante le sessioni premendo semplicemente il tasto preposto e selezionando la canzone desiderata. In contrapposizione l’iPod interno non può essere richiamato in alcun modo.
Skater Nation è uno di quei giochi di cui godere particolarmente su un apparecchio 3GS o iPod Touch, data la pesantezza del codice; i test effettuati su un iPhone 3G hanno evidenziato cali di frame rate costanti in molti momenti dell’esperienza.

Skater Nation Skater Nation è senza dubbio uno dei massimi esponenti dello skateboarding virtuale su iPhone, grazie al suo sistema di controllo particolarmente intuitivo e immediato ma davvero profondo. La realizzazione tecnica mostra però alti e bassi: da un lato il motion engine risulta davvero ispirato, anche se non accompagnato da dettagli scenici; dall'altra il gioco è talmente “pesante” solo se in possesso della versione 3GS dell'iPhone. Di conseguenza una buona fetta dell’utenza che ha acquistato e mantenuto le prime versioni del melafonino non può godersi Skater Nation a pieno regime.

7

Che voto dai a: Skater Nation

Media Voto Utenti
Voti totali: 33
6.4
nd