Recensione Sky Combat

Uno Scrolling Shooter tipicamente occidentale sbarca su iPhone, pubblicato da Chillingo

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
Alessandro Mazzega Alessandro Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente al mondo dei videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di sviluppo, attualmente in Forge Reply. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Il genere degli shoot ’em up classici, col passare degli anni, ha allentato la presa sul pubblico, con il risultato che anche l’offerta si è ristretta progressivamente, riducendo il numero di uscite e, in parte, la qualità generale.
In vetta è sempre e comunque rimasta Cave, software house nipponica specializzata nel genere, che ha proposto alcuni dei suoi titoli di maggior richiamo anche per iPhone e iPod touch, nuova dimora per gli shooter classici.
Nel panorama odierno, però, si inserisce anche Chillingo, pubblicando Sky Combat, sparatutto a scorrimento di matrice prettamente occidentale, sviluppato dal team polacco Alien Worm, alla prima prova sulle piattaforme Apple.

Stile classico

Sky Combat è quindi uno shoot ’em up che rispetta il più classico dei canoni: dieci stage da percorrere a bordo di mezzi militari, il primo dei quali è un elicottero, distruggendo sia le unità in volo che quelle a terra, rappresentate da altri elicotteri, aerei, carri armati, navi e basi operative.
L’atmosfera che si respira giocando a Sky Combat è quella di un novello Desert Strike: ritornare ai comandi di un elicottero fa nuovamente pensare alla celebre serie di Electronic Arts per Megadrive, malgrado la visuale sia completamente differente.
Lo scorrimento è sempre verticale, anche se la camera può spostarsi lateralmente, quando ci si avvicina con il mezzo al bordo dello schermo.
Come da tradizione per gli shooter sui device Apple, il tasto di fuoco non esiste, in quanto il controllo, in questo caso disponibile sia tramite touch screen che utilizzando il sensore di movimento presente sul dispositivo, è l’aspetto fondamentale: il mezzo spara solo, con l'autofire sempre inserito.
Per rendere un po’ più vario il gameplay, però, Sky Combat introduce delle armi secondarie ed alcune manovre evasive molto utili nel caso in cui si affrontino nemici dotati di missili a ricerca: le prime sono rappresentate da alcuni razzi da lanciare a comando, oppure dalla più classica smart bomb in grado di ripulire lo schermo nei momenti di maggiore affollamento, grazie ad un attacco a tappeto fornito dal supporto aereo; le seconde sono una contromisura elettronica ed un loop che permette di schivare anche i colpi più pericolosi.
Tutte e quattro si utilizzando grazie a delle icone da toccare, poste di default su lato sinistro della schermata ma comunque configurabili sia per posizione che per grandezza.
In questo modo Sky Combat si discosta un po’ dall’offerta della concorrenza, focalizzando comunque l’attenzione sull’arte dello schivare i proiettili nemici ma permettendo anche di passare al contrattacco, non solo utilizzando lo sparo di base.

Ottimo 2D

Lo stile grafico, primo richiamo a Desert Strike, è decisamente riuscito: un 2D particolareggiato che propone deserti, città semi distrutte sotto i bombardamenti, giungle e, in un futuro update, anche un’ambientazione tra i ghiacci.
Gli sprite sono la parte meno convincente, con mezzi piccoli e non particolarmente appariscenti, che spesso si confondono con lo sfondo al punto da risultare poco visibili.
Altrettanto poco visibili sono le piccole stelle, rilasciate da ogni unità distrutta, che garantiscono dei punti bonus una volta raccolte. Un’idea interessante che obbliga ad un approccio ai livelli differente se si vuole cercare di massimizzare il punteggio, non dovendo solo abbattere i mezzi nemici ma anche passare sopra le loro carcasse per poter accrescere il proprio bottino.
Quello in cui Sky Combat eccelle è l’effettistica: le esplosioni, il fumo, le onde del mare, le tracce dei carri armati sulla sabbia sono tutti resi in maniera molto realistica, dando quel tocco in più al gioco e favorendo un coinvolgimento maggiore, rendendo più dinamici i livelli che, altrimenti, sarebbero solo uno sfondo che scorre costellato dai proiettili nemici.

Qualche variante

Nei nove livelli che compongono la campagna principale si attraverseranno numerose ambientazioni, utili per creare situazioni un po’ differenti tra loro: nei livelli sul mare sono numerose le motovedette che pattugliano la costa mentre nel deserto colonne di carri armati avanzano nella polvere.
Gli stage di maggiore interesse, però, sono quelli cittadini, in quanto offrono un maggior numero di strutture da distruggere, soprattuto quando ci si avvicina alle basi nemiche, con torri di guardia dotate di mitragliatrici e aeroporti gremiti di aerei in decollo, da distruggere quando ancora stanno uscendo dagli hangar.
Già dal terzo stage, però, il gioco propone alcune interessanti variazioni al gameplay: l’uso dell’elicottero cede il passo ad un carro armato, da guidare semplicemente facendo scorrere il dito a destra o a sinistra, senza alcun controllo sui comandi per avanzare.
E’ uno stile di gioco differente in quanto, oltre a sparare, bisognerà seguire la strada evitando gli ostacoli: operazione non semplice quando lo schermo inizierà a riempirsi di nemici. Inoltre in alcuni livelli la stessa variazione verrà proposta sull’acqua, grazie alla guida di una nave da combattimento, al posto del carro armato.
E’ infine disponibile una modalità Endless, nella quale la difficoltà sale progressivamente facendo diminuire il numero di bonus e proponendo nemici sempre più difficili da abbattere, in una corsa al miglior punteggio che spinge a rigiocare molte volte, in modo da condividere i propri risultati con quelli degli utenti di Crystal, servizio di Chillingo integrato nativamente nel gioco.

Sky Combat Sky Combat è uno shooter per tutti, con un target d’utenza completamente differente da quello degli sparatutto Cave, destinati agli appassionati. Grazie ai tre livelli di difficoltà e all’ambientazione contemporanea, che esclude astronavi e altre tipiche rappresentazioni nipponiche, è adatto alle masse, offrendo un tasso di sfida variabile che non garantirà sicuramente una longevità di prim’ordine, soddisfacendo però chi cerca un titolo di facile approccio, senza particolari pretese. Il prezzo, fissato al minimo sindacale per quanto riguarda App Store, lo fa risultare immediatamente interessante, soprattutto grazie al supporto fornito dal team, già al lavoro su nuovi contenuti che verranno aggiunti gratuitamente.

7

Che voto dai a: Sky Combat

Media Voto Utenti
Voti totali: 22
6.2
nd