Recensione Slam Bolt Scrappers

Fire Hose prova a inventare un nuovo genere mescolando dinamiche del Tetris, dei Tower Defence e degli action game

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Ps3
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

I puzzle game appartengono ad un genere che, presente fin dagli albori dell'intrattenimento videogludico, si porta dietro un bagaglio storico non indifferente. Crearne di originali ed innovativi si rivela quasi sempre un'ardua impresa: un risultato ottenuto solo dalle software house più ingegnose e coraggiose, capaci di spingersi dove nessun altro è mai arrivato. Fire Hose ci propone la sua idea di rompicapo alternativo, ma più che esplorare concetti totalmente inediti, rimescola alcune dinamiche già sperimentate da tempo. Ad un puzzle game a blocchi che prende ispirazione da Tetris, la software house ha aggiunto elementi tratti dai Tower defence, insieme a combattimenti action ed ad un pizzico di strategia. A parole il gioco sembra un insieme confusionario di elementi che difficilmente potrebbero amalgamarsi bene tra loro, e prova alla mano, il titolo non si sforza troppo per sfatare questa prima impressione.

Mai visti cantieri così attivi!

In Slam Bolt Scrappers ci ritroveremo a dover distruggere la torre di blocchi del nostro avversario, prima che questo faccia altrettanto. Il nostro personaggio, un operaio che fa parte di una squadra di costruzioni edili, sarà dotato di jet-pack, e potrà svolazzare tranquillamente a destra e a manca sullo schermo. Il nostro compito sarà quello di rinforzare la nostra struttura raccogliendo alcuni blocchi colorati, donati "gentilmente" dai mostri che di tanto in tanto appariranno sullo schermo. Esattamente come nel Tetris, dovremo incastrare i pezzi in modo accurato e preciso, se vorremo sopravvivere all'attacco del nemico. Infatti, formando quadrati dello stesso colore, i blocchi si trasformeranno in armi che aumenteranno la nostra capacità offensiva. Ad esempio, raggruppando tasselli rossi, avremo a disposizione un lanciamissili, che a intervalli regolari lancerà proiettili esplosivi verso la struttura dell'avversario. Più grande sarà il quadrato, e più potente e resistenze ai colpi sarà la nostra arma. E' evidente quindi che il giocatore deve gestire con accuratezza la disposizione dei tasselli, in modo da ottimizzare al meglio le proprie risorse. Il titolo offre una vasto armamentario: le armi avranno diverse caratteristiche e diversi modi di agire, e non mancheranno elementi che potrebbero invece aiutarci a difendere la struttura dagli assalti.
Ma non è tutto: a questa dinamica il titolo aggiunge la possibilità di affrontare a mani nude il nemico di turno. Mentre saremo indaffarati a raccogliere i blocchi, potremo infatti combattere in scontri corpo a corpo contro l'operaio dell'altra fazione, in modo da ostacolarlo e guadagnare il suo bottino di tasselli. Il sistema di combattimento è abbastanza basilare. I tasti Quadrato e X serviranno per sferrare una serie di pugni che, andati a segno, ridurranno l'energia vitale dell'avversario, mentre il tasto dorsale R1 attiverà uno scudo. Una volta mandato K.O., il nostro nemico sarà fuorigioco per una manciata di secondi, tempo utile per rinfoltire le nostre fila con nuove armi di distruzione. Ovviamente se ad andare al tappeto saremo noi, dovremo recuperare in fretta eseguendo una serie di QTE per velocizzare il tempo di ripresa.
Descritte così le dinamiche di gioco di Slam Bolt Scrappers appaiono interessanti e coinvolgenti, ed è effettivamente così nei primi livelli di gioco. Ma con l'avanzare della campagna, il tutto si confonde a tal punto che alla fine il giocatore si perde in una serie di attività confuse e caotiche. Ci si trova di fronte un prodotto insomma poco organico, e l'utente non riesce a concentrarsi su i singoli elementi che compongono il gameplay. La scarsa coesione dell'impianto di gioco mette a dura prova la nostra pazienza, e che mina fortemente il divertimento.
Per quanto riguarda la longevità del titolo, il single player non richiederà troppo tempo per essere concluso, ma grazie a diversi livelli di difficoltà e alla presenza di elementi sbloccabili, alcuni potrebbero essere invogliati a rigiocare più e più volte uno stesso stage. Presente anche una modalità multiplayer locale fino a 4 giocatori, ma se la confusione nel giocare 1 vs 1 è abbastanza contenuta, l'orgia a 4 giocatori risulterà inevitabilmente ingestibile. Peccato invece per l'assenza di componente multigiocatore online, che in questa tipologia di gioco sarebbe stata sicuramente un valore aggiunto all'esperienza globale.
Sul profilo tecnico, il titolo offre una grafica colorata e vivace, in stile cartoon, ma non troppo elaborata, mentre per quel che riguarda il sonoro, tutti brani si attestano su livello piuttosto mediocre: motivi di accompagnamento non incisivi, sovrastati dall'abbondanza di effetti sonori che accompagnano l'azione frenetica sullo schermo

Slam Bolt Scrappers Slam Bolt Scrappers è un chiaro esempio che "il troppo storpia". Il tentativo di far coesistere tante dinamiche in un unico prodotto è sicuramente un aspetto curioso del titolo, ma per come sono gestite le cose, il pastiche risulta molto confusionario e difficilmente ingestibile. Il giocatore si perde fra la necessità di gestire i blocchi, colpire i nemici e contemporaneamente dare un occhio a ciò che fa l'avversario. Troppe azioni che non lasciano spazio al divertimento, e rischiane seriamente di provocare una crisi di nervi.

6

Che voto dai a: Slam Bolt Scrappers

Media Voto Utenti
Voti totali: 12
4.9
nd

Altri contenuti per Slam Bolt Scrappers