(Dis)Comfort Zone: Outlast 2 Oggi alle ore 21:00

Primo episodio della dis)Comfort Zone dedicata ad Outlast 2!

Recensione Sleep Attack

Un Tower Defense tutto italiano

Versione analizzata: iPhone
recensione Sleep Attack
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • iPhone
  • iPad

Il genere dei tower defense su dispositivi mobile è a dir poco inflazionato, secondo solo agli endless runner, e per riuscire a ritagliarsi uno spazio nel cuore degli utenti e nella memoria dei loro device è necessario proporre idee nuove, simpatiche e magari capaci di sfruttare al meglio le caratteristiche di tablet e smartphone. A provarci è stavolta BadSeed, studio indipendente tutto italiano con sede a Milano, che con Sleep Attack punta tutto su un protagonista super simpatico - e molto assonnato -, uno stile grafico decisamente ispirato e un gameplay capace di portare una ventata di freschezza tra le produzioni appartenenti alla categoria. Oltre a far fronte ad un numero variabile di orde nemiche utilizzando le immancabili torri, infatti, il punto di forza del titolo sta nella possibilità di ruotare i vari dischi che compongono il livello di gioco, andando a modificare costantemente il percorso che gli avversari dovranno utilizzare per arrivare fino a Ubaldo, appisolato al centro di ogni stage: l'obiettivo è ovviamente quello di indirizzarli verso il cammino più lungo oppure a quello difeso da torrette di alto livello, in grado di infliggere ingenti danni alle tipologie di nemici in arrivo.

Fasi REM

Sul fronte contenutistico, a Sleep Attack non manca davvero nulla, con nove torri tutte potenziabili per far fronte a un vasto assortimento di minacce, varie sia nell'aspetto che nelle caratteristiche. In qualsiasi momento è possibile mettere il gioco in pausa e dare un'occhiata a quella che è una vera e propria enciclopedia riportante i punti di forza e le debolezze di ogni nemico, con alcune note in merito alle torrette a cui questi sono più sensibili. Partita dopo partita, dopo aver preso confidenza con le meccaniche di gioco e aver familiarizzato con i componenti delle orde, il compito del giocatore è quello di districarsi abilmente tra i vari avversari, imparando ben presto a smettere di preoccuparsi dei semplici Mezzo Piede o dei Piccolo Piede, presenti in gran numero ma davvero semplici da abbattere, per concentrarsi sul Cinghiane, veloce e resistente, così come Granpasso, lento ma in grado di resistere a ingenti quantità di danni. C'è pure il Boss dal Piede di Piombo, che con i suoi 2.000 punti vita e un’invidiabile resistenza al fuoco delle torrette è una delle più grandi minacce al sonno di Ubaldo.

Il bestiario è molto vario, e avanzando nei livelli occorrono colpo d’occhio e velocità di reazione per prendere i giusti provvedimenti nei confronti dei nemici più pericolosi in arrivo. A dare man forte nelle sessioni più frenetiche intervengono anche alcune creature amichevoli, come la Pecoramica, che si dirige a grandi saltelli in direzione del protagonista allo scopo di regalargli una vita ma che potrebbe, nel caso le torrette la eliminino prima che lei lo raggiunga, portare il nostro assonnato eroe a perderne immediatamente una. In questo modo, l’utente è chiamato ancora una volta a sfruttare al meglio la possibilità di ruotare i vari dischi che compongono lo stage, selezionando per questi imprevisti compagni il percorso più breve oppure quello con le torri non ancora potenziate al massimo. Le torri possono anche essere rimosse in qualsiasi momento per liberare il passaggio, rientrando in possesso di parte delle monete spese, per poi posizionarle nuovamente in vista della prossima orda. In questo senso, la rotazione del terreno di gioco è da considerarsi un’arma aggiuntiva, e un’attenta e ponderata analisi della situazione seguita dal corretto utilizzo di questa funzione potrebbe fare la differenza tra il garantire un tranquillo sonno a Ubaldo oppure ripetere per l’ennesima volta un determinato livello.

Il gameplay di Sleep Attack, insomma, è stimolante e in grado di assicurare molte ore di divertimento, incontrando il gusto degli amanti delle sfide: le sessioni di gioco sono piuttosto lunghe e, avanzando nei mondi dei sogni, anche decisamente impegnative. L’ultima fatica dei ragazzi di BadSeet consta di sei differenti location, a loro volta composte da quattro stage da affrontare per sbloccare i successivi. In base a tutta una serie di fattori, come i punti ottenuti in ogni livello e la quantità di danni subiti dal protagonista, il giocatore viene premiato con una valutazione che varia da una a tre stelle, per un totale di 72 stelle ottenibili, che sicuramente rappresentano una “sfida nella sfida” per i completisti. Non manca inoltre il supporto agli achievement, con 70 medaglie da aggiungere al proprio profilo.
L’unica e sola forma di microtransazioni presente in Sleep Attack consiste nell’acquisto di vari pacchetti di fagioli sognanti, da utilizzare per comprare i vari power-up in caso di bisogno e per sbloccare due delle nove torri presenti nel gioco. Nello specifico si tratta di tre diversi formati, ossia da 50.000, 200.000 e 500.000 fagioli sognanti, rispettivamente proposti al prezzo di 2,69 , 6,99 e 13,99 Euro. I prezzi di ogni power-up variano invece in base alla loro utilità sul terreno di gioco, e partono dai 5.000 fagioli richiesti dal potere glaciale, in grado di congelare e quindi arrestare temporaneamente l’avanzata di tutti gli avversari presenti sullo schermo, a salire. Tra le torri acquistabili figurano invece la Torretta Laser, che spara un raggio rettilineo in grado di colpire qualsiasi cosa incontri sul suo cammino, e Stella Polare, che blocca e congela per un breve periodo di tempo tutti i nemici all’interno del suo raggio. Per fortuna che, con un po' di impegno ed una buona pianificazione, portare a termine i livelli anche senza acquisti extra non è un'impresa proibitiva.

Sleep Attack Con Sleep Attack BadSeed ha fatto centro, proponendo qualcosa di diverso nel panorama dei tower defense. Sappiamo tutti che su iOS il genere è molto inflazionato, con troppi titoli-fotocopia privi di una precisa identità e caratterizzati da una flebile anima freemium su cui grava una scellerata gestione delle microtransazioni. L’ultima fatica dello studio milanese è invece un gioco divertente, sorretto magistralmente da una progressione sempre stimolante e un senso di sfida autentico, il tutto al piccolo prezzo di 2,99 Euro a cui è proposto sullo store di Apple.

8.5

Che voto dai a: Sleep Attack

Media Voto Utenti
Voti totali: 1
7
nd