Recensione Starship Patrol

Q-Games pubblica un Tower Defence ambientato nello spazio profondo su DSiWare

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • DS
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

I Tower Dfence sono un genere di giochi che ben si adatta alla natura delle piattaforme di digital delivery: titoli con una struttura semplice, poche regole facili da apprendere, che offrono dinamiche ludiche in continua evoluzione, innalzando gradualmente il livello di sfida.
Q-Game pubblica su DSiWare Starship Patrol, un gioco in cui dovremo difendere la nostra flotta di navi spaziali dall'attacco di numerosi nemici, in tutti i 30 stage che compongono il titolo.

Difendi la tua flotta

Il compito del giocatore, in Starship Patrol, è quello di mantenere intatte in ogni stage le varie navicelle spaziali, durante gli attacchi dei nemici. Le astronavi, di diverse forme e dimensioni, comporranno la struttura di ogni livello, offrendo sulla loro superficie o al loro interno, diverse aree destinate alla disposizione delle nostre armi di difesa.
Toccando sul touch screen il Quartier Generale, un 'area presente su una delle navicelle, si aprirà un menù che ci permetterà di acquistare i vari armamenti da posizionare, spendendo i punti energia. I punti energia, la moneta d'acquisto del titolo, compariranno ogni qual volta un nemico sarà distrutto durante il livello, e attraverso il touch screen potremo raccoglierli per acquistare nuove armi.
Gli armamenti disponibili sono diversi, ognuno con diverse caratteristiche di potenza, rapidità di ricarica e gittata. I laser ad esempio, rapidi e con ampio raggio, saranno utili per i nemici deboli ma con rapido movimento, mentre i missili saranno più adatti a nemici lenti ma con uno scudo difensivo più potente; le torrette invece avranno un fuoco costante e poco potente, ma un ampio raggio d'azione. Ulteriori armi saranno poi sbloccabili attraverso l'utilizzo dei Cristalli, un'altra unità energetica che otterremo alla fine di ogni turno di gioco, che amplieranno le nostre scelte per sconfiggere i vari nemici.
Le navicelle avversarie saranno molteplici, anch'esse con differenti schemi di movimento ed attacco. Ad aumentare poi la varietà, la presenza di nemici invisibili, capaci di essere colpiti solo da determinate armi, contrassegnate nel menù del QI da una "I" rossa.
Ogni livello si suddividerà in diversi turni d'attacco: ad ogni turno ci verranno mostrati sullo schermo superiore i nemici che giungeranno nei prossimi turni, mentre nello schermo inferiore, tramite linee tratteggiate, ci verranno fatti vedere i vari percorsi che i nemici intraprenderanno durante il turno. Non mancheranno in ogni livello power-up da dare alle nostre armi disposte, che ne aumenteranno potenza, velocità o raggio d'azione, assegnabili tramite un semplice tocco con lo stilo.
All'inizio del gioco i pochi punti energia messi a nostra disposizione ci permetteranno di costruire solo poche e economiche armi, come i laser o i missili. Procedendo con i livelli e ottenendo un numero crescente di energia - grazie soprattutto ai nemici sconfitti e al bonus ottenuto moltiplicando l'energia rimasta a fine turno per una percentuale variabile - potremo combattere con orde di nemici sempre più numerose e potenti.
Lo scopo principale sarà quello di finire ogni livello, capeggiato da un boss finale, senza esaurire l'energia dello scudo, che calerà ad ogni attacco ricevuto. Fondamentale per avere successo è studiare bene la tipologia del nemico e il suo percorso, perché posizionare un'arma poco efficace o troppo lontana esporrà la nostra flotta all'attacco nemico, decretando la nostra sconfitta. I luoghi adibiti al posizionamento dell'arsenale saranno inoltre limitati, mettendo a dura prova la nostra abilità nello scegliere le armi giuste. Alcune carte, ottenibili al completamento di ogni livello, ci potranno essere d'aiuto nelle situazioni d'emergenza, anche se il loro utilizzo inficerà nello score finale del livello. Insomma Starship Patrol è un titolo che ammette pochi margini di errore per chi vuole completare in maniera perfetta ogni stage.
Se riusciremo poi a eliminare ogni nemico ad ogni turno, otterremo un Perfect score, che servirà a sbloccare nuove aree nella mappa di selezione dei livelli, e poter così giocare a tutti i 30 stage presenti nel gioco.

Il titolo si presenta con uno stile veramente minimalista, con tutti gli elementi scenici che sembrano essere usciti da dei disegni fatti su un foglio a quadretti. Anche i nemici sono strutturalmente molto semplici, con i vari colori per identificare il tipo di avversario. La colonna sonora del gioco è ricca di brani che ben si adattano all'ambientazione spaziale, con diverse fanfare e marce, con la possibilità di selezionare e riascoltare ogni brano nel menù principale.

Starship Patrol Q-Games aggiunge al catalogo DSiWare un altro titolo interessante per i possessori del Nintendo DSiWare. I 30 livelli proposti offrono una vasta scala di difficoltà e diverso approccio strategico, e lo stile caratteristico e particolare, rende Starship Patrol un gioco allettante per tutti coloro che sono affini con i Tower Defence.

8

Che voto dai a: Starship Patrol

Media Voto Utenti
Voti totali: 26
6.8
nd