Q&A Nintendo Switch Oggi alle ore 16:00

Domande e Risposte sulla nuova console Nintendo!

Recensione Sunset Overdrive: Mistery of the Mooil Rig

Insomniac ci porta alla scoperta di un angolo inedito di Sunset City nel primo DLC a pagamento

Sunset Overdrive

Trailer
Sunset Overdrive
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox One
Andrea Porta Andrea Porta è un fanatico, divoratore (e occasionalmente critico) di videogame, serie TV, cinema, letteratura sci-fi e fantasy, progressive rock, comics, birre belga, rolling tobacco e molto altro ancora. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Tornare a spendere del tempo in compagnia di Sunset Overdrive a qualche mese dalla sua uscita significa anche ricordarsi immediatamente quanto azzeccata sia la formula di gameplay ideata dai ragazzi di Insomniac, e, allo stesso tempo, di quanto dal punto di vista contenutistico mancasse invece un'offerta altrettanto solida. Forse in misura ancora maggiore, lo stesso può dirsi del primo DLC a pagamento distribuito proprio in questi giorni, Mistery of the Mooil Rig, che trasporta il giocatore su di una misteriosa piattaforma petrolifera. Per quanto l'ambientazione si riveli disegnata con molta cura, la catena di missioni proposta si presta ancora una volta alla ripetizione delle medesime due, tre idee, e si risolve davvero in un lampo.

Oro nero

Una volta installata l'espansione, riceverete immediatamente una chiamata presso un nuovo obbiettivo comparso sulla mappa, dove apprenderete che il sergente Brylcreem è nuovamente sparito in circostanze misteriose. Pochi minuti di ricerche, una breve sequenza in volo (molto simile a quelle già affrontate nella campagna principale) e vi ritroverete sulla piattaforma Mooil, un arroccamento nel bel mezzo dell'oceano, ricchissimo di binari su cui scivolare e piattaforme utili a guadagnarsi, non senza un certo impegno, l'elevata cima. Proprio il design dell'ambientazione rappresenta il punto più alto raggiunto da questo contenuto scaricabile, sia a causa dei notevoli percorsi acrobatici (che permettono, finalmente, di utilizzare spesso lo scivolamento sull'acqua), sia per la capacità di condensare in un'ambientazione di piccole dimensioni tutto il meglio che il grind & gun ha da offrire. Non mancheranno, naturalmente, tonnellate di OD e umani ostili a darvi filo da torcere, con qualche lieve variante rispetto all'offerta tradizionale. I classici Popper, ad esempio, lasceranno il passo una versione "oleosa", che in seguito all'esplosione lascerà a terra chiazze d'olio che potranno prendere fuoco, e scatenare letteralmente il caos. Tra i nemici standard faranno invece una comparsata alcuni avversari dotati di granate in grado di attaccarsi ai binari e al protagonista stesso, come sempre un grande incentivo a tenersi costantemente in movimento.

La catena di missioni, accompagnata da sequenze filmate leggermente sottotono rispetto a quelle della campagna principale, condurrà il protagonista sempre più vicino al nemico principale, una mostruosità mutante a metà tra un gigantesco crostaceo e un drago marino, naturalmente da sconfiggere in un'elaborata boss fight a più fasi. Il completamento richiederà circa un'ora, decisamente troppo poco dato l'esborso richiesto, e, soprattutto, lungo il percorso si noterà la ripetizione di alcune meccaniche di gioco. Così come accadeva nella campagna principale, i ragazzi di Insomniac tendono ancora una volta a ottenere il massimo del risultato con il minimo sforzo, costringendo il giocatore a ripetere più e più volte le medesime operazioni. Anche l'aggiunta di due nuove armi si rivela interessante fino a un certo punto: il lanciafiamme rimane utile quasi solo sulla piattaforma, mentre negli ambienti aperti solitamente proposti dalla mappa di Sunset City difficilmente potrà essere utilizzato efficacemente. Il lancia-dardi elettrificati non presenta, di fatto, alcuna caratteristica che lo renda preferibile alle armi più potenti del gioco principale. Più interessante invece l'offerta dal punto di vista delle sfide e dei collezionabili: dato l'ottimo design della piattaforma, spendere un'altra ora circa nel tentativo di esplorare tutti i contenuti e sbloccare i nuovi AMP è senza dubbio da consigliare, e garantisce un buon livello di sfida e divertimento. A coloro particolarmente interessati alla cooperativa multigiocatore, Mistery of the Mooil Rig offre invece due nuove mappe e una trappola inedita, a sufficienza per qualche altra ora di intrattenimento online.

Sunset Overdrive Complessivamente, il primo DLC a pagamento di Sunset Overdrive riflette in piccolo i problemi del gioco originale. Il design dell'inedita ambientazione è notevole, e offre combattimenti acrobatici come sempre divertenti. La manciata di missioni proposte, tuttavia, si completa in poco più di un'ora, proponendo una ripetizione eccessiva delle medesime meccaniche e ben poche nuove idee rispetto a quanto già visto. Con un prezzo d'acquisto fissato a dieci euro, Mistery of the Mooil Rig rappresenta un acquisto consigliato solo ed esclusivamente ai fan più accesi dell'esclusiva Insomniac, a patto naturalmente di partire con il proposito di sfruttare al massimo tutti i contenuti singolo e multigiocatore. Le sole missioni, con la loro ora circa di durata e le meccaniche tutto sommato già viste, non giustificano infatti minimamente l'esborso richiesto.

6

Che voto dai a: Sunset Overdrive

Media Voto Utenti
Voti totali: 25
7.6
nd