Total War Warhammer - Chaos Warriors

Il Chaos è finalmente giunto su Total War Warhammer, con un pacchetto che include nuovi eroi, nuove unità, quest e oggetti inediti. Un DLC di sicuro valore che aggiunge altre decine di ore ad un gioco già immenso.

Total War Warhammer - Chaos Warriors

Videorecensione
Total War Warhammer - Chaos Warriors
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc

I sostenitori dei quattro Dei del Chaos rappresentano probabilmente la percentuale più grande tra i fan di Warhammer. Consci di questo, gli sviluppatori di Creative Assembly hanno ben pensato che tagliare una delle fazioni predominanti dall'ultimo Total War, per poi rivenderla come DLC, potesse essere un metodo eccellente per raggranellare qualche euro in più: una scelta ovviamente sbagliata e impopolare, che è tornata indietro come un boomerang nel giro di pochissimo. Petizioni e feedback infuriati della community hanno fatto cambiare idea allo studio, che si è visto costretto a ritrattare la posizione iniziale e ad annunciare in pompa magna che sì, la fazione del Chaos sarebbe rimasta un DLC separato, ma sarebbe stata altresì regalata a chiunque avesse acquistato il gioco nella prima settimana di lancio. Il 24 Maggio, con la prima patch, ecco arrivare come promesso i cavalieri oscuri sui nostri client, con una campagna dedicata, nuove unità, nuovi eroi e ovviamente meccaniche inedite.

Sangue per il dio del Sangue

Khorne, Tzeench, Slaneesh e Nurgle tornano di prepotenza a inquietare il Vecchio Mondo, prendendosi tutta la regione settentrionale e minacciando dalle fredde lande del nord la vita dei popoli liberi. Impero, Bretonnia e Nani vengono quindi chiusi tra incudine e martello, con i pelleverde che razziano il sud del continente e la nuova piaga che si propaga senza sosta dal versante opposto.

Essendo una nuova fazione, il Chaos viene ovviamente inserito nel menù iniziale con i propri specifici obiettivi, portando con sé -oltre a una moltitudine enorme di eventi e nuove missioni- anche una struttura inedita per il mantenimento dell'esercito. Il favore del Chaos non può essere comprato con del semplice oro, né tanto meno una roccaforte o una posizione stabile sono ciò che i suoi condottieri cercano: la distruzione e l'assoggettamento degli altri esseri viventi è l'unica cosa che conta davvero. Proprio per questo motivo i comandanti delle legioni caotiche potranno reclutare in qualsiasi zona della mappa unità e mostri, semplicemente arroccandosi in accampamenti temporanei, utili tra le altre cose a recuperare le forze. Gli eserciti del Chaos diventano così vere e proprie fortezze mobili, addirittura dotati di rami di costruzione e perk pensati abbattere i costi di mantenimento e reclutamento. Il Chaos è mutevole e seguendo linee tecnologiche differenti potremo incentrare la composizione dell'armata sui predoni o sulle fiere demoniache, senza doverci curare della gestione delle regioni o dell'umore della popolazione. L'obiettivo è chiaro: ridurre il vecchio mondo in cenere o rendere schiavi degli Dei di cui siamo servitori i superstiti, razziando o radendo al suolo ogni segno di civiltà. Un'interessante opzione aggiuntiva, che prende in esame la gestione politica di questa fazione, consta nell'annichilire gli avversari e, successivamente, graziarli in cambio di una cieca fedeltà e supporto alla causa. Si possono comunque stringere alleanze con gli orchi o con i vampiri, per mettere pressione alle forze dell'Ordine, ma le due fazioni malvagie difficilmente entreranno nel vero cuore della campagna del Chaos.

Un'armata sotto il mio comando

L'esercito del Chaos arriva con tre condottieri al suo comando, con statistiche eccellenti e davvero imponenti sul campo di battaglia. La scelta può ricadere sul Principe Sigvald, per truppe più disciplinate, sull'enorme e massiccio Drago Ogre Shaggoth, mostruoso nel corpo a corpo con il suo martello a due mani, e ovviamente su Archaon, condottiero capace di incanalare la magia oscura e lanciarla sul nemico. Sono tre eroi particolarmente efficaci ma è Shaggoth ad aver rapito i nostri cuori: veloce e capace di sostenere battaglie intense quasi completamente da solo. La forza del Chaos è comunque tutta nella fanteria, con soldati instancabili, pesantemente corazzati e dall'alto danno da mischia. Sono truppe semplici da gestire, muovendole in formazione compatta verso un singolo obiettivo che accerchieranno e schiacceranno senza subire grosse perdite. I fianchi possono essere protetti dalla cavalleria leggera e dai mastini infernali, ideali invece per dare la caccia ad arcieri e macchine da guerra.

Il Chaos è infatti particolarmente vulnerabile alle armi dalla distanza, vista la sua proverbiale lentezza ad arrivare a contatto con il nemico, e la quasi totale assenza di unità dotate di balestre o armi da tiro in generale. Nelle fasi avanzate di gioco, dopo aver faticato non poco a spazzare via quei fastidiosissimi nani, arriverete però a prendere il controllo di troll e giganti caotici, ma anche di carri trainati da cavalli corazzati, devastanti nel corpo a corpo e sufficientemente resistenti da rappersentare un vero e proprio muro di carne mentre avanzate con il resto delle truppe. Il Chaos soffre abbastanza le unità volanti nemiche ma è un esercito bilanciato e che ci ha soddisfatto abbondantemente nel suo complesso. Un'aggiunta di valore per un titolo che splendeva già di luce propria.

Total War Warhammer Quanto gli sviluppatori seguono il feedback della community non si può che rimanere contenti, soprattutto quando si tratta di DLC resi gratuiti. L’esercito del Chaos è un’aggiunta indispensabile per la completezza di Total War Warhammer, non solo per la nuova campagna e le decine di ore di gioco extra che ne derivano, ma anche per la varietà di truppe e meccaniche inedite che vanno a sommarsi all’enorme mole di contenuti già presente. Se la qualità dei contenuti scaricabili futuri resterà su questo livello, i fan di Warhammer possono davvero dormire sonni tranquilli.

Che voto dai a: Total War Warhammer

Media Voto Utenti
Voti totali: 33
7.5
nd